Notizie TV

METZ MOC9000: TV OLED con intelligenza artificiale… e prezzi alti

I due TV OLED da 55’’ e 65’’ METZ MOC9000 hanno quasi tutto quello che serve, ma i prezzi poco aggressivi non li rendono particolarmente attraenti

L’ultima volta che abbiamo parlato di Metz è stato nel 2019 in occasione dell’IFA di quell’anno per la presentazione di un TV OLED 8K da 88’’ che poi non è mai arrivato sul mercato. Il celebre produttore tedesco torna a farsi sentire sui lidi italiani in questi giorni per la disponibilità nel nostro Paese dei suoi nuovi TV OLED 4K-HDR della serie MOC9000, che comprende due modelli da 55’’ e 65’’ disponibili rispettivamente a 1399 e 1999 euro.

Cifre importanti per un brand non certo di grandissimo richiamo come Metz (oggi, online, si trovano a molto meno i C1 di LG dalle stesse dimensioni), anche perché non parliamo di TV top di gamma, ma di OLED nella “media”, almeno a leggere le specifiche tecniche rilasciate dal produttore tedesco. I due TV, dotati di un pannello OLED Ultra HD a 100/120 Hz e identici tra loro a parte le dimensioni, fanno parte della gamma Metz Blue lanciata nel 2018 per proporre Smart TV accessibili ad una vasta platea di consumatori.

metz moc9000

Tutta l’elaborazione video è affidata alla piattaforma Chameleon Extreme 2.0, che sfrutta l’ormai onnipresente intelligenza artificiale per migliorare la qualità dell’immagine. Questi interventi agiscono su quattro parametri, ovvero la rimozione del rumore video, l’aumento del livello di dettaglio, il miglioramento del contrasto (a tal proposito l’IA interviene con il suo algoritmo su 2.304 zone dello schermo) e la naturalezza dei toni della pelle.

La gestione del moto è affidata alla tecnologia MEMC (Motion Estimation Motion Compensation), mentre a livello di HDR troviamo il supporto per HDR10, HLG e Dolby Vision (per l’audio troviamo invece Dolby Atmos e DTS). Con contenuti in HDR il picco di luminanza raggiunge le 1.000 cd/m2 – nits su una schermata con il bianco al 3%.

Come per gli OLED di Sony e Philips anche qui troviamo Android TV come sistema operativo (la versione è la 10) e i comandi vocali a Google Assistant si possono impartire direttamente al TV sfruttandone i microfoni integrati. Rimane però il mistero dei tre ingressi HDMI. In un’immagine pubblicitaria si legge chiaramente HDMI 2.0, ma si nota anche un logo 4K-120Hz in un’altra immagine e lo stesso produttore parla di TV che possono essere aggiornati con il Variable Refresh Rate (VRR) e l’Auto Low Latency Mode (ALLM), due delle funzioni tipiche dell’HDMI 2.1 (e i giocatori saranno contenti di sapere che l’input lag in ALLM è di 1 ms).

Non avendo testato nessuno dei due TV, propendiamo comunque per la presenza di ingressi HDMI 2.1, anche perché non si spiegherebbero altrimenti questi prezzi in presenza di ingressi di vecchia generazione. Anche così però sarà difficile per Metz rendere attraenti questi due TV quando a meno si trovano non solo i già citati LG C1, ma anche i Philips OLED 706 con sistema Ambilight a tre lati e supporto HDR totale.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest