AF Focus Featured home Mercati Tecnologie Tendenze

Il vintage te lo do io! Gioie e dolori di un settore insidioso

Technics Sl-1200 GR

“Apparecchi come questo non li fanno più!” oppure: “Sai oggi quanto devi spendere per un apparecchio del genere?”

Il vintage dilaga in tutti i settori. Dall’automotive (vedi ad esempio la Fiat 500) alle moto (vedi ad esempio Triumph Boneville) fino ad arrivare all’arredamento. Sempre più aziende “ringiovaniscono” i successi del passato, a volte con successo altre meno. Il nuovo Technics 1200 nelle sue varianti, numeri alla mano, è un esempio concreto di successo: qualità, facilità di utilizzo, rapporto prezzo-prestazioni elevato e tanti tanti ricordi di serate passate in discoteca, chi da una parte della consolle chi dall’altra!

Singles Turntable
Giradischi Pro-Ject in stile vintage

 

Se nel mondo dell’home theater parlare di vintage stimola poco o nulla la curiosità degli appassionati, considerando che un apparecchio diventa obsoleto in maniera molto più repentina, nel mondo dell’alta fedeltà a due canali il vintage o presunto tale, sta riscuotendo un successo impressionante complice anche la rinascita del giradischi. Una cosa è da sottolineare: negli anni Settanta o Ottanta se volevi ascoltare musica non avevi tutte le opzioni che hai oggi. Un impianto a due canali era una soluzione quasi obbligata ma soprattutto di moda e di conseguenza la produzione era basata su numeri decisamente più importanti che aiutavano nell’abbattimento dei costi. D’altro canto è pur vero che il progresso tecnologico ha sopperito alla contrazione del mercato tramite robotizzazione della produzione ed altro.

Il Vintage e l’usato

La prima importante differenziazione da fare è tra vintage e vecchio.

Ultima versione dello storico C22 Mcintosh

Tutto ciò che è vecchio non è per forza vintage.

Quando leggiamo di apparecchi che già a metà anni Settanta venivano venduti a fatica ed oggi vengono proposti come pietre miliari dell’alta fedeltà proviamo un misto di rabbia e sconcerto. Un’accoppiata pre e finale Marantz 7B-8C è Vintage con la “V” maiuscola, mentre l’integrato venduto nel 1982 a 50.000 Lire con non poca fatica e riproposto oggi con potenziometri gracchianti e riparato nel corso degli anni alla bene e meglio è vecchio.

Questo cosa comporta?

L’appassionato e facoltoso collezionista alla ricerca di una accoppiata vintage come quella Marantz menzionata poco sopra, mediamente è una persona con una certa conoscenza del mercato che sa cosa cercare e che in caso si farà coadiuvare da un esperto del settore. Le cifre in gioco sono alte e vale la pena fare tutte le verifiche del caso. Dall’altra parte, troverete un rivenditore o un appassionato che raramente è alle primi armi, anzi è una persona esperta che sa cosa possiede.

Perché spendere una fortuna per un apparecchio di quaranta – cinquant’anni fa?

Semplice, si comprano apparecchi dal fascino inestimabile, mediamente ben tenuti. Sono gli stessi motivi che spingono ad esempio a comprare una Ferrari 275 Berlinetta Competizione. Inoltre, anche sonicamente sono apparecchi che ancora oggi dicono la loro se messi nelle condizioni di suonare.

posta del cuore
NAD 3020

 

Veniamo ora ai prodotti meno rari e più a buon mercato. Prendiamo giusto per esempio il  Nad 3020, ritenuto da tutti e a ragione un best buy. Se la memoria non mi inganna nel 1982 costava 290.000 Lire. Il Nad 3020 è stato un lampo di genio del progettista dell’epoca che fece contenti migliaia di audiofili dal  portafogli risicato. Se, oggi, nel 2021 lo comprate perché vi ricorda un periodo della vostra vita felice o il primo bacio con quella ragazza che aveva quel delizioso brufolo sopra il naso o ancora perché avete il ricordo di quel suono che vi sembrava celestiale ok ci può stare. Soprattutto se siete consapevoli delle incognite a cui andate incontro.

Se siete alle prime armi e lo comprate pensando di ottenere un best buy in grado di far meglio di un amplificatore moderno fatevi le domande che ci siamo posti noi. Facendo una veloce ricerca sul noto sito hifishark, in Italia per il Nad 3020 vediamo prezzi che oscillano tra i 200 ed i 290 Euro.

Cosa compriamo buttando uno sguardo al mercato del nuovo alla stessa cifra o quasi?

  • Marantz PM5005  noi l’abbiamo trovato da Di Prinzio a 279 Euro.
  • Yamaha A-S 201 noi l’abbiamo trovato a 217 Euro su Amazon .
  • Rotel A10 noi l’abbiamo trovato a 399 Euro da AF Merate .
  • Nad C316 Bee noi l’abbiamo trovato da Dolfi HiFi a 395 Euro

Considerate che quasi tutti gli integrati nuovi sono dotati di telecomando e, ovviamente di garanzia. Quella minima di legge è di due anni. Un telecomando su un apparecchio vintage per lo più entry level è una mosca bianca. La garanzia su un apparecchio vecchio o vintage, se lo prendete da un rivenditore potreste averla.

Molto spesso ci scrivono inesperti e ingenui neo appassionati che, presi dall’euforia del momento, acquistano apparecchi vecchi, più che vintage, con diversi interventi alle spalle di tecnici più o meno esperti che, nel migliore dei casi, ne hanno snaturato del tutto le performance, mentre nel peggiore, hanno reso la riparazione più costosa del valore dell’oggetto stesso per l’impossibilità di reperire ricambi ormai introvabili.
Tutto questo per dire che il vintage è bello, ma non per tutti.

 

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest