UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Featured home Notizie Speciale CES 2019 TV

CES 2019 – Alexa e Google Assistant sbarcano sui nuovi TV QLED Samsung

alexa

I TV QLED Samsung del 2019 supporteranno (anche se solo “esternamente”) Alexa e Google Assistant a fianco del già presente Bixby.

Tra le varie novità annunciate da Samsung al CES 2019 (qui parliamo dei nuovi schermi Micro LED), spicca anche l’arrivo di Alexa e Google Assistant a bordo dei nuovi TV QLED 2019 che il colosso coreano dovrebbe svelare a Las Vegas in queste ore. Si tratta però di un supporto limitato per due ragioni. Tanto per cominciare, sarà necessario connettere un dispositivo Echo o uno Google Home al TV, visto che non sarà possibile inviare comandi vocali al telecomando come si può già fare ora grazie all’assistente proprietario Bixby integrato nel sistema operativo Tizen TV.

L’altro limite è che tramite Alexa o Google Assistant gli utenti saranno in grado di controllare solo alcuni parametri del televisore come il volume, l’accensione e lo spegnimento del TV, il cambio di ingresso o l’avvio delle app selezionate. Bixby offre invece funzionalità più approfondite e avanzate proprio perché è profondamente integrato in Tizen TV.

CES 2019 – Alexa e Google Assistant sbarcano sui nuovi TV QLED Samsung

Si tratta in ogni caso di un annuncio significativo che dimostra come anche Samsung abbia capito l’importanza crescente degli smart speaker con Alexa e Google Assistant, che hanno ormai superato quota 100 milioni in tutto il mondo e che quindi non possono più essere ignorati. Al contrario, nonostante sia stato annunciato da parecchi mesi, lo smart speaker Galaxy Home con al suo interno Bixby non è ancora arrivato sul mercato, quasi come se Samsung temesse di essere “schiacciata” dai due assistenti smart rivali.

Al momento non si sa se il supporto per Alexa e Google Assistant arriverà anche a bordo dei TV del 2018, ma conoscendo Samsung non ci stupiremmo se ciò accadesse, magari con solo qualche mese di ritardo rispetto all’integrazione nei nuovi modelli. Per ora tutto il discorso è relativo al supporto per l’inglese e quindi è ancora presto per conoscere le tempistiche per il supporto alla lingua italiana.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest