Featured home Notizie Streaming

Netflix, Amazon Video e compagnia streaming presenti in 250 milioni di abitazioni

netflix

A fine 2017 si contavano nel mondo 250 milioni di abitazioni con accesso ad almeno un servizio OTT come Netflix e Amazon Video. Dominano gli USA, mentre l’Italia è solo al ventesimo posto.

Strategy Analytics ha rilasciato i dati di un recente report sulla diffusione a livello globale dei servizi di streaming video dal titolo Home Video and OTT Video Forecast – Global. Lo studio analizza il numero di abitazioni in cui viene utilizzato almeno un servizio OTT (Over-The Top) come Netflix, Amazon Prime Video, Hotstar, IVI.ru, Hulu, Viu and iFlixche, mentre non sono stati presi in esame altri servizi come NowTV e DirecTV più vicini a un tradizionale concept di Pay-TV.

A fine 2017 si contavano 250 milioni di abitazioni in cui si utilizzava almeno un servizio simile e questo vuol dire che i possibili utenti sono molti di più, considerando che anche 3, 4 o 5 componenti di una famiglia possono accedere ai contenuti in streaming di questi servizi. Sempre a fine 2017 risultavano attivi 345 milioni di abbonamenti, segno che diversi utenti utilizzano due o più servizi a pagamento di questo tipo.

Netflix

Le previsioni di Strategy Analytics prevedono una crescita a 300 milioni di abitazioni a fine 2018 e a 450 milioni nel 2022. Interessante poi notare come la spesa media per l’abbonamento a uno di questi servizi OTT sia cresciuta nel 2017 del 5% raggiungendo i 9,46 dollari per abitazione. Osservando invece la lista dei principali Paesi, si scopre senza grandi sorprese che gli USA sono al primo posto, con il 59% di abitazioni in cui si utilizza almeno un servizio in streaming OTT.

Seguono Canada, Norvegia, Svezia e Finlandia con percentuali tra il 51% e il 44%, mentre per trovare l’Italia bisogna scendere fino al ventesimo posto con solo l’8% di penetrazione; in pratica in nemmeno una casa italiana su 10 si utilizzano questi servizi.

“Lo streaming video sta rapidamente diventando parte delle normali opzioni di intrattenimento per le persone. Nei mercati più maturi già oltre la metà delle abitazioni utilizza questi servizi ed è probabile che si raggiungano livelli simili in molti altri mercati nel prossimo futuro. Chiaramente i leader del mercato come Netflix e Amazon trarranno beneficio da questa tendenza, ma ci sono grandi opportunità anche per le compagnie attualmente più focalizzate sulla tradizionale pay TV” ha dichiarato Michael Goodman, Director, TV & Media Strategies di Strategy Analytics.

© 2018, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest