Audio portatile Featured home Prove What Hi Fi

Auricolari true wireless Groov-e SoundBuds – La recensione

SoundBuds

Caratterizzati da un prezzo molto allettante, gli auricolari true wireless Groov-e SoundBuds devono accontentarsi di un sound solo sufficiente

Da quando gli AirPods sono arrivati sul mercato nel 2016, il principale obiettivo di tantissimi produttori è stato quello di creare degli auricolari true wireless con la stessa durata della batteria e qualità del suono di quelli di Apple ma più economici. Ciò, volenti o nolenti, ha reso questo settore particolarmente vivace negli ultimi due anni, tanto che non c’è ormai produttore audio (ma non solo… si pensi ad esempio a Optoma) che non abbia nel suo catalogo almeno un paio di auricolari true wireless.

L’idea è che la concorrenza genera innovazione, con modelli che vantano una durata della batteria sempre più lunga, custodie di ricarica più piccole e tecnologia più recente all’interno di questi piccoli e leggerissimi auricolari senza cavi. Groov-e, produttore di cuffie economiche dal 2009, difficilmente poteva resistere alla spinta del progresso e, a un anno di distanza dai PlayBud, i SoundBuds sono la seconda vera offerta in-ear true wireless del produttore britannico.

Ciò che è particolarmente interessante di questi auricolari in-ear è il loro prezzo di 65 sterline. A tal proposito in Italia non li abbiamo ancora visti, ma su eBay potete farveli spedire da diversi store inglesi con una spesa di circa 90 euro (spedizione compresa). In pratica la metà di quello che spendereste per gli AirPods di seconda generazione e ancora meno rispetto ai [amazon_textlink asin=’B07T2FGG2Z’ text=’Sony WF-1000XM3′ template=’ProductLink’ store=’ad04f-21′ marketplace=’IT’ link_id=’b34d4ba5-7964-47f9-afd4-2a91e840d717′] (ma anche i Cambridge Audio Melomania 1 sono più cari con i loro 129 euro di listino). Questi Groov-e saranno però in grado di convincerci a parte il loro prezzo aggressivo?

SoundBuds

Comfort

Gli auricolari stessi, che vantano connettività Bluetooth 5.0, non sono particolarmente piccoli per gli standard di oggi, ma si adattano bene alle nostre orecchie. Sono disponibili due ear-tip alternativi, ma è abbastanza difficile passare da una dimensione all’altra: il supporto interno della punta non si adatta infatti perfettamente all’alloggiamento del driver.

Premendo a lungo il pulsante singolo, rotondo e multifunzione su ogni auricolare, questi eseguono prima il pairing tra loro e poi con lo smartphone o il dispositivo che state usando come sorgente audio. A condizione che il device si trovi entro un raggio di 10 metri dai SoundBuds, questi vi si collegheranno automaticamente alla successiva accensione. La durata della batteria è di circa quattro ore con una carica (non molto a dire il vero), ma si possono avere altre 10 ore dalla custodia che viene a sua volta caricata tramite una porta micro-USB.

Costruzione

Il case di ricarica può essere acceso o spento con un piccolo pulsante di accensione. Questa è una novità rispetto alla stragrande maggioranza degli altri auricolari true wireless in commercio, ma la caratteristica più inattesa e simpatica della custodia è che tra i fori in cui posizionare gli auricolari c’è un display a LED numerico per lo stato della batteria, dove un 5 lampeggiante indica una batteria praticamente scarica e 100 indica invece una batteria completamente carica.

SoundBuds

La luce pulsante attorno al pulsante multifunzione su ciascun auricolare è rossa durante la carica, blu quando si avvicina alla ricarica completa e spenta quando si è arrivati a 100 (a questo punto la custodia smette di caricarsi). È una funzione utile e forse unica nel suo genere; non appena riponete i SoundBud nei loro due alloggi all’interno del case e accendete quest’ultimo, saprete esattamente quanta autonomia vi rimane.

Qualità audio

Dopo aver eseguito il pairing dei Groov-e SoundBuds con il nostro nuovo iPhone 11 Pro Max, abbiamo fatto partire una playlist di Spotify per vedere come suonano. Il primo brano in lista è Untitled (How Does It Feel) di D’Angelo e questi auricolari true wireless ci restituiscono la languida voce del cantante americano con una discreta quantità di dettagli. Gli alti sono chiari e gradevoli, con altre voci dal registro più squillante ben gestite, così come il charleston che accompagna quasi tutto il brano.

Tuttavia, c’è un notevole deficit a livello di timing: l’oscillazione rilassata e sottile di una traccia che si basa pesantemente sul ritmo non viene riprodotta fedelmente. C’è inoltre una leggera durezza in gamma media, il che significa che la rappresentazione dinamica (l’ascesa e la caduta di ogni nota) è un po’ problematica.

SoundBuds

Inoltre, il basso è un po’ in “ritardo”, uscendo dal mix leggermente gonfio e poco agile. Perfino la fine del brano, in cui la musica si ferma all’improvviso lasciandoci solo con il riverbero delle voci, non è così solida e ben gestita come avremmo sperato. Passiamo infine a J’ai Besoin De La Lune di Manu Chao e mentre la chitarra si presenta alle nostre orecchie con chiarezza e una buona dose di dettagli, la cassa della batteria che guida il ritmo del brano non rende la canzone trascinante come siamo abituati ad ascoltarla. C’è una buona separazione tra la voce di Chao e le seconde voci, ma questa durezza persiste in gamma media.

Verdetto

A questo prezzo non potevamo non aspettarci dei compromessi. I Groov-e SoundBuds offrono una durata della batteria solo sufficiente e mentre la costruzione e il comfort degli auricolari e il design del case sono accettabili, c’è un limite a ciò che i SoundBud possono fare per la vostra collezione musicale. Se volete auricolari true wireless da spendere poco, i Groov-e SoundBuds meritano attenzione, ma contando che con 30-40 euro in più potete portarvi a casa i [amazon_textlink asin=’B07QS81S66′ text=’Melomania 1 di Cambridge Audio’ template=’ProductLink’ store=’ad04f-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7978808a-62be-4d28-9d55-5b8b29e2b269′], ci risulta difficile consigliare con tutto il cuore questa alternativa economica made in UK.

© 2019, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

  • Verdetto
3

Sommario

Caratterizzati da un prezzo molto allettante, gli auricolari true wireless Groov-e SoundBuds devono accontentarsi di un sound solo sufficiente.

Pro
Gamma alta precisa e limpida
Dettaglio discreto sulle voci
Design della custodia azzeccato

Contro
Gamma media un po’ aspra
Limiti dinamici
Autonomia un po’ sotto tono

Scheda tecnica
Risposta in frequenza: 20Hz – 20KHz
Sensibilità: 96dB +/-3dB
Connettività: Bluetooth 5.0
Peso: 5 grammi
Autonomia: 4+10 ore
Prezzo: 65 sterline
Sito del produttore: www.groov-e.co.uk

© 2020, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di What HiFi? e Stuff dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest