Hi-Fi Notizie

Vandersteen 2ce Signature: l’highlander.

Vandersteen 2ce Signature: l'highlander.
Vandersteen 2Ce Signature

Circa quarant’anni fa nasceva il capolavoro di Richard Vandersteen, un vero highlander, che rinnovato con piccoli affinamenti arriva fino ai giorni nostri confermandosi un diffusore completo ad un prezzo interessante.

Storia e costruzione delle Vandersteen 2ce .

Erano gli anni settanta quando Richard Vandersteen iniziò a produrre prototipi di diffusori prima come appassionato poi con una piccola realtà locale. Vandersteen ebbe una intuizione molto interessante che riguarda il baffle dei cabinet: riducendo le dimensione del baffle il suono diventava più realistico. Richard arrivò a questa conclusione dopo varie sessioni di ascolto. In seguito la sua intuizione fu seguita da molti costruttori che ne riconobbero la validità. Il minimum baffle consiste in una struttura poco più larga dei driver, riempita di assorbente caratterizzato da estrema rigida che elimina le vibrazioni e conferisce un suono naturale, trasparente e dinamico con una notevole estensione in gamma bassa, molti li paragonano ai diffusori planari. Il progettista dichiara di riporre molta attenzione durante la progettazione alla fase ed ai ritardi ed utilizza reti di cross over del primo ordine. Le Vandersteen 2ce Signature sono diffusori a tre vie più radiatore passivo posizionato sul lato posteriore. Il tipo di caricamento è in sospensione pneumatica, formula ormai poco usata ma valida. Caratterizzate da un modulo di impedenza abbastanza facile non hanno grandi problemi di pilotaggio ed il costruttore raccomanda l’utilizzo di un amplificatore dai 40 ai 160 watt, preferibilmente in biwiring.

Indispensabili o quasi i piccoli stand di metallo da posizionare sotto i diffusori per regolare l’inclinazione ottimizzando cosi la risposta temporale in base al punto di ascolto. Il design è molto spartano e consta di una struttura in metallo con rifiniture in legno disponibili in varie essenze.

Vandersteen 2ce Signature: l'highlander.
Vandersteen 2ce Signature

Una particolarità delle Vandersteen 2ce Signature è che non è possibile rimuovere la tela che copre gli altoparlanti. 

Conclusioni e riflessioni.

Il primo modello, il Model 2 fu seguito dal 2A, poi dal 2b fino ad arrivare all’attuale 2ce Signature. Con più di 200.000 coppie vendute è sicuramente un best seller che però in Italia non ha ottenuto il successo che merita. Caratterizzate da un design sicuramente non all’ultimo grido con la loro risposta in frequenza estesa (dai 29 Hz ai 29Khz)  non faranno perdere nulla o quasi del messaggio sonoro. Imponenti per dimensioni (41 x 102 x 26 cm) e peso (27 kg) necessitano di uno spazio adeguato per il posizionamento.

Le Vandersteen 2 ce Signature sono distribuite sul territorio italiano da Lp Audio ad un prezzo di listino di 3.450 Euro, con 200 Euro in più si possono acquistare gli stand in metallo.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

    AF Theater, la tua location per test ed eventi. Clicca per info e costi


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest