Featured home Home theater Notizie Prove

Subwoofer mid level: Yamaha vs Klipsch vs Cerwin Vega

Eccoci alla prima sfida fra subwoofer mid-level. Inauguriamo, in questa puntata, un doppio servizio sulla comparativa fra subwoofer. Questa volta ci concentriamo sui prodotti mid-level. Si tratterà di tre modelli riconosciuti fra i più rappresentativi e competitivi della fascia.

Tre i marchi scelti: Yamaha, Klipsch e Cerwin Vega

I subwoofer mid level sono fra i prodotti per l’home theater più ambiti. Si tratta di un acquisto obbligato al fine di vivere un’esperienza immersiva completa. Oltre a ciò, un subwoofer dalle prestazioni interessanti può divenire, parimenti, un ottimo compagno per l’impianto stereofonico. Di certo, si tratta di una “soluzione non ortodossa”, cioè non ideale al fine di mantenere una precisa e corretta divisione stereofonica, in una situazione ottimale. Allo stesso modo, però, spesso siamo costretti ad optare per soluzioni hi-fi caratterizzate da piccoli diffusori da stand, magari di scuola british, o capaci di portare in dote scarse capacità sulle basse frequenza.

Proprio in questi frangenti, allora, l’utilizzo di un subwoofer si può rivelare una carta vincente per ottimizzare la resa acustica e la completezza dello spettro sonoro. Da non dimenticare, poi, la funzione portante dei bassi per determinare una corretta tridimensionalità ed una resa realistica del palcoscenico della registrazione

Tre modelli differenti, tre brand di riferimento nel settore.

Per questa prova, la scelta è ricaduta sui tre subwoofer di fascia media dei brand Yamaha, Klipsch e Cerwin Vega. Perché questi modelli, invece che quelli proposti dagli altri brand?

Dopo un’attenta valutazione dei modelli disponibili sul mercato, e relative prove preliminari, abbiamo definito nella fascia di prezzo fra 400 e 700 Euro, questi brand come i più interessanti, capaci di offrire ottime prestazioni e flessibilità di applicazione. In modo particolare, i tre brand offrono woofer da 25 o 30 cm, con un’amplificazione capace di generare potenze in grado di amplificare quasi qualsiasi stanza hi-fi/HT. Quindi abbiamo trovato in questi brand, un rapporto fra qualità, potenza, prestazioni e prezzo davvero difficile da ritrovare, non a caso si tratta di tre best seller.

Yamaha NS-SW300

I sub della Yamaha, in particolare la serie medio-alta, che inizia con il codice SW200, sono davvero una certezza. Quest’ultimo, stando agli addetti ai lavori, presenterebbe una “presunta fatica” nel gestire gli ultra-bassi, e la poca potenza.

Ho ascoltato il 300 molte volte in ambito HT e mi è, invece, sempre parso sul pezzo. Adattissimo per i film, più che per un eventuale utilizzo hi-fi, per il quale non risulta un perfetto accompagnatore musicale, è adatto a qualsiasi HT.

Si tratta di un 10 pollici, 18 kg di sostanza, che promette di scendere fino a 20hz e vanta una potenza di uscita di 250 W. È proprio in quest’ultima caratteristica, la potenza, che lo Yamaha risulta un ottimo interprete delle basse frequenze. Come si diceva, non così raffinato e leggermente invasivo in campo hi-fi, è invece un prodotto da acquistare senza remore per un HT di fascia media, o alta. Listino: 422 Euro.

Yamaha NS-SW 300

Klipsch R-120SW

Klipsch R-120SW

Recente top-of-the-line della serie Reference. Dopo l’ottimo successo del predecessore, Klipsch pone sul piatto un prodotto molto interessante. Si tratta di un woofer da 12 pollici/30 cm, caratterizzato dall’appariscente colorazione ramata e capace di una potenza continua di 200W. Si tratta di una macchina, in assoluto, meno esuberante rispetto al SW300, ma forse più raffinata e musicale. Non può, infatti, sfoggiare i volumi e la pressione sonora del concorrente, ma risulta comunque valido per ambienti medio-grandi. Adeguato, infine, un eventuale uso in ambito hi-fi, ma in questo caso meglio affidarsi a diffusori dello stesso brand. Il test effettuato con le R51 da scaffale, infatti, dimostra come la banda bassa del sub vada perfettamente a interfacciarsi con il crossover dei piccoli diffusori. Come da tradizione, non è un maciste, questo subwoofer, che si dimostra sempre leggerino, nonostante il 12 pollici. Prezzo di listino: 720 Euro

Cerwin Vega SL-10S

Subwoofer mid level
Cerwin Vega SL-10S

Veniamo all’ultimo contendente fra i subwoofer mid level. Sicuramente non è il prodotto più semplice da reperire, vista la presenza di un unico rivenditore ufficiale in Europa, ma è un prodotto che merita un ascolto. Costruito come subwoofer di riferimento della più pacata delle serie del brand, la SL, è una macchina costruita come si dovrebbe fare. Robusta struttura da 20 kg, woofer da 10 pollici e ampli da 150w. Potrebbe apparire una potenza non all’altezza dei concorrenti, ma qui i dati sono solo numeri, ciò che conta sono le prestazioni incredibili del sub, davvero insuperabili per un 25cm. L’amplificatore, a dispetto della potenza trattenuta, è a dir poco maestoso.

Subwoofer con un’indole da impatto, è in grado di generare colpi nello stomaco da primato e di caratterizzare la scena con un tappeto di bassi dinamici raro a trovarsi in queste fasce. In particolare, poi, è notevole la capacità di amplificazione di ampie stanze, valori non raggiunti dai concorrenti, e l’irraggiamento dei bassi, tale che riesce nella missione di non fare percepire in quale angolo della stanza sia posizionato il sub.

Si tratta, secondo alcuni, dell’unico vero sub in questa fascia, come struttura e capacità, ma ha dei limiti: a volte è duro a partire, se in presenza di segnali deboli. Con la musica: da evitare con le altre Cerwin, dove genererebbe una quantità insensata di bassi; può invece essere adatto a diffusori english da pavimento, se non caratterizzati da una distinta sezione bassa. Listino: 690 Euro.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest