Audio portatile Featured home Mobile Notizie Wearable

Cuffie in-ear true wireless Sony WF-SP800N

Da Sony le cuffie true wireless WF-SP800N, pensate per tenere il passo con gli stili di vita più dinamici e finalmente con livello di protezione IP55

Le cuffie true wireless WF-SP800N sono un progetto che risponde alle esigenze di coloro che in passato hanno amato ma in parte anche criticato le precedenti WF-1000XM3, ancora oggi nel novero dei migliori set di auricolari true wireless con eliminazione del rumore. Il problema allora era l’assenza di resistenza all’acqua e al sudore che impediva di sfruttarli in situazioni complesse come nel caso di chi pratica sport. Un segnale raccolto senza meno dall’azienda che metterà in distribuzione anche in Italia il nuovo modello sportivo wireless con cancellazione del rumore WF-SP800N. Prezzo al pubblico non ancora annunciato ma per farsi un’idea possiamo dire che si parla di circa 200 dollari negli States per l’acquisto.

Rispetto alla WF-1000XM3 su queste nuove WF-SP800N c’è stato un cambio di stile per il case con similitudini, dimensioni lievemente inferiori, la parte superiore è convessa e nel complesso l’ingombro non dovrebbe dare noie anche quando riposto nella tasca dei pantaloni. La possibilità di ricarica qui può avvenire solo tramite terminale USB-C, assente la ricarica wireless ma la custodia stessa offre una carica completa. La durata della batteria è pari a circa nove ore con singola carica che aumenta avvicinandosi alle tredici ore disattivando il sistema avanzato di cancellazione del rumore. Inoltre è possibile disporre di circa sessanta minuti di energia con una ricarica di soli dieci minuti.

Custodia a parte gli auricolari risultano apparentemente simili rispetto ai loro predecessori, mentre il peso resta pressoché identico con una differenza approssimativa di un solo grammo. A livello di indossabilità la situazione cambia per la presenza di archetti in silicone (di due diverse misure) per aumentare il comfort e meglio ancorare gli apparati una volta posizionati. Come può accadere con un sistema true wireless, che in quanto tale forza al 100% negli auricolari la concentrazione di quanto necessario a farli funzionare, anche qui è inevitabile la sfoggia degli stessi una volta nei padiglioni auricolari. Rispetto all’offerta e agli elementi che accompagnano le WF-SP800N i set di punte inclusi nella confezione potrebbero non incontrare la dimensione più corretta. Da questo punto di vista Sony anche in passato ha inserito nelle confezioni punte di diverse misure ma specie per chi ha padiglioni auricolari di dimensioni importanti si è rivelato difficile ottenere di sigillare perfettamente il condotto.

Nel momento in cui non si può raggiungere una tenuta pressoché stagna si vanno a perdere due elementi cardine per il miglior ascolto possibile: l’inutilità del sistema di cancellazione avanzata del rumore e non di meno presenza scenica ed elementi in gamma bassa. Capacità di resistere al sudore e schizzi d’acqua aggiunta ma anche la qualità del suono è stata mantenuta? Secondo le prime impressioni sembrano esserci alcune differenze in termini musicali, benché le WF-SP800N montino gli stessi driver del modello WF-1000XM3. A pesare in misura evidente è l’assenza del processore QN1e, che sopperiva sia all’isolamento da rumori molesti quanto nel restituire alle cuffie un suono corposo e gradevole. Desiderando l’annullamento più efficace possibile quanto a suoni che circondano non ci si dovrebbe rivolgere a progetti true wireless, bensì a cuffie around-ear che sigillino il più possibile. Consiglio che resta anche quando non si resiste all’ingerenza di punte di silicone che teoricamente dovrebbero fare da ‘tappo’ e proprio per questo infastidire specie nell’uso prolungato.

WF-1000XM3

Chi le ha già provate ha comunque segnalato che quanto a restare nella corretta posizione non ci sono problemi camminando ma un po’ meno sotto stress facendo per esempio jogging, ma come sempre l’indice di adattabilità varia a seconda di chi le indossa. La dinamica dei bassi tende quindi a variare e risulta diversamente efficace, quel piacevole senso di rotondità delle WF-1000XM3 pare non essere più di casa anche se qui si può sempre sfruttare l’equalizzazione proprietaria Sony ExtraBass. In sostanza il soundstage non tende a essere poi così contenuto e l’ascolto anche di generi musicali non esattamente da true wireless come la classica non dovrebbe risultare significativamente limitato. Presente uno specifico sensore che si rende conto quando gli auricolari sono inseriti nelle orecchie, mettendo automaticamente in pausa il flusso sonoro una volta estratti.

Feedback positivo anche rispetto ai comandi touch, in particolare il sinistro offre il controllo della cancellazione avanzata del rumore e dei vari parametri incluso il cosiddetto “ambient sound mode”, che apre una ‘finestra’ verso l’esterno (il livello è regolabile) per non perdere del tutto contatto con pericolose realtà come quelle urbane. Tenendo poi premuto il dito sempre sul lato sinistro la musica si interrompe passando immediatamente all’ascolto esterno, lasciando l’auricolare il flusso musicale riprende. Agendo sull’auricolare destro si interviene  sulla riproduzione traccia così come per attivare l’assistente vocale: a tal proposito la compatibilità è sia per Google Assistant che Amazon Alexa. Sono inclusi servizi di streaming musicale come Deezer e Tidal, ma è possibile sfruttare anche l’interessante elaborazione del segnale con sensazione surround denominata 360 Reality Audio proprietaria di Sony e di cui abbiamo parlato in questo articolo. In sostanza si tratta di una tecnologia audio spaziale basata sugli oggetti, lo scopo quello di far sentire l’ascoltatore come se si trovasse nello studio di registrazione o in un concerto dal vivo.

WF-1000XM3

Tale formato è stato creato impiegando lo standard audio 3D MPEG-H aperto, poi ottimizzato per lo streaming musicale. Volendo sfruttare banche dati con brani musicali e concerti compatibili con 360 Reality Audio c’è per esempio il servizio nugs.net, oltre ai succitati Deezer e Tidal. Stiamo parlando di oltre diecimila concerti con artisti dai nomi altisonanti e l’ascolto più immersivo possibile specie se avviene tramite ‘semplici’ auricolari. Tra le peculiarità di queste WF-SP800N quella di potersi collegare alla stessa app Sony Connect usata da altri apparati dell’azienda, con compatibilità sia Android che iOS.

Si tratta di un’applicazione efficiente e flessibile per modificare il suono, impostare le preferenze per la cancellazione del rumore e le modalità di suono ambientale oltre agli aggiornamenti firmware. Connessione Bluetooth 5.0 e finalmente il tanto agognato livello di refrattarietà agli agenti esterni con certificazione IP55, quindi resistenza agli schizzi d’acqua e alla polvere (sempre che si tratti di elementi non al di sotto del millimetro). Disponibilità a partire da luglio nei colori nero, blu e bianco.

Per ulteriori informazioni: link alla pagina Sony per le WF-SP800N.

© 2020, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest