Featured home Notizie TV

UHD Alliance e Hollywood portano la Filmmaker Mode sulle SmartTV

filmmaker mode

UHD Alliance, in collaborazione con alcuni studi cinematografici di Hollywood, ha sviluppato la modalità video FIlmmaker Mode per le Smart TV

La modalità Filmmaker Mode nasce da una collaborazione fra UHD Alliance (consorzio nato per favorire lo sviluppo di contenuti Ultra HD), varie case produttrici di TV e alcuni studi e registi di Hollywood. Da molto tempo gli addetti ai lavori dell’industria cinematografica si lamentano di come i propri contenuti vengano riprodotti sulle Smart TV di tutto il mondo. Cerchiamo di fare chiarezza sulla questione, che in realtà è molto più complicata di quanto appare. Accedendo alle varie impostazioni delle nostre Smart TV, noteremo sicuramente qualche filtro video attivato, qualche opzione per migliorare i colori… e così via. Tutte queste modalità offrono sicuramente un gran numero di vantaggi, ma non sono di certo prive di lati negativi.

Maggiore è il numero di impostazioni attive, maggiore è la possibilità che l’immagine che andremo a vedere a schermo sia lontana da quella originariamente prevista dal produttore del contenuto video che stiamo visionando. Una delle opzioni “peggiori” sotto questo punto di vista è il Motion Smoothing, che provoca un leggero ma fastidioso “effetto scia” sugli oggetti in movimento a favore di una maggiore fluidità delle immagini. Ovviamente i detentori di questi contenuti non sono affatto felici di tutto questo e sono da tempo in cerca di una soluzione. La svolta sembra finalmente in dirittura d’arrivo. UHD Alliance, infatti, in collaborazione con alcune case produttrici di Smart TV, studi cinematografici di Hollywood e registi di tutto il mondo, è pronta a rilasciare la Filmmaker Mode.

UHD Alliance e Hollywood portano la Filmmaker Mode sulle SmartTV

Questa modalità video nasce proprio con l’obiettivo di offrire un’esperienza visiva il quanto più possibile vicina alle intenzioni originali dei registi, dei direttori della fotografia e delle case produttrici dei film. La Filmmaker Mode funzionerà essenzialmente disattivando tutte le varie elaborazioni e impostazioni video che intaccano in qualsiasi modo le immagini, compreso il Motion Smoothing.

Gli addetti ai lavori del mondo del cinema, inoltre, si sono sempre lamentati delle difficoltà di navigazione riscontrate nei vari menù per riuscire a disabilitare manualmente tutte le impostazioni “dannose” per le immagini. Motivo per il quale la nuova Filmmaker Mode si attiverà in totale autonomia, grazie ai metadati contenuti nella sorgente video del contenuto che stiamo visionando. Qualora questo non fosse possibile, l’attivazione della Filmmaker Mode avverrà tramite la pressione di un singolo tasto. Sempre a favore della semplicità, tutte le case produttrici che decideranno di adottare questa funzione dovranno utilizzare il nome Filmmaker Mode, in modo da garantire la maggior uniformità possibile.

Sono molti i registi che si sono schierati a favore della cause con diverse dichiarazioni e fra queste riportiamo quelle di Paul Thomas Anderson e di Martin Scorsese.

UHD Alliance e Hollywood portano la Filmmaker Mode sulle SmartTV

Paul Thomas Anderson: “Con tutti i progressi fatte dalle televisioni moderne, è il momento adatto per introdurre la Filmmaker Mode. È impossibile ignorare quello che la tecnologia è in grado di fare. Possiamo sfruttare queste possibilità per preservare l’intento del registra, ovvero per preservare lo scopo dell’arte.”

Martin Scorsese: “Ho dato vita a Film Foundation nel 1990 con l’obiettivo di preservare i film e di proteggere la visione originale dei registi, in modo che il pubblico possa vedere i film così come sono stati immaginati. Molte persone oggi guardano quei film classici a casa invece che nei cinema; questo rende la Filmmaker Mode di particolare importanza poiché questi film sono dotati di specifiche uniche legate al modo in cui sono stati girati su pellicola.”

I primi produttori ad aver annunciato ufficialmente il supporto a questa modalità sono stati LG, Panasonic e Vizio, anche se non sono ancora chiare né le tempistiche con cui questo avverrà, né i modelli che saranno inclusi nell’iniziativa.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest