Notizie Persone TV

In Italia sale la febbre dei TV OLED

Febbre TV OLED Paolo Sandri

Secondo Paolo Sandri, direttore della Consumer Electronic Home Entertainment di LG Electronics Italia, nel nostro Paese come nel resto dell’Europa è partita la febbre dei TV OLED. Scopriamo insieme di che si tratta.

Dall’introduzione dei TV OLED sul mercato italiano, avvenuta nel 2015, sono stati venduti cinquanta mila pezzi. Lo sostiene GFK in una recente indagine di mercato nella quale si sottolinea che il risultato riguarda esclusivamente LG, l’unica azienda al mondo che produce pannelli OLED destinati al mercato dei televisori. Secondo i dati di GFK, nel corso del 2016 il colosso Sud coreano ha venduto in Italia 32.786 TV OLED con un incremento del 191% rispetto all’anno precedente.

Il modello B6W (leggi anche la prova) è stato il TV OLED che ha ottenuto i migliori risultati, mentre il modello E6 è quello che di fatto ha dettato la tendenza. È davvero il TV di riferimento sia dal punto di vista estetico sia dal punto di vista delle prestazioni. Ed è anche quello a prova di futuro“, ha detto Palo Sandri, Consumer Electronic Home Entertainment director di LG Electronics italia.

lg oled55b6v 01
TV LG OLED55B6V

A marzo 2017 le vendite sono addirittura triplicate rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, perché?

Anche nei primi mesi del 2017 si sta confermando il trend che ha caratterizzato tutto il 2016. In Italia è partita quella che io amo definire la febbre dell’OLED. I consumatori percepiscono immediatamente la differente qualità che c’è tra un TV con un pannello LG di nuova generazione e quella ottenuta con un pannello retroilluminato. Non occorrono test strumentali per attestarlo. Basta accendere un nostro OLED e un qualsiasi LCD anche top di gamma della concorrenza per rendersene conto.

È vero che l’OLED ha sostituito il plasma?

Assolutamente sì. Per gli estimatori dell’home cinema la tecnologia OLED ha raccolto il testimone del plasma, colmando un vuoto tecnologico. Da quando i produttori hanno abbandonato il plasma anni fa, questo segmento di mercato è rimasto orfano. Fino a quando LG ha realizzato i nuovi pannelli OLED con televisori che per caratteristiche e qualità soddisfano appieno i consumatori più esigenti. Tutti gli appassionati che un tempo sceglievano solo i plasma oggi si sono riversati sui prodotti LG. Per loro l’OLED rappresenta il sogno, il vero must-have. E gli entusiasti sono anche i cosiddetti early adopter, i primi che acquistano le tecnologie nuove, e storicamente il loro giudizio può spianare la strada ad un prodotto piuttosto che sbarrarla.

E per la seconda metà dell’anno?

Stiamo per portare sul mercato il nuovo OLED Signature W7 4K, un prodotto che apre di fatto un nuovo segmento di mercato, quello dei Tv wallpaper con il quale è possibile trasformare il muro della sala in un TV. Grazie ai supporti magnetici il “foglio” OLED aderisce perfettamente alla parete e l’elettronica è collocata nella soudbar completamente staccata dal TV. 

Cosa si aspetta LG dal 2017?

È sempre difficile fare previsioni. Certo le vendite stanno crescendo in modo davvero importante. Dal settembre 2015 ad oggi siamo passati da poco più di 11 mila pezzi a quasi 33 mila TV nel 2016. Da gennaio a marzo 2017 abbiamo già venduto 10 mila OLED, dunque il trend è bene avviato e tutto lascia ben sperare per la chiusura dell’anno.

Secondo i dati GFK nel 2017 in Europa si venderanno 500 mila TV OLED, è un dato raggiungibile?

Sì, GFK è una fonte molto attendibile. Il dato tra l’altro confermerebbe che la febbre dell’OLED ha ormai contagiato tutti, in Europa come nel resto del mondo. E il fatto che alcuni concorrenti anche blasonati abbiano deciso di utilizzare i pannelli OLED di LG Display per i TV top di gamma, significa che oggi con le altre tecnologi che prevedono la retroilluminazione non è possibile raggiungere le stesse prestazioni. È un riconoscimento che premia il nostro forte impegno nella ricerca e sviluppo e che dimostra che la nostra strategia era ed è quella giusta.

Vendite concentrate nella fascia alta del mercato, giusto?

Sì, e questo è l’altro dato significativo. Viviamo in un mondo rapido in cui i cambiamenti sono molto più veloci rispetto al passato. Nell’era digitale se ti proponi al mercato con un prodotto davvero innovativo la cui qualità è percepita dai consumatori, conquisti immediatamente posizioni tanto da diventare in breve il leader di mercato in uno specifico segmento. Ecco perché siamo riusciti a raggiungere una quota a valore nella fascia alta dei TV, ossia di prodotti con prezzo superiore ai 1.750 euro, del 42% nel 2016. Quota che nei primi tre mesi di quest’anno è cresciuta ulteriormente fino al 50%. Questo significa che tutti gli atri produttori del settore TV possono al momento spartirsi il restante 50%.

Com’è stato possibile?

Abbiamo avuto un’intuizione. I nostri nuovi OLED sono prodotti all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, prodotti costosi da realizzare e che sono destinati ad occupare la fascia premium dei listini. Un consumatore che compra un OLED LG spendendo cifre importanti desidera che il prodotto che ha portato a casa non si svaluti nel giro di pochi mesi. Da questo punto di vista le politiche commerciali praticate da tutti i brand nell’ultimo ventennio oggi non non sono più attuali, soprattutto quando parliamo di prodotti allo stato dell’arte. Per questo abbiamo deciso di fissare il prezzo dei nostri TV per l’intero ciclo di vita. È una politica commerciale completamente diversa e il pubblico degli appassionati ci ha premiati.

Ti può interessare

LG OLED65E7V: 65 pollici di puro piacere visivo

  • fabry20023

    Gli italiani percepiscono la differenza di qualità? Si okay ma poi guardano i film scaricati illegalmente e quando va bene guardano ancora i DVD o magari trasmissioni in SD…..Il tutto con schermi OLED…

  • Claudio di tomaso

    Purtroppo attualmente il limite più grandi per i “PLASMOFOLI” è la mancanza di formati uguali o minori ai 50″! Non so se per problemi costruttivi o per scelte di mercato questo limita MOLTISSIMO la diffusione!! Nel mio (ma anche in quello di molti videofoli che conosco) l’ideale sarebbe la disponibilità di un 49″ a prezzo competitivo (entro i 1500-1600) .. le vendite salirebbero e di molto

  • Asmod

    Italioti televisionati

Social

Pin It on Pinterest