Hi-Fi Notizie

Mytek EMPIRE: il DAC-preamp all-in-one per pochi fortunati

Mytek EMPIRE: il DAC-preamp all-in-one per pochi fortunati

A quasi 20.000 euro, il sistema all-in-one Mytek EMPIRE non è certo per tutti, ma tra DAC, pre-amp e RoonOS c’è veramente da perderci la testa

Mytek EMPIRE, disponibile entro fine anno a 19.900 euro sotto distribuzione Polaris Audio, è una soluzione estremamente versatile che funge anche da interfaccia centrale di un sistema di streaming audio multiroom di fascia alta. Siamo infatti di fronte a un sistema all-in-one che ingloba funzioni da convertitore D/A, da preamplificatore, da sistema di streaming e persino da server audio, perché nel suo cuore il Mytek EMPIRE è alimentato da RoonOS ed è quindi disponibile come Roon Core (qui il nostro approfondimento su Roon).

Secondo Mytek Digital, produttore americano attivo da quasi trent’anni, EMPIRE è il centro ideale per gli amanti della musica audiofila. Da un lato, viene utilizzata una piattaforma MytekOS appositamente sviluppata, per cui il sistema è designato come Powered by RoonOS. La piattaforma MytekOS DAC/Preamplifier offre anche la possibilità di elaborazione del segnale basata su DSP, per cui il produttore ha già annunciato che offrirà una serie di aggiornamenti in futuro.

Come “fornitore di dati” per lo streaming audio multi-room il Mytek EMPIRE è dotato di uno storage da ben 8 TB in formato SSD. Supporti dati aggiuntivi possono essere collegati anche tramite porte USB 3, porte USB-C e, naturalmente, tramite la rete (Gigabit Ethernet o Wi-Fi). Visto poi che Mytek Digital si è fatta un nome con i suoi DAC, da questo punto di vista EMPIRE non delude, visto che integra due DAC Sabre ESS 9038PRO sotto forma di due percorsi di segnale mono completamente separati, ognuno dei quali è bilanciato. L’obiettivo è ottenere una separazione dei canali ottimale, un rumore minimo e, naturalmente, una gamma dinamica particolarmente elevata (oltre 133 dB).

Mytek EMPIRE: il DAC-preamp all-in-one per pochi fortunati

Questo all-in-one può poi convertire segnali in formato PCM lineare fino a un massimo di 32 bit/768 kHz ed è compatibile con file DSD fino a DSD512. L’unità di conversione non è disponibile solo per lo streaming, ma è anche possibile integrare sorgenti esterne. A tal fine troviamo ingressi ottico e coassiale, AES/EBU, USB per il collegamento diretto a un PC o Mac e HDMI. Sul versante analogico il Mytek EMPIRE offre sette ingressi con connessioni sbilanciate e bilanciate e un preamplificatore phono per testine MM e MC.

L’amplificatore per cuffie, come l’intero preamplificatore, è bilanciato in configurazione dual-mono, fornendo così non solo un collegamento sbilanciato ma anche bilanciato per cuffie di un certo “lignaggio”. Secondo il produttore anche gli alimentatori separati per i singoli componenti dovrebbero contribuire in modo significativo alla massima trasparenza e alla riproduzione di quanti più dettagli possibili.

Due parole anche per il design, con la parte anteriore che presenta sia un generoso display touch, sia una manopola multifunzione incorniciata da un anello LED con cui è possibile regolare tutti i parametri essenziali, anche se alla fine il ricorso a smartphone o tablet tramite l’apposita app di Mytek sarà probabilmente il modo principale per controllare il tutto.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

    MBEditore network

    AF Theater, la tua location per test ed eventi. Clicca per info e costi


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest