Entertainment Guida 4K/BD/DVD

Sing [Blu-ray & UHD]

Sing

Sing, pregevole omaggio animato a Saranno Famosi, arriva in Blu-ray e in 4K con un’immagine davvero ragguardevole. Duole invece constatare, come accaduto in Pets, la bassa qualità della traccia italiana, discriminata rispetto alla lingua francese.

Il koala Buster Moon, proprietario di un teatro nonchè impresario di scarso talento, indice un concorso canoro a premi onde risollevare le sorti economiche dello stabile, prossimo all’esproprio dati i debiti contratti con la banca. Causa un errore della sua rimbambitissima segretaria, il valore del premio in denaro viene esageratamente aumentato provocando in tal modo una valanga di iscrizioni. Quando il disgraziato se ne accorge, tuttavia, il concorso è oramai in fase troppo avanzata per poter annullare tutto. Cinque concorrenti sono rimasti in gara, cinque diversi personaggi che portano in scena, oltre al loro talento musicale, anche le loro storie personali e le rispettive vite private. Come andrà a finire?

Sing

Simpatico ed originale omaggio della Illumination al filone “Saranno Famosi”, qui rivisitato e declinato in salsa “animalistica”, il quale deve al suo ispiratore una gran parte delle situazioni messe in scena. Si va dal classico protagonista in cerca di riscatto, alla casalinga “disperata” ricca di talento, passando per una talentuosa cantante colla fobia del pubblico per arrivare ad un topo arrogante dalle movenze di Frank Sinatra. L’animazione, dai tratti molto similari al predecessore Pets, è molto buona, pur se non ai livelli di una Disney o una Pixar, si lascia comunque apprezzare sia per le movenze e i lineamenti dei personaggi che per le suggestive ambientazioni.

Ciò che però resta più impressa è la colonna sonora, farcita di canzoni “storiche” che faranno scendere la lacrimuccia agli spettatori più nostalgici. Si contano infatti più di 65 brani famosi, rivisitati dai vari protagonisti per l’occasione, scelti tra i più grandi artisti dei nostri tempi. Spaziando da Sinatra ai Beatles, da Katy Perry a Kanye West, Sam Smith, John Legend finanche Lady Gaga, la parte sonora del film rappresenta il suo vero valore aggiunto, costituendo essa stessa il motivo più valido per affrontarne la visione. Ragion per cui non ci resta che augurarvi un buon “ascolto”.

Video BLU-RAY

C’è ben poco da dire sul video proposto dall’edizione di Sing, la resa del Blu-ray ricalca infatti perfettamente quello che già si era notato con Pets. Il quadro è sempre molto dettagliato, anche nelle scene più buie. A tal proposito si può visionare la parte del film in cui il teatro rimane senza energia elettrica dacchè Moon non ha pagato la bolletta; si vedrà che, pur nella fitta penombra, tutti i protagonisti e gli sfondi appaiono incredibilmente rifiniti, con lineamenti e dettagli quasi incisi con una lama.

L’unico appunto da fare è che, diversamente da Pets e dai Cattivissimo me, il tipo di animazione appare più “essenzialista”, il che comporta come effetto di avere un “girato” meno ricco di informazioni, quali erano ad esempio i precedenti lavori della Illumination.

Sing

Sia ben chiaro che questa è una limitazione del modello animato originale, per cui assolutamente svincolato dalla resa del riversamento. Parimenti convincenti appaiono i colori, ben carichi e spesso saturati come tipica firma dello studio, che fungono da complemento visivo alla già notevole musicalità della messa in scena. Le scene ambientate nel teatro, ma anche l’interno del supermercato e le varie viste panoramiche della città delineano un tripudio cromatico assolutamente da riferimento, con tinte sgargianti e “intonate” al background musicale del momento.

Molto bene anche il lato compressione, del tutto assente nelle scene illuminate così come dalle notturne. Qualche incertezza si è ravvisata, previo fermo immagine su schermo da 3 metri di base, sui fondali del teatro, tipicamente nella penombra (i drappi del sipario all’inizio, per esempio). Un video ad ogni modo davvero ragguardevole, nulla di cui stupirsi visti gli eccellenti precedenti cui eravamo abituati.

Sing

Video UHD

Se il Blu-ray non ha nulla da rimproverarsi sotto il profilo video, si potrebbe dire lo stesso per la versione Ultra HD, che ad un riversamento impeccabile aggiunge i benefici facilmente ravvisabili dell’HDR 10. Tuttavia non si può sorvolare sul fatto che questo ennesimo upscale da Digital Intermediate 2K non mostri alcun percepibile incremento nella definizione delle immagini rispetto alla controparte Blu-ray.

Insomma la resa è formalmente “impeccabile”, ma dal supporto 4K vorremmo di più e il già citato tratto non così particolareggiato delle texture e delle animazioni rende ancor più palese l’assenza di un vero scarto tra il disco UHD e il Blu-ray. Il senso di questa edizione è quindi tutto a carico dell’HDR che rende effettivamente i colori più saturi, scintillanti e l’immagine quasi sempre più contrastata e “vivida”.

sing

Audio

Premessa doverosa. Dall’analisi delle tracce audio presenti sul disco di Sing risulta che l’italiano (e anche l’olandese) è codificato in Dolby Digital Plus 7.1, con un bitrate di 768kbps. Viceversa il francese (stranamente) gode di un Dolby Atmos Digital Plus 7.1 a 1152 kbps mentre l’inglese è presente in un Dolby Atmos TrueHD 7.1. In pratica, si replica in quest’edizione la “nefandezza” già apparsa nel Blu-ray di Pets; in quel caso il bitrate risicato a soli 768 kbps (troppo pochi per codificare nei limiti della decenza 7.1 canali) aveva letteralmente snaturato il suono e “ammazzato” la gamma dinamica, con risultati abbastanza disastrosi.

A questo si aggiunge l’ennesima e recidiva discriminazione ai danni della lingua, della nazione e degli utenti italiani, dal momento che mentre a noi è toccato un audio ultra-compresso, ai francesi viene concesso un Dolby Atmos codificato con il bitrate più che adeguato. Considerato il prezzo di vendita per un’edizione di questa “caratura”, che gli euro italici sono identici in forma, colore e valore a quelli francesi e che lo spazio a disposizione sul disco abbonda, è vergognoso ed imbarazzante dover assistere a scempi tecnici come questo. E la valutazione finale, piaccia o no, deve assolutamente tenerne conto.

Sing

Dopo approfondito ascolto, duole riscontrare come l’audio italiano di Sing presenti le stesse problematiche di quello di Pets. Con l’aggravante data dal ruolo centrale che la musica ricopre nella narrazione, la cui ridotta resa finisce per “rovinare” gran parte dello spettacolo. Sebbene infatti la spazialità data dal 7.1 offra una scena sonora migliorata, riscontrabile però solo nei pochi momenti “concitati” (la fuga in auto di Johnny e l’allagamento del teatro), la “strozzatura” della gamma dinamica causata dal basso bitrate compromette pesantemente tutti i numeri musicali e le stesse scene “movimentate”.

Basti confrontare l’italiano con il francese o l’inglese durante la scena dell’allagamento del teatro per avere evidenza dell’impietosa differenza: nelle une la dinamica è molto elevata e il canale LFE altrettanto esuberante, nella nostra il tutto è piatto con un apporto LFE ridotto al lumicino. Stesso discorso per i numeri musicali, i quali essendo tra l’altro rimasti in lingua originale smarcano immediatamente il doppiaggio dal banco degli imputati.

Sing

Nota a parte per quanto riguarda il parlato. Differentemente da quanto riscontrato in Pets, la chiusura che si nota nei dialoghi italiani non è da ascriversi (solo) alla compressione, ma probabilmente al doppiaggio stesso. Confrontando infatti la traccia con l’olandese (Dolby Digital Plus 7.1 a 768 kbps anch’essa), abbiamo notato come i dialoghi ivi siano ben più corposi dei nostri.

Cosa dire quindi? Una traccia potenzialmente di riferimento, con un mix Dolby Atmos italiano a portata di mano, proposta in un 7.1 ultracompresso. E dover ascoltare l’ottima resa del francese in Atmos, con una spazialità ben più estesa e una dinamica molto potente, ci ha fatto solo che irritare di più di fronte l’ennesima sgradevole discriminazione cui gli utenti italiani sono rimasti vittime.

Sing

Extra

Variegati e completi i contenuti extra proposti assieme a Sing, molti dei quali vertono sulla notevole colonna sonora che accompagna le immagini. Abbiamo quindi:

  • I profili dei personaggi: descrizioni dei profili delle voci originali dei personaggi di Sing, tra cui:
    • Matthew McConaughey – Buster Moon
    • Reese Witherspoon – Rosita
    • Tori Kelly – Meena
    • Taron Egerton – Johnny
    • Nick Kroll – Gunter
    • Garth Jennings – Miss Crawly
  • Al ricerca del ritmo, il montaggio di Sing: il montatore Greg Perler illustra il suo lavoro e le caratteristiche peculiari del montaggio per un film di animazione.
  • Making of di Sing: speciale sulla realizzazione del film attraverso interviste a Chris Meledandri, Janet Healy (produttrice) e al team di animatori degli Illumination studios.
  • Video musicali: i video musicali, accompagnati dalle parole dei testi, di “Faith” e “Set It All Free”.
  • Realizzare un video musicale con Tori Kelly: il dietro le quinte del video precedente, introdotto e commentato dalla stessa Tori.
  • Video musicale di “Don’t You Worry ‘Bout A Thing”: il video musicale della canzone, interpretato da Tori Kelly.
  • I corti: tre divertenti corti incentrati su Gunter, Miss Crawly ed Eddie e sulle loro disavventure.
  • Il Making Of dei corti: Making of dei mini-film attraverso interviste ai loro realizzatori.
  • Sing&Dance! – “Faith”: il famoso coreografo Aakomon Jones illustra i passi di danza ispirati dal film e dalla canzone “Faith”.
  • La rete di Sing: Raccolta di featurette legate ai personaggi del film e al loro business, in particolare:
    • La scuola di ballo di Gunter
    • Il Moon Theater
    • Il Congegno babysitter di Rosita
    • L’agenzia matrimoniale della signorina Crawly
    • Al telegiornale:  Brevi storie che hanno come protagonisti i concorrenti del concorso indetto da Buster Moon.
  • Il Meglio di Gunter:  Best of delle migliori battute di Gunter, montate in sequenza.

Sing

UHD vs Blu-ray

Con sostanzialmente la stessa configurazione audio, i medesimi extra e l’identico master 2K di partenza, l’unica discriminante a favore del supporto 4K rimane l’HDR, il cui contributo è effettivo. Se però basti questo a giustificare il supporto più moderno (e “oneroso” in termini di prezzo) rimane a ciascuno da valutare.

TESTATO CON:

Video proiettore JVC Rs400, UHD player Oppo UDP-203

Blu-ray disponibile su dvd-store.it

Sing [Blu-ray]
6.5 Recensione
Pro
Notevole colonna sonora musicale
Quadro video molto convincente
Audio italiano 7.1
Buon comparto extra
Contro
Audio italiano discriminato
gamma dinamica fortemente compromessa
Riepilogo
Prodotto da: Illumination Enterteinment
Distribuito da: Universal Pictures
Durata: 110'
Anno di produzione: 2016
Genere: Animazione/Musicale
Regia: Garth Jennings
Interpreti (v.originale): Matthew McConaughey, Reese Witherspoon, Tori Kelly, Seth McFarlane, Taron Egerton, Scarlett Johansson
------------
Supporto: BD50 (2D)
Aspect Ratio: 1.85:1
Codifica Video: MPEG-4 AVC (1080p)
Audio: Inglese Dolby Atmos, Francese Dolby Digital Atmos Plus (1152kbps)
Italiano, Olandese Dolby Digital Plus 7.1 (768 kbps)
Romeno, Fiammingo Dolby Digital 5.1 (640 kbps), Francese (non vedenti) Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: ita, ing, fra, ola, rom
Qualità artistica
Video
Audio italiano
Audio originale
Extra
Il giudizio di AF
Sing [UHD]
6 Recensione
Pro
Buona incidenza dell'HDR sul quadro
Audio originale Atmos
Buon comparto extra sul BD allegato
Contro
D.I. 2K, definizione identica a BD
audio italiano DD plus troppo compresso
Riepilogo
Supporto: UHD 66 + BD50
Aspect Ratio: 1.85:1
Codifica Video: HEVC (2160p)
Audio: Inglese Dolby Atmos, Francese Dolby Digital Atmos Plus (1152kbps)
Italiano, Spagnolo, Olandese Dolby Digital Plus 7.1 (768 kbps)
Romeno, Fiammingo Dolby Digital 5.1 (640 kbps), Francese (non vedenti) Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: ita, ing, fra, ola, rom, spa
Qualità artistica
Video
Audio italiano
Audio originale
Extra
Il giudizio di AF

Social

Pin It on Pinterest