Featured home Mobile Notizie

Speciale nuovi smartphone 2020 – Seconda parte

Concludiamo lo speciale sulle novità smartphone 2020, tra prospettive di vendita al ribasso causa recessione e proposte budget line

Redmi Note 9S

Redmi Note 9S

Per gli smartphone 2020 c’è la sottomarca di Xiaomi da poco più di un anno, attorno a fine marzo per Redmi è stato presentato il Note 9S in veste di smartphone entry level anche se la tecnologia alla base non manca. Di fatto si tratta della rivisitazione della serie Note 8 di grande successo e tra le più vendute dell’anno scorso. Alcune caratteristiche sono sicuramente degne di nota con display 6,67″ pollici a risoluzione FHD+ 2400 x 1080 pixel da 450 nit, foro per fotocamera anteriore. SoC Qualcomm Snapdragon 720G, 2x Gold 2.3GHz / 6x Silver 1.8GHz, GPU Adreno A618, memoria 4 / 6 GB RAM – archiviazione 64 / 128 GB e microSD per espansione fino a 512 GB.

Degna di nota la sezione fotografica con anteriore da 16 Megapixel, quattro camere posteriori da 48 / 8 / 5 / 2 Megapixel con la principale f/1.79, ultrawide f/2.2 con profondità e macro, zoom digitale 10x e flash LED, video 4K fino a 30 fps. Bluetooth 5.0, Wi-Fi 802.11a/b/g/n/ac, USB-C, Wi-Fi Direct, GPS / A-GPS / Galileo / Beidou / NavIC. Sensore ambientale, di prossimità, accelerometro, bussola, giroscopio, impronte digitali. Non ultima la batteria da del Note 9S da 5.020 mAh, più grande di apparati di punta come il Samsung Galaxy S20 Ultra.

OnePlus 8 Pro

OnePlus 8 e OnePlus 8 Pro

Altro evento digitale smartphone 2020 quello di OnePlus che ha lanciato le sue novità pochi giorni fa. I nuovi smartphone si chiamano OnePlus 8 e 8 Pro, entrambi dispongono di 5G e display veloci con refresh rate a 90Hz per OnePlus 8 e 120 Hz per OnePlus 8 Pro. Grande cura per il display AMOLED da 6,78” pollici (Fluid) a risoluzione 3168 x 1440 pixel, refresh rate 120 Hz, 10 bit, 1300 nit e compatibilità HDR-10+.

Restando in ambito wide color gamut la funzione “HDR Boost” rielabora la gamma cromatica per materiale SDR ma c’è anche la possibilità di ricodificare frame rate più bassi portandoli a 120 fps. Tutto da scoprire il risultato finale che almeno sulla carta lascia qualche perplessità. Il SoC è l’ottimo Qualcomm Snapdragon 865, CPU Kryo 585 octa-core 2,84 Ghz da 64 bit, per la grafica c’è Adreno 560, RAM 8 / 12 GB e spazio memoria da 128 / 256 GB senza possibilità di espansione. Connettività 5G SA / NSA, Wi-Fi 6, Bluetooth 5.1, NFC e batteria da 4.510 mAh.

TCL 10L Pro

TCL 10L e TCL 10L Pro

Il modello economico smartphone 2020 per TCL è il 10L con display Full HD da 6,53” pollici e risoluzione 2340 x 1080 pixel, processore Qualcomm Snapdragon 665 con 6 GB di RAM e 64 GB o 128 GB di spazio di archiviazione e quattro telecamere posteriori con 48 Megapixel e scatti fino a 8000 x 6000 pixel e riprese UHD 3840 x 2160 pixel. Connettività LTE 4G che permette trasferimento dati e navigazione Web eccellente, connettività Wi-fi e GPS. Spesso 8.4 mm non è comunque all’altezza del TCL 10 Pro, mentre il prezzo è nettamente più interessante e al momento fissato a 279 euro. Già disponibile.

Passando da 279 euro a 499 euro c’è poi il TCL 10L Pro con display 6.47” pollici FHD+ AMOLED Curved, Quad Cam 64 / 16 / 5 / 2 Megapixel, 6GB + 128GB, chipset Snapdragon 675 Qualcomm SDM675, processore 2x 2.0 GHz Kryo 460 Gold, 6x 1.7 GHz Kryo 460 Silver, 6 GB RAM, 128 GB massimo di memorizzazione ed espansione con Micro SD fino a 256 GB.

iPhone SE

Apple iPhone SE

Economia anche in casa Apple con un nuovo apparato che punta a raccogliere consensi presso un più ampio bacino di utenza grazie al prezzo annunciato attorno ai 400 dollari. Un approccio ‘light’ riconsiderando l’attuale andamento del mercato e la succitata congiuntura economica, rivoluzione nelle tempistiche ed esigenze di ricambio dello smartphone in uso rispetto a uno più recente più difficile da scegliere solo come status symbol.

L’uscita dovrebbe essere la prima di una rosa di cinque iPhone che erano previsti entro fine anno ma potrebbe slittare anche più avanti. L’iPhone SE 2020 avrebbe un approccio simile all’iPhone SE 2016, a livello estetico nulla di rivoluzionario. In tal senso un occhio verso il passato mentre a livello hardware il sistema dovrebbe competere se non superare le prestazioni di brand Android nella medesima fascia di prezzo.

