AF Focus Featured home Tecnologie Tendenze

Home Cinema 5.1 wireless: 4000 euro e passa la paura

home cinema

Siete maniaci della comodità? Vi proponiamo un sistema Home Cinema multicanale quasi interamente wireless con un costo di poco superiore ai 4000 euro

Immaginiamo che non siano pochi gli appassionati che in qualche modo sono stati frenati nei loro progetti di cinema casalingo per la necessità di dover tirare cavi in mezzo alla stanza. L’opzione wireless era quasi impensabile fino a diversi anni fa, ma ora le cose sono diverse e, volendo, si può allestire un perfetto sistema audiovideo multicanale con i cavi ridotti al minimo, che poi rimangono quelli HDMI e quelli per l’alimentazione dei vari componenti.

Anche perché nessuno ha ancora inventato una soundbar o un TV a batteria e quindi parlare di sistema AV wireless al 100% non corrisponde del tutto al vero. Con i giusti prodotti però si possono eliminare completamente i cavi di collegamento ai diffusori e già questo passo avanti rappresenta per molti una vera e propria liberazione.

In questi scenari la fedeltà del segnale audio è fondamentale per assicurarsi che il suono sia sincronizzato tra i vari diffusori e con anche l’immagine sullo schermo (TV o proiettore che sia). Per questo consigliamo di affidarsi ai prodotti di Sonos, che da diversi anni si sta ritagliando una nicchia nello spazio audio wireless. È infatti possibile abbinare alcuni dei suoi prodotti più recenti per creare un sistema 5.1 senza la necessità di un amplificatore AV.

La Sonos Arc è il punto di partenza. È una delle migliori soundbar in circolazione e, con i suoi 899 euro di listino, offre un rapporto qualità-prezzo interessante, considerando anche che il produttore americano ha sempre mantenuto i prezzi dei suoi prodotti su livelli medio-alti. La Sonos Arc è risultata essere una soundbar dettagliata, dinamica e autoritaria quanto basta, anche se ad averci convinto maggiormente è stata soprattutto la sua “intelligenza spaziale”.

La compatibilità con le tracce in Dolby Atmos della Sonos Arc è resa possibile da 11 amplificatori digitali di Classe D che alimentano altrettanti driver personalizzati. Otto di questi sono woofer ellittici (quattro lungo la parte anteriore, due in alto e uno in ciascuna estremità), mentre gli altri tre sono tweeter a cupola di seta integrati nella parte anteriore, con due di essi rivolti leggermente verso l’alto.

sonos arc

La Arc utilizza la sua gamma di altoparlanti per far rimbalzare il suono sulle pareti e sul soffitto per creare un effetto audio 3D e il campo sonoro è adattato automaticamente all’ambiente di ascolto grazie alla tecnologia Trueplay di Sonos. La soundbar supporta inoltre lo standard HDMI eARC (Enhanced Audio Return Channel) ed è compatibile anche con AirPlay 2, permettendo così lo streaming wireless da dispositivi iOS e macOS.

Visto però che poco sopra abbiamo parlato di sistema multicanale, una singola soundbar non sarà mai in grado di sostituire completamente un kit multidiffusore. Ma qui viene il bello. Alla Sonos Arc si possono aggiungere il subwoofer Sonos Sub e due Sonos One SL come speaker surround per avere un sistema 5.1.2 e, con un secondo subwoofer, si può anche arrivare a una configurazione a 5.2.2 canali del tutto wireless.

In questo caso la spesa totale supera di poco i 2000 euro; non poco, ma teniamo conto della comodità del wireless, della possibilità di impiegare i due One SL come speaker wireless in altre stanze della casa e del fatto che, parlando di Sonos, parliamo anche si funzionalità bonus come lo streaming di musica multi-room, un facile controllo vocale (Alexa e Google Assistant) e una completa offerta di servizi musicali.

Sistemato l’audio, viene il video. La scelta di TV compatibili con Dolby Atmos (vogliamo sfruttare al meglio la Sonos Arc, giusto?) è amplissima, ma contando le tante offerte online abbiamo scelto il TV OLED LG C1 da 65’’ della gamma 2021, che si può trovare oggi a partire da 1600 euro (se poi volete spendere meno, ci sono sempre i modelli da 48’’ o 55’’). È un TV fenomenale per qualità video e, grazie al pieno supporto alle specifiche HDMI 2.1, è anche uno dei più completi e aggiornati sul mercato, soprattutto in ottica gaming.

L’ultima scelta da fare riguarda la sorgente video. Se già con il TV di LG avete accesso a qualsiasi app possibile e immaginabile per i servizi in streaming (Netlix, Amazon Prime Video, Disney+, Apple TV+ ecc…), manca ancora qualcosa in grado di riprodurre i supporti fisici. Inizialmente volevamo consigliare il lettore UHD Panasonic DP-UB820EB da 399 euro di listino, ma poi ci abbiamo ripensato.

Anche perché, con solo 100 euro in più (e con un po’ di pazienza vista la scarsa disponibilità sul mercato), potete prendervi una Xbox Series X da utilizzare sia come console videoludica di ultima generazione sfruttando appieno il TV di LG e il Dolby Atmos della soundbar di Sonos, sia come lettore di CD, DVD, Blu-ray e Ultra HD Blu-ray. Ovviamente, se i videogiochi non vi interessano minimamente, l’opzione del lettore UHD di Panasonic rimane di gran lunga preferibile (è davvero un ottimo player).

Tirando le somme , per mettervi in casa un sistema Home Cinema multicanale quanto più wireless possibile tenendo sempre a mente la qualità audiovisiva ma senza spendere un patrimonio, la nostra proposta impegna un budget compreso tra i 4000 e i 4300 euro (dipende quanto spenderete per il TV), che però può scendere sensibilmente se optate per un TV più piccolo o se preferite iniziare solo con la soundbar per poi aggiungere in un secondo tempo il subwoofer e i due posteriori.

A voi la scelta.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest