Notizie Tendenze

Nasce Greenroom by Spotify…farà la stessa fine di Clubhouse?

Nasce Greenroom by Spotify...farà la stessa fine di Clubhouse?

Spotify “risponde” a Clubhouse lanciando un nuovo servizio incentrato sugli audio live.

Il social Clubhouse non se la passa benissimo nelle ultime settimane. Dopo un lancio di discreto successo, ora sembra essere sparito dai radar. Certo, è probabile che il social basato sugli audio possa avere ancora occasione di far parlare di sé in futuro.

Anche Spotify, evidentemente, sta puntando su una piattaforma simile. L’azienda ha infatti da poco rilasciato Greenroom, un’app basata sull’utilizzo di audio per discutere di argomenti come musica e sport. In realtà la notizia non è totalmente inaspettata, infatti Spotify ne aveva già annunciato l’arrivo a marzo.

L’app non è rilasciata direttamente da Spotify, ma da Betty Labs Incorporated. Tale azienda ha creato Locker Room, un’app che permette di conversare su argomenti riguardanti principalmente sport e che, tra l’altro, ha ricevuto oltre 9 milioni di dollari di investimenti. Il successo iniziale di Clubhouse ha spinto quindi Spotify ad acquisire Betty Labs, così da lanciare il proprio servizio Greenroom by Spotify. Quest’ultimo estenderà Locker Room includendo nuovi argomenti, uno su tutti ovviamente la musica (ma non solo, si parlerà, oltre di sport, anche di cultura, politica e altro ancora).

COME FUNZIONA

Greenroom permetterà non solo di effettuare conversazioni, ma anche di registrarle e pubblicarle sotto forma di podcast. Questo consentirà a Spotify di avere un vantaggio nella sua lotta contro Apple Music. Si prevede che saranno oltre i 28 milioni gli ascoltatori di podcast quest’anno, e solo negli Stati Uniti. Inoltre, i creatori di room (stanze) più seguiti e popolari potranno ricevere ricompense e finanziamenti da Spotify stessa tramite un sistema chiamato Creator Fund. Anche Clubhouse, tra l’altro, ha un sistema di retribuzione simile. Spotify inoltre ha investito molto sui podcast, sempre più presenti nell’app di streaming. In un post, l’azienda ha dichiarato: “Abbiamo pensato a Greenroom tenendo a mente i creatori e agli artisti che rendono Spotify eccezionale, con l’intento di semplificare l’interattività e le connessioni tra i partecipanti alle stanze dal vivo”.

LANCIO DELL’APP

Per chi volesse provarla, l’app è già disponibile al download su App Store  e Play Store. A differenza di Clubhouse, in questo caso non vi è un sistema ad inviti, e sarà subito possibile entrare in una stanza o crearne una. Ci si può iscrivere utilizzando l’ account Facebook oppure direttamente con il proprio account Spotify. Altre informazioni sull’app sono già disponibili sul sito ufficiale.

Non resta che attendere e vedere se Greenroom avrà effettivamente un futuro.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest