AF Gaming Notizie

Nel futuro di Xbox i giochi saranno disponibili nella cloud

xbox cloud home

Microsoft sta pensando di utilizzare il proprio servizio cloud Azure in abbinamento alla console Xbox. Non oggi, ma neanche in futuro molto lontano.

Microsoft,  ultimamente, ha impegnato molte risorse e tempo nello sviluppare la sua piattaforma cloud Azure. Una delle ragioni principali di questa attenzione al cloud è quella di volor contrastare il servizio cloud di Amazon, che ha beneficiato enormemente dell’arrivo anticipato sul mercato, rispetto ad Azure. Tuttavia, questa spinta per voler  trasformare Azure nella piattaforma cloud leader potrebbe significare sviluppi importanti anche per altri servizi Microsoft, come ad esempio i giochi e quindi la propria console Xbox.

Il cloud gaming non è una novità

I giochi nella cloud non sono certo una novità di oggi, e abbiamo un sacco di esempi di aziende che cercano, o hanno cercato, di fare funzionare i giochi nella cloud ma sono i tentativi, per la maggior parte, sono miseramente falliti. Solo Sony ha riscontrato un certo successo con la sua piattaforma PlayStation Now, (ufficialmente non disponibile in Italia, ma fruibile tramite l’installazione di un client VPN) anche se recentemente ha dovuto ridurre il numero di dispositivi supportati dal servizio. Ora, grazie all’immenso lavoro nello sviluppare al meglio Azure, Microsoft è pronta a dare una nuova possibilità al cloud gaming.

Xbox Cloud 1

Azure per il cloud gaming

Microsoft, infatti, ha creato un nuova divisione destinata a sviluppare il gioco nella cloud che cambierà il modo in cui ci si approccierà ai videogiochi. Questa divisione farà leva su Azure e, a breve termine, tenterà di convincere gli editori a utilizzare i suoi servizi cloud. Alcuni editori lo fanno già, come Ubisoft con Rainbow Six: Siege, che usa Azure su tutte le piattaforme su cui è disponibile il gioco.

A lungo termine, sembra che Microsoft stia guardando sempre con più attenzione allo streaming dei giochi, proprio come Sony ha fatto con il servizio PlayStation Now. Stiamo già vedendo un embrione di tale servizio nell’Xbox Pass di Microsoft basato su abbonamento, ma a un certo punto, in futuro, potremmo vedere Microsoft tentare di implementare lo streaming completo dei giochi non solo su Xbox, ma anche su altri dispositivi ed eventualmente anche su piattaforme concorrenti, se queste saranno interessate.

Presto, ma non prestissimo

Molti di questi scenari sono ancora lontani dall’essere realizzati, specialmente se si considera che questa divisione di cloud gaming è stata creata solo alla fine dello scorso anno. Nell’immediato futuro vedremo Microsoft collaborare con editori e sviluppatori che desiderano implementare in qualche modo i servizi di Azure nei loro titoli. Anche se la nuova divisione inizierà in piccolo, sarà sicuramente interessante vedere dove andrà a parare nei prossimi anni.

© 2018, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Loading RSS Feed

    Pin It on Pinterest