Apple iPhone 12

Apple iPhone 12

A meno che non ci siano stravolgimenti l’erede di iPhone 11 e 11 Pro sarà iPhone 12, 12 Pro e 12 Pro Max. Lancio che era previsto per il mese di settembre benché restino dei dubbi sulle difficoltà di approvvigionamento di componenti dall’industria asiatica, in grossa parte messa in ginocchio dalla pandemia. Rumors tanti, certezze molte meno con voci sul Web che parlano di cambiamento in termini di design a partire dal più importante e costoso iPhone 12 Pro Max. Linee che richiamano quelle dell’iPad Pro ma restano altrettante ipotesi di similitudini alla precedente serie 11. Anche a livello di dimensioni ci si aspettano dei cambiamenti, display da 6,7” pollici e la compatibilità con il 5G non dovrebbe mancare almeno sui due di punta. Le sorprese alle porte dell’autunno potrebbero essere importanti.

Moto G Stylus

Moto G Stylus

L’annuncio nel corso del mese di febbraio da parte di Motorola per due new entry smartphone 2020 nella linea economica chiamati Moto G Stylus e Moto G Power. Per entrambi display da 6,4” pollici full HD, chipset Snapdragon 665, 4 GB di RAM e 128 GB di spazio archiviazione ed espansione tramite Micro SD a 512 GB, sistema operativo Android 10 a cui il brand aggiungerà elementi di personalizzazione.

Processore 4x 2.0 GHz Kyro 260 e 4x 1.8 GHz Kyro 260, Moto G Stylus è accompagnato dal tipico stilo esattamente come la linea Samsung Galaxy Note e non solo. Tre fotocamere posteriori con la principale da 48 Megapixel, un’altra camera ultrawide da 16 Megapixel e l’ultima per scatti macro da 2 Megapixel, aperture F 1.7 / F 2.2 / F 2.2, video 4K fino a 30fps, funzione slow-mo 120 fps. Batteria polimeri di litio da 4.000 mAh.

Moto G8 Power

Moto G8 Power

Le similitudini con il Moto G Stylus non mancano, fatta per esempio eccezione per l’assenza dello stilo. Moto G Power dispone di una batteria da 5.000 mAh che secondo Motorola può durare oltre tre giorni di normale utilizzo con singola carica, standby a 648 ore. Array a tripla fotocamera posteriore con la principale da 16 Megapixel, fotocamera ad angolo ultrawide da 8 Megapixel e fotocamera macro integrata da 2 Megapixel, scatti a risoluzione massima 4619 x 3464 pixel. Anche in questo caso display da 6,4” pollici, risoluzione 1080 x 2300 pixel, 397 ppi. Mantenendo inalterato il potenziale 4K / 30 fps lo slow-mo aumenta a 240 fps. Tra le novità già disponibile per gli smartphone 2020.

Sony Xperia Pro

Sony Xperia 1 II e Xperia Pro

Con la speranza che dagli annunci si giunga al lancio vero e proprio previsto per tarda primavera, Sony dovrebbe mettere a mercato Xperia 1 II e Xperia Pro, che sulla carta condividono gran parte delle stesse specifiche di base. Display pOLED 4K HDR da 6,5” pollici con rapporto d’aspetto 21:9, refresh rate a 60 Hz, sistema Motion Blur Reduction e 400 nits con picchi 650 nits. Chipset Snapdragon 865, processore 1x 2.84 GHz Kryo 585, 3x 2.42 GHz Kryo 585, 4x 1.80 GHz Kryo 585. Batteria litio da 4.000 mAh con ricarica wireless, 8 GB di RAM e 256 GB che tramite slot dedicato micro SD arriva a 1 Terabyte. Dispone di un array triplo posteriore con fotocamere da 12 Megapixel l’una ma diverse lunghezze focali, 16, 24 e 70 mm e aperture F 1.7 / F 2.4 / F 2.2, riprese 4K / 60 fps con slow motion a 120 fps, camera frontale per video 2K / 30 fps. Come l’Xperia 1 dell’anno scorso, Xperia 1 II sfrutterà la tecnologia della fotocamera della linea di fotocamere Alpha come la A7II e la A9 II. In tal senso tra le caratteristiche salienti segnaliamo l’Eye AF che mette subito a fuoco sull’occhio del soggetto. Prevista compatibilità con tecnologia di quinta generazione 5G.

Sul podio Xperia Pro, smartphone 5G con un gusto tecnologico ancor più ricercato anche se le differenze con 1 II non siano poi molte. Companion ideale per chi già possiede una camera dedicata Sony, vanta la stessa configurazione posteriore a tripla fotocamera e le caratteristiche della fotocamera Alpha dell’Xperia 1 II, display OLED 4K sempre da 6,5” pollici con rapporto 21: 9, chipset Qualcomm Snapdragon 865 e 8 GB di RAM. Pro ha anche 512 GB di spazio di archiviazione espandibile a 1 TB, porta HDMI / USB 3.0 per video output. Anche Pro supporterà il 5G (banda bassa e media).

Link alla prima parte dello speciale smartphone 2020.

© 2020, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest