AF Focus Tecnologie

Garmin Empirbus – Domotica in barca

Garmin Empirbus – Domotica in barca

Da Garmin e Trigentic il sistema modulare Empirbus dedicato a natanti di qualsiasi dimensione per gestione in sicurezza, anche da remoto

Empirbus è la soluzione offerta da Garmin per risolvere i problemi di gestione del proprio natante, restando tranquilli e abbandonando preoccupazioni legate a scarica delle batterie, luci, stato delle sentine. L’idea alla base quella di avere sempre tutto sotto controllo con specifici sistemi di monitoraggio tramite device portatili come tablet e smartphone, ma anche attraverso computer. Rilevazione di fumi, livello della temperatura, gestione impianto di riscaldamento o condizionamento, visione da remoto tramite telecamere, presenze a bordo e persino lo spostamento del natante. Empirbus è il sistema integrato sviluppato dalla statunitense Garmin, più nota per la produzione in ambito GPS.

Nel corso del tempo la domotica ha cambiato pelle, tempi tecnologici più adeguati e l’abbandono dell’idea di automatismi declinati in termini di progetti estremamente costosi e destinati esclusivamente ai più abbienti. Domotica che oltre a coniugare il benessere riveste un ruolo ancor più importante quanto a sicurezza e controllo a distanza, attraverso un sistema di cablaggio ad hoc convogliando tutte le informazioni possibili su di un unico pannello digitale. Niente più interruttori e pulsantiere meccaniche, limitazioni di ingombro e un livello di controllo che diversamente richiederebbe vicinanza col natante e dispendio di maggiori energie. Le applicazioni non sono solo dedicate agli yacth ma anche a imbarcazioni di dimensioni ridotte e persino gommoni, risparmiando nel budget di gestione e aumentando al contempo la sicurezza. Proprio in tale ambito quando occorre tenere ancor più sotto controllo il budget Garmin offre uno speciale kit per l’installazione in retrofit su barche e gommoni di ridotte dimensioni.

E così va a scemare al minimo il costo di installazione: in questo caso infatti si dispone di sistema già assemblato e configurato per la gestione di determinate utenze come per esempio luci LED, allarmi, punti di comando, frigoriferi, pompe, ventole, batterie e cicalino. L’idea alla base di Empirbus è legata allo sviluppo di software da parte dell’azienda svedese Trigentic, acquisita da Garmin nel 2018, forte di un concept domotico che fa capo a un processore e i moduli da aggiungere a seconda delle necessità. La rete di questi ultimi può ampliarsi e diventare una vera e propria rete integrata. Di fatto l’unità di controllo centrale MCU ha in mano il controllo di uno o più moduli di controllo dei circuiti (DCM), ciascuno col proprio specifico compito e potenzialità di verifica di un massimo di sedici circuiti. In aiuto alla comunicazione locale il protocollo NMEA 2000, attraverso il quale alleggerire il giro di cavi favorendo non solo la messa in opera ma anche la manutenzione. Cablaggio che può venire addirittura eliminato quasi alla radice attraverso i sensori wireless EnOcean, compatibili con Empirbus.

Grazie al cosiddetto digital switching e ai sistemi di commutazione digitale e naturalmente alla connessione via rete si possono avere a portata di click una molteplicità di dispositivi del natante senza la piena funzionalità dei quali la navigazione diventerebbe problematica. Empirbus resta base di partenza anche in situazioni dove occorra una più precisa progettazione e adattabilità, andando incontro a molteplici esigenze e in funzione del diverso impiego dell’imbarcazione, sia che si trovi ancorata in rada piuttosto che messa in acqua solo all’occorrenza.

Per ulteriori informazioni: link alla pagina Gamin.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest