Notizie TV

Speciale migliori televisori 4K 2020

mercato tv

Quattro proposte per quattro schermi 4K tra i migliori a mercato per prestazioni d’immagine e completezza di funzioni avanzate

Panasonic 4K OLED TX-55HZ2000 – 10 bit / HDMI 2.0b / 120 Hz – 2.298€

L’HZ2000 è un 4K che utilizza l’ultima versione del pannello Master HDR OLED Professional Edition personalizzato di Panasonic, progettato per fornire fino al venti percento in più di luminosità di picco rispetto al passato. Anche i livelli medi di luminosità sono stati aumentati in modo significativo e la gestione del contrasto migliorata, con conseguente resa della gamma dinamica. L’HZ2000 include anche la Modalità Filmmaker, ma Panasonic aggiunge la sua funzione di rilevamento intelligente. Ciò utilizza sensori nel televisore per rilevare le condizioni di illuminazione ambientale nella stanza e regola dinamicamente l’immagine di conseguenza, la Modalità Filmaker supporta i contenuti in HDR10 +, HDR10, HLG e SDR.

4K

Panasonic ha anche incluso la funzione Dolby Vision IQ, che estende i vantaggi di Dolby Vision oltre l’HDR utilizzando metadati dinamici e il sensore di luce per ottimizzare in modo intelligente la qualità dell’immagine interagendo col sistema per garantire che vengano visualizzate esattamente come dovrebbero essere indipendentemente dalle condizioni di luce. Ampliate le opzioni di calibrazione per regolare con ulteriore precisione le transizioni dal nero con punti di calibrazione a 0,5 % e 1,3 %. Richiesto a gran voce dagli appassionati qui anche la possibilità di calibrare i contenuti Dolby Vision tramite software Calman.

Notevole resa anche per il comparto audio, dove l’HZ2000 utilizza altoparlanti up firing e una soundbar avanzata ottimizzata da Technics e dotata del JENO Engine, per offrire un suono più circolare e avvolgente. Tra i pochi nei di un televisore con immagini reference la selezione del Dolby Vision IQ, che fissa alcune funzioni senza potervi intervenire per annullarle o modificarle: Noise Reduction, MPEG Remaster, Resolution Remaster e Intelligent Frame Creator restano attivati in misura minima obbligatoria. Per il comparto smart buono ma non eccezionale quello delle app. Il sistema operativo proprietario, My Home Screen 5.0, offre nuove funzionalità come la presentazione di miniature dei contenuti in primo piano per rendere più immediata la scelta del programma. Link a Panasonic.

Samsung 4K QLED QE55Q95T – 10 bit (8 + FRC) / HDMI 2.0 e 2.1 / 120 Hz – 2.250€

Non siamo ancora dalle parti del nero infinito ma il Samsung QLED Q95T è una macchina particolarmente performante. Non iclude il Dolby Vision ma HDR-10 e HDR-10+ e questo se per l’appassionato fosse un ostacolo non è risolvibile se non guardando altrove. Samsung afferma che la luminosità massima del Q95T è di 2000 nit e si tratta di un valore davvero impressionante, che supera di gran lunga quella del miglior OLED in circolazione. Altra dote importante è la gestione dell’immagine tramite il processore Quantum 4K, che utilizza l’intelligenza artificiale per migliorare i contenuti in definizione standard e alta definizione a una qualità più vicina al 4K.

4K

Altre funzionalità di intelligenza artificiale includono la modalità Immagine adattiva, che altera la luminosità in tempo reale per adattarsi alla luminosità variabile del locale dove si trova il televisore. In tal senso è presente anche la controparte audio, l’Adaptive Sound +, che analizza l’audio e lo ottimizza e l’Active Voice Amplifier analizza il rumore di fondo esterno e favorisce la fruizione dei dialoghi. Navigazione fluida e abbastanza intuitiva col sistema operativo Tizen, che presenta tutte le principali app on demand, ma attenzione che resta obbligatorio creare un account Samsung per scaricare più app dopo l’installazione, operazione peraltro piuttosto prolissa.

La tecnologia di visione ultra grandangolare riduce la perdita di saturazione e contrasto ad angoli acuti. Le zone di dimming sono circa la metà rispetto alla Q90R del 2019, Samsung si appoggia ai suoi algoritmi per compensare la riduzione in modo da poter ottenere il miglior contrasto, luminosità e gestione del movimento. Il QE55Q95T offre un’immagine cristallina con colori sgargianti, dettagliata e straordinariamente luminosa. Per lo streaming da vari servizi si può sfruttare l’HDR-10+ di Amazon Prime Video ma non il Dolby Vision di Netflix, Disney Plus e Apple TV+. Il Samsung Q95T è ideale anche per il gaming, supporta ALLM e VRR e il 4K gestisce fino a 120 Hz. Link a Samsung.

LG OLED48CX – 10 bit / HDMI 2.1 / 120 Hz – 1.599€

Primo schermo OLED prodotto al di sotto dei 50” pollici, che ha evidentemente incontrato il favore del pubblico. Resta il fato che a definizione 4K le immagini reclamino dimensioni superiori (per lo stesso motivo per cui non esistono schermi 55” pollici 8K). Ci sono HDR-10, HLG e Dolby Vision ma non HDR10+. Gli OLED 2020 di LG supportano il nuovo formato Dolby Vision IQ, che adatta le prestazioni Dolby Vision alla luce ambientale nella stanza e guadagnare dettagli extra anche se c’è luce nel locale. Presente anche il Filmaker Mode, che dovrebbe fornire l’immagine esattamente come previsto dai creativi.

4K

L’OLED48CX offre una prestazione video eccezionale al di sotto dei 50” pollici. A tale proposito va ricordato che questo tv è di fatto il più grande 55CX in un corpo più piccolo, quindi la densità dei pixel è effettivamente aumentata e ciò rende l’immagine ancora più solida e tridimensionale, sebbene sia necessario essere seduti abbastanza vicini allo schermo per apprezzarne tutti i pregi. Balzo in avanti anche in termini di elaborazione del movimento, ottima l’elaborazione dove è possibile misurare la resa in funzione del TruMotion, personalizzando la propria visione e adattarla in virtù della flessibilità del software. Compatibile AMD FreeSync, presenti anche le funzioni ALLM (Auto Low Latency Mode) e VRR (Variable Refresh Rate) per andare incontro ai gamer gestendo il basso ritardo ed evitando l’effetto tearing.

Resta il fatto che l’OLED in quanto tale si presta meno al gaming per rischi di stampaggio. Feature e funzionalità consentono una visione di livello anche tramite materiale a definizione standard grazie a un upscaling ancora più preciso e libero da artefatti. Molto buona la sezione smart con ampiezza di app, tra i lati deboli l’audio dove a volumi molto elevati si rischia la distorsione, specie caricando i bassi. Link a LG.

Sony KD-55XH9505 – 10 bit / HDMI 2.0 / 120 Hz – 1.280€

Altro pannello di eccellenza fuori dall’ambito OLED, il Sony XH95 utilizza il processore di immagini X1 Ultimate, che include Super Resolution e rimasterizzazione HDR object-based, Super Bit Mapping 4K HDR e Dual Database Processing. Include anche X-Motion Clarity, che rispetto al passato Sony afferma essere più luminoso, più chiaro e introduce un movimento più fluido volto a migliorare la visione di sport o video in rapido movimento.

4K

Retroilluminazione LED Full-Array Local Dimming (FALD) diretta con (presumibili) 63 zone di oscuramento locale e X-tended Dynamic Range PRO. Il display TRILUMINOS dispone anche della tecnologia X-Wide Angle su schermi di dimensioni pari o superiori a 55″ pollici a migliorare gli angoli di visualizzazione dal pannello VA per consentire posizioni di seduta più ampie. Prestazioni di contrasto all’altezza del resto del comparto d’immagine con copertura HDR-10 e Dolby Vision ma non HDR-10+. Rispetto al Filmaker Mode la Sony offre una sua versione personalizzata per preservare fedelmente l’intento dei creativi. La progettazione dello schermo mira a offrire spettacolo visivo sia in ambienti bui che luminosi.

In termini di uniformità il pannello resta eccellente, con le porzioni agli angoli un po’ più scure, ma questo nella visione di materiale video e non di schermate da laboratorio si traduce in una visione estremamente gradevole. La retroilluminazione e l’algoritmo di attenuazione locale utilizzati da Sony offrono grande performance, con un grado di dimming capace di offrire uno dei migliori risultati su piazza. Ciò migliora ancora di più con i contenuti HDR, dall’aspetto dinamico e dettagliato. Eccellente upscaling, tra i migliori del settore, senza quel fastidioso retrogusto di troppo elaborato e senza scivolare nell’eccessivo risalto. Link a Sony.

© 2020, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest