Featured home Home cinema Notizie

NAD HT T758 V3i: il ricevitore AV che bada al sodo

HT T758 V3i

Il nuovo ricevitore AV NAD HT T758 V3i con progettazione Modular Design Construction aggiunge AirPlay 2 e Dirac Live al precedente modello V3

Uscito sul mercato due anni fa, il sintoamplificatore AV NAD HT T758 V3 ha da poco ricevuto un aggiornamento con il nuovo modello V3i, già disponibile in Italia a un prezzo di listino di 1649 euro sotto distribuzione Pixel Engineering. A differenziare i due modelli troviamo a favore della nuova versione sia il software di calibrazione Dirac Live preinstallato al posto della più limitata versione Lite presente a bordo del predecessore (che comunque poteva essere aggiornata con una spesa di circa 100 euro), sia il supporto ad AirPlay 2, incluso l’assistente Siri.

NAD HT T758 V3i: il ricevitore AV che bada al sodo

Come da tradizione NAD troviamo molta più attenzione alla sfera audio che non a quella video, visto che l’HT T758 V3i non esegue alcun upscaling o elaborazione delle immagini dei contenuti video in entrata e che, come connessioni, troviamo solo tre ingressi e due uscite HDMI (deicsamente poco di questi tempi) oltre a composito, ottico e coassiale. La potenza dichiarata è di 110W su un carico di 8ohm con due canali pilotati, mentre con tutti i sette canali amplificati si toccano i 60W per canale.

Con il design Modular Design Construction i circuiti audio e video digitali sono su moduli sostituibili, con quindi la possibilità di aggiornare il T758 V3i con altri moduli in grado di supportare futuri formati audio. Già ora comunque sono supportati Dolby Atmos e DTS:X, oltre a file audio ad alta risoluzione compresi quelli in formato MQA grazie anche alla piattaforma multi-room BluOS, aggiornata di recente alla versione 3.8.

NAD HT T758 V3i: il ricevitore AV che bada al sodo

I tre ingressi HDMI 2.0 supportano il pass-through per il video 4K/60p HDR 4:4:4 e non mancano ingressi e uscite analogiche multicanale (in 7.1/out 11.1). Due coppie dei morsetti per i diffusori sono utilizzabili come canali in altezza per le codifiche a oggetti, per il collegamento bi-wiring dei frontali o come amplificazione multi-room. Per il controllo a distanza sono poi disponibili una porta RS-232 e i terminali in/out IR. Le sorgenti stereo possono inoltre essere convertite in multicanale mediante la tecnologia proprietaria EARS, mentre la tecnologia PowerDrive punta a offrire un’elevata corrente combinata con un’elevata potenza dinamica per far risaltare il meglio di qualsiasi diffusore.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest