Entertainment Featured home Guida 4K/BD/DVD

Mandy [Blu-ray]

Mandy

Horror psichedelico/allucinatorio con Nicolas Cage, Mandy in Blu-ray vanta un solido comparto audiovisivo al netto della fotografia estrema.

Red (Nicolas Cage) e Mandy (Andrea Riseborough) vivono felici e appartati in una casa immersa tra i boschi, lei lavora a un emporio locale e passa il tempo libero leggendo libri fantasy e di fantascienza, lui fa il boscaiolo e ama Mandy profondamente.

Mandy

Il loro idillio viene brutalmente interrotto da una setta di hippie fanatici, che dopo aver adocchiato Mandy irrompono nella loro casa di notte: lui viene legato, lei viene drogata e il leader della setta cerca di sedurla. Il rifiuto della ragazza avrà conseguenze nefaste e Red, lasciato solo e in preda alla rabbia e alla disperazione, decide di farsi giustizia da sé.

Mandy

Se dalla trama Mandy si potrebbe scambiare per un horror qualunque, l’opera seconda del giovane Panos Cosmatos (figlio di George Cosmatos, regista dei primi due Rambo) è un delirio allucinogeno audiovisivo di prim’ordine, che si sviluppa con un ritmo lento ma immersivo e con un’atmosfera densa resa tale dalla fotografia lisergica e dalla inquietante colonna sonora a base di sintetizzatori di Johann Johannsson (ad eccezione del brano d’apertura “Starless” dei grandi King Crimson).

Mandy

Un trip lisergico che nella seconda parte del film esplode in un delirio sanguinario in cui Nicolas Cage è l’interprete perfetto, sopra le righe e folle, “tamarro” e sofferente al tempo stesso.

Nicolas cage

Un dolore insostenibile che diventa furia irrazionale del protagonista, dove tutto -le location, le distorsioni cromatiche, la musica, i mostruosi motociclisti, le scene splatter- concorre a dipingere una vera discesa agli inferi, come purtroppo raramente accade nell’ inflazionato panorama del cinema horror odierno o del “revenge” movie.

Nicolas Cage in Mandy

Un B-movie dal sapore anni ‘80 per la sregolatezza, ma che non sa di vintage attingendo dalle suggestioni audiovisive più estreme di David Lynch e Nicolas Winding Refn creando un ibrido originale, certamente non per tutti i palati.

Se vi piace questo tipo di horror più estetico che narrativo, recuperate pure i notevoli (e ancora più allucinati) Amer e Lacrime di Sangue del duo Hélène Cattet, Bruno Forzani.

Mandy

VIDEO

Comparto video di non facile valutazione vista la particolarissima fotografia del film, quasi integralmente soggetta a forti aberrazioni cromatiche, distorsioni, filtri, sfuocati e rumore video messo in evidenza di proposito. Ciò non significa che il film si veda male, tutt’altro, il problema in alcuni frangenti sarebbe capire quanto certi disturbi siano presenti all’origine e quanti indotti dai limiti del supporto. Il film è per la stragrande maggioranza del tempo molto rumoroso, ma con un effetto simile alla grana di una pellicola 16mm più che a rumore digitale.

Mandy

Un’idea della buona qualità del riversamento digitale ce la può dare una delle pochissime sequenze “visivamente normali” del film, quando la disperazione di Red esplode nel bagno di casa sua e inizia a trangugiare un superalcolico mentre si lava le ferite: la definizione qui è molto elevata e si può capire l’impiego di camere di qualità (Arri Alexa a 2.8 K), senza alcun accenno di rumore video o compressione (per fortuna è stato impiegato un BD-50 generosamente riempito).

Nicolas Cage

Per il resto Mandy vive di contrasti fortissimi (ottimo il livello del nero) e tinte iper-sature, tanto che saremmo curiosi di vedere una purtroppo altamente improbabile versione UHD con HDR.

AUDIO

La colonna sonora in Mandy è quasi onnipresente e molto intensa, anche in termini di volume, avvolgendo l’ascoltatore da tutti i canali a disposizione, LFE compreso. Anche quando scoppia l’azione è quasi sempre la musica a essere in primo piano più che gli effetti, mentre i dialoghi restano comunque ben percepibili sul centrale.

Mandy

Qualche raro momento più tranquillo permette di apprezzare la ricostruzione sonora del bosco. La dinamica è generosa e il volume della traccia italiana DTS-HD Master Audio 5.1 pure, facendo trasparire differenze davvero minime con la traccia originale inglese, legate praticamente solo alla resa dei dialoghi.

Mandy

EXTRA

Peccato per la totale assenza di contenuti extra, mentre sul Blu-ray americano trovano spazio alcune scene eliminate o estese e un dietro le quinte di una ventina di minuti.

Segnaliamo che la copertina è doppia, con il layout normale e della “tombstone collection”, e all’interno troviamo la solita (inutile) card.

TESTATO CON: Tv LG OLED 55C7V, Blu-ray player Panasonic DMP BDT-310

Blu-ray disponibile su dvd-store.it

Mandy [Blu-ray]
7 Recensione
Pro
Video pregevole nonostante fotografia difficile
Audio lossless molto coinvolgente
Horror "da vero trip"
Contro
Nessun contenuto extra
Film non per tutti i palati
Riepilogo
Prodotto da: Leone Film Group
Prodotto de distribuito da: Eagle Pictures
Durata: 121'
Anno di produzione: 2018
Genere: horror
Regia: Panos Cosmatos
Interpreti: Nicolas Cage, Andrea Riseborough, Linus Roache, Bill Duke
------
Supporto: BD 50 (37,7 Gb)
Aspect Ratio: 2.35:1
Codifica Video: 1080 24p AVC
Audio: inglese, italiano DTS-HD Master Audio 5.1
Sottotitoli: italiano
Qualità artistica
Video
Audio italiano
Audio originale
Extra
Il giudizio di AF

© 2019, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest