Audio portatile Featured home Prove What Hi Fi

RHA TrueConnect: gli sfidanti degli AirPods dall’ottima autonomia

RHA TrueConnect

Peccato solo per i problemi nella tenuta del segnale Bluetooth, perché per il resto gli RHA TrueConnect sono in-ear true wireless dall’ottimo sound.

Il concetto di convenienza è sempre soggettivo. Prendete per esempio gli in-ear true wireless, che se da un lato ci hanno liberato di ben due cavi (quello che va alla sorgente audio e quello che unisce i due auricolari), dall’altro ci costringono comunque ancora ad avere a che fare con il cavo necessario per la ricarica. Per fortuna questo tipo di prodotto sta iniziando a fare progressi in termini tecnologici e gli RHA TrueConnect vantano una rispettabile durata della batteria di cinque ore con una carica, suonano bene e costano all’incirca come gli Airpods (169 euro contro i 179 euro dei nuovi AirPods senza ricarica wireless).

A differenza però di questi ultimi, gli RHA si sono dimostrati poco affidabili a livello di connettività e di robustezza del segnale Bluetooth (tra l’altro in versione 5.0), un limite che degli in-ear true wireless in questa fascia di prezzo non dovrebbero avere.

RHA TrueConnect: gli sfidanti degli AirPods dall’ottima autonomia

Comfort

Gli RHA TrueConnect sono chiaramente ispirati agli AirPods, con uno stelo in plastica morbida rivolto verso il basso quando gli auricolari sono inseriti nelle orecchie. Non è solo un modo per bilanciare il peso, ma sulla parte basso di questo stelo c’è un secondo e piccolo microfono per le chiamate telefoniche e per interagire con l’assistente virtuale di turno. Diciamo secondo perché in realtà, sul retro degli auricolari, troviamo già un microfono per l’isolamento che blocca con discreti risultati i rumori ambientali.

Sebbene questi TrueConnect possano quindi sembrare simili agli AirPods, sono più di una semplice “scopiazzatura” di un prodotto che, seppur non perfetto, ha contribuito in maniera determinante al successo degli in-ear true wireless. Questi sono infatti auricolari confortevoli e offrono un isolamento passivo sorprendentemente efficace, in particolare se utilizzati con gli ear-tip Comply Foam Rx-2000 di tre diverse misure forniti nella confezione (dove troviamo comunque anche i più tradizionali gommini in silicone).

Costruzione

La durata della batteria è tra gli aspetti più convincenti di questi in-ear true wireless, che oltre alle cinque ore con una carica a cui abbiamo già accennato possono contare su altre 20 ore fornite dal solito case-batteria; in soli 15 minuti di ricarica si ottiene poi il 50% di autonomia.

RHA TrueConnect: gli sfidanti degli AirPods dall’ottima autonomia

Il design del case degli RHA TrueConnects è pulito ed essenziale e abbiamo apprezzato i magneti che mantengono gli auricolari in posizione durante la ricarica; capovolgete il case da aperto e i TrueConnect non si muoveranno di un millimetro. È però la connettività il problema principale degli RHA TrueConnects, con già diversi utenti che su alcuni forum online evidenziano la mancanza di stabilità del segnale Bluetooth 5.0. Nella nostra esperienza non abbiamo riscontrato limiti insormontabili, ma in effetti ci aspettavamo di più da auricolari da 170 euro.

La connessione tra lo smartphone e l’auricolare principale è generalmente soddisfacente. Tuttavia, l’auricolare sinistro ha l’abitudine scollegarsi per una frazione di secondo, in particolare quando si è in movimento. Questi difetti erano comuni nei primissimi in-ear true wireless, ma successivamente i produttori (almeno quelli più importanti) sono riusciti a eliminarli o comunque a ridurli in modo significativo. È poi vero che questi sono i primi auricolari true-wireless di RHA e che quindi qualche errore di gioventù è da mettere in conto, ma sinceramente ci saremmo aspettati una connettività più stabile.

RHA TrueConnect: gli sfidanti degli AirPods dall’ottima autonomia

Ed è un vero peccato, visto che ogni altro elemento di questi TrueConnect ci ha pienamente soddisfatti. La custodia è dotata di un pratico indicatore a triplo LED per mostrare il livello della batteria e gli auricolari sono resistenti a sudore e schizzi d’acqua grazie alla certificazione IPX5. I controlli sul retro di ogni auricolare offrono un’usabilità complessiva molto piacevole.

C’è un solo pulsante su ciascuno; premendo a lungo, si accendono e si spengono gli auricolari, mentre una breve pressione funge da riproduzione/pausa. Con doppi e tripli tocchi si può inoltre regolare il volume, cambiare le tracce e collegarsi all’assistente virtuale dello smartphone. Ci vuole un po’ per abituarsi, ma dopo un paio d’ore di utilizzo si controlla il tutto con relativa facilità

Qualità audio

I TrueConnect sono tra gli auricolari true wireless migliori che abbiamo ascoltato nella fascia sotto i 200 euro. Sono propensi a un bilanciamento tonale neutro, con un’iniezione di bassi che è stata applicata abbastanza sottilmente così da evitare di colorare eccessivamente verso il basso un auricolare di chiaro stampo hi-fi.

RHA TrueConnect: gli sfidanti degli AirPods dall’ottima autonomia

Gli alti sono dettagliati e in gran parte non sibilanti, ma sono restituiti in un modo un po’ particolare. La risposta sulle frequenze più alte infatti non sembra essere delle più lineari, a causa di alcuni picchi che portano a un carattere sonoro un po’ “digitale” che limita la naturalezza sonora complessiva. Anche i bassi a volte possono rappresentare un problema, con una separazione nello spettro più basso leggermente imperfetta che riduce la coerenza di un suono altrimenti molto soddisfacente.

Resta però il fatto che i problemi degli RHA TrueConnect sono di minor importanza rispetto a quelli di molti altri in-ear true wireless. Nonostante infatti questi limiti alle due estremità delle spettro, da un punto di vista puramente audio questi auricolari ci hanno soddisfatti più dei nuovi AirPods.

Verdetto

I TrueConnect fanno capire come gli auricolari true wireless stiano diventando ormai “maggiorenni” in termini di prestazioni sonore sebbene le loro performance wireless a livello di stabilità ci abbiano un po’ delusi, a dimostrazione di come il solo Bluetooth 5.0 non sia sufficiente a risolvere i problemi occasionali di perdita del segnale.

  • Verdetto
4

Sommario

Peccato solo per i problemi nella tenuta del segnale Bluetooth, perché per il resto gli RHA TrueConnect sono in-ear true wireless dall’ottimo sound.

Pro
Sound ricco, dettagliato ed equilibrato
Autonomia di tutto rispetto
Controlli completi

Contro
Qualche problema nella stabilità del Bluetooth

Scheda tecnica
Certificazione IPX5: resistenza a sudore e schizzi d’acqua
Driver: 6mm dinamici
Risposta in frequenza: 20-20,000 Hz
Raggio di azione (senza interruzioni): 10m
Connettività: Bluetooth 5.0
Peso (cuffie): 13g
Caricamento (da 0%): 15m per arrivare al 50%; 1 ora e 40 per arrivare al 100%
Prezzo: 169,95 euro
Sito del produttore: www.rha-audio.com

© 2020, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di RHA TrueConnect: gli sfidanti degli AirPods dall’ottima autonomia e RHA TrueConnect: gli sfidanti degli AirPods dall’ottima autonomia dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

    AF Theater, la tua location per test ed eventi. Clicca per info e costi


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest