Mobile Notizie

LG G6, elegante ma non modulare

lg g6 smartphone

Il nuovo LG G6 sarà una delle principali attrazioni al MWC 2017 di Barcellona. Il costruttore dice addio al design del G5 e punta sulla realtà virtuale.

In queste ultime ore sono apparse le prime foto del nuovo LG G6, il top di gamma che la casa Sud coreana presenterà ufficialmente il 26 febbraio, a ridosso del MWC 2017. Si tratta di un dispositivo mobile in controdendenza con la recente tradizione di LG che sugli smartphone di fascia alta ha sempre realizzato prodotti fuori dagli schemi.

Il G5 dello scorso anno, per esempio, era caratterizzato da un design modulare (si veda la prova di luglio), design che non viene più riproposto quest’anno. Addio dunque alle unità opzionali da innestare sul corpo dello smartphone, come l’ottimo DAC esterno Hi-Fi Plus realizzato da B&O.

Tanto display

Secondo le prime indiscrezioni riportate da The Verge, il G6 sarà invece caratterizzato da un display più generoso più in linea con le applicazioni di realtà virtuale alle quali ha pensato LG e sarà resistente all’acqua, una funzione sempre più richiesta dai consumatori. Compare anche il jack  da 3,5 mm per le cuffie, al contrario di quanto ha fatto Apple sull’iPhone 7 (l’ha eliminato) e di quanto potrebbe fare Samsung sul futuro Galaxy S8. Una nota sulla batteria che, dalle prime informazioni, non sarebbe più removibile.

Il nuovo LG G6 sarà basato sull’ambiente operativo Android Nougat e monterà un chipset Qualcomm Snapdragon 821, il che significa che avrà lo stesso processore VR compatibile alla base dei nuovi Google Pixel e Pixel XL.
L’imminente LG G6 sarà caratterizzato da un ampio display da 5,7 pollici QHD+, con un rapporto di forma di 2:1 (18:9) che occuperà oltre il 90% della superficie del device. Come quasi tutti i sistemi top di gamma, anche il nuovo LG monterà con una scocca in metallo e vetro con angoli arrotondati.

Dalla foto è impossibile sapere come sarà il dorso del G6. Ma c’è chi scommette che riporterà le stesse funzioni già previste sul G5, ovvero una doppia fotocamera posta centralmente e un lettore di impronte digitali appena più sotto.

In attesa di vederlo dal vivo, oggi possiamo solo pensare che difficilmente la qualità audio del nuovo LG G6 riuscirà a raggiungere quella del G5 grazie al modulo DAC opzionale. Un vero peccato per gli audiofili.

Leggi anche:

Smartphone: LG G5, modulare e innovativo

Google Pixel XL: è l’anti iPhone?

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest