AF Focus Featured home Speciale CES 2018 Tecnologie

CES 2018 – I dieci prodotti più strambi visti a Las Vegas

ces 2018

C’è anche una toilette smart e “suonante” tra i dieci prodotti più bizzarri (e anche un po’ inutili) visti tra gli stand del CES 2018.

Il CES 2018 è terminato nelle scorse ore e si è lasciato dietro come ogni anno molte e interessanti novità, soprattutto in ambito TV e audio (qui il nostro coverage completo). L’evento di Las Vegas però è da sempre anche un ricettacolo di idee, innovazioni, gadget e invenzioni bizzarre, divertenti e spesso anche inutili e l’edizione di quest’anno non ha fatto eccezione. Abbiamo così raccolto in questo speciale dieci dei gadget più strambi e curiosi visti tra gli stand di Las Vegas.

Kohler Numi

A proposito di prodotti inutili. Questa toilette di lusso è anche tecnologica e connessa, nel senso che può essere controllata tramite comandi vocali, si alza e si abbassa automaticamente, può riprodurre musica grazie allo speaker integrato e si scalda leggermente prima del suo utilizzo. Non è il primo prodotto del genere proposto da Kohler, ma è certamente il più innovativo e ricco di funzioni, anche se la sua utilità continua drammaticamente a sfuggirci.

Kuri

Chissà quando vedremo nelle nostre case i primi robot domestici tutto fare. Nell’attesa ci si può accontentare di Kuri, un robottino che riproduce musica e podcast, via dà il benvenuto quando tornate a casa, registra in video quello che fate e fa molte altre cose tra l’inutile e l’inquietante. Anche di questo gadget (nemmeno a farlo apposta) non si sentiva il bisogno.

Toyota e-Palette

Nel terzo episodio della quarta stagione di Black Mirror approdata recentemente su Netflix si vede un camioncino autoguidato che trasporta pizze in giro per la città e che causa un incidente investendo un passante. E non possiamo non pensare a Black Mirror guardando Toyota e-Palette, una sorta di pod su otto ruote a guida autonoma che può funzionare da hotel mobile a ristorante su ruote. Lo vedremo mai davvero sulle nostre strade?

Modius

Di solito se si vuole dimagrire, si inizia a fare una dieta (o comunque a mangiare più sano) e ad andare in palestra. Se però la vostra forza di volontà non è pervenuta, potreste rivolgervi alla fascia di Modius, un dispositivo che, una volta indossato, utilizza impulsi elettrici su una parte del cervello che, se stimolata, dovrebbe in teoria diminuire l’appetito e aiutare a ridurre il grasso corporeo. Modius assicura che per vedere i risultati basta indossare la fascia per un’ora al giorno, ma naturalmente c’è molto scetticismo sull’utilità (e un po’ anche sulla sicurezza) di un simile device.

FoldiMate

Come suggerisce il nome stesso, FoldiMate è un robot che riesce a piegare il bucato (magliette, asciugamani, pantaloni e camice) in pochi minuti. Più precisamente si parla di 20-40 capi di abbigliamento in meno di 5 minuti, ma può anche piegare le lenzuola del letto e l’accoglienza al CES 2018 è stata particolarmente calorosa.

Mettete però in conto due cose. La prima è che l’estetica non è il suo forte visto che sembra una fotocopiatrice ingombrante e fin troppo slanciata; la seconda è che non vedremo questo robot sul mercato prima della fine del 2019. I single comunque ringraziano.

AEE Selfly

Ci mancava proprio una custodia per smartphone con un drone incorporato per scattarsi dei selfie da qualsiasi luogo e da altezze e distanze mai possibili prima (e su questo non ci piove). La custodia-drone pesa 73g, ha una batteria da 580 mAh che gli permette di volare per circa 4 minuti fino a 15 metri di altezza e una sensoristica per mantenere automaticamente altezza e posizione. Integra una telecamera frontale da 13 MP che registra anche video in 1080P a 60fps. La custodia si applica a un qualsiasi smartphone da 4” a 6” per rendere il tutto tascabile e lo smartphone serve da radiocomando Wi-Fi tramite un’apposita app di gestione. Pronti a spendere 150 euro?

Somnox

A dire il vero sembra uscito da un film di David Cronenberg, ma questo cuscino-robot che respira (e che ha un po’ la forma di un rene umano) promette di migliorare la qualità del nostro sonno. Come? Tenendolo abbracciato quando ci corichiamo, possiamo sincronizzare il nostro respiro con il suo e, per stimolare ulteriormente il sonno, Somnox riproduce anche ninne nanne, libri audio ed effetti sonori rilassanti. Non che manchino studi scientifici a supporto di questi metodi, ma il tutto continua a sembrarci vagamente inquietante.

Hip’Air

Arriverà in Europa in primavera a circa 600 euro e non è altro che una cintura protettiva che ricorda un po’ il funzionamento degli airbag da auto, con due cuscinetti laterali pieni di aria che attutiscono del 90% l’impatto quando si cade per terra.

C’è chi, scherzandoci sopra, lo ha definito uno strumento essenziale per gli ubriachi (si sa che il coordinamento del corpo non è il massimo dopo cinque o sei birre), ma il suo utilizzo principale sarà per gli anziani con problemi di deambulazione, che grazie alla batteria integrata possono tenere indossato Hip’Air per un’intera settimana.

L’Oreal UV Sense

Non che ci voglia un genio per evitare scottature da abbronzatura eccessiva (in fondo bastano un po’ di buon senso e una crema protettiva), ma se ogni estate al mare finite con l’assumere una colorazione della pelle preoccupante, il sensore L’Oreal UV Sense (privo di batteria) si applica su un’unghia di un dito della mano e, tramite la companion app per smartphone, vi avverte quando è ora di smetterla con l’abbronzatura e di cercare un po’ di sana ombra. Arriverà in tempo per quest’estate a un prezzo attorno ai 50 euro.

Boxer Spartan anti-radiazioni

Ecco. Ci mancavano giusto i boxer tech per la salvaguardia del genere umano. Detto così, è forse fin troppo altisonante, ma il senso di questo capo di abbigliamento intimo è in fondo questo. Spartan pensa infatti che le radiazioni provenienti dallo smartphone che teniamo in tasca per buona parte della giornata possano impattare sulla fertilità maschile. Il rimedio? Inserire nel tessuto dei boxer il 35% di fibre d’argento che vanno a creare una sorta di gabbia di Faraday indossabile in grado di bloccare il 99% dei segnali radio e Wi-Fi.

© 2018, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest