Mobile Notizie

Xiaomi 11 Ultra – Per chi non vuole compromessi

11 Ultra è il nuovissimo smartphone Xiaomi dalle prestazioni assolute, scocca in ceramica capace di resistere a 50 metri di profondità

Presentazione in grande stile oggi in diretta streaming dalla Cina dei nuovi smartphone Xiaomi, ampio ventaglio di proposte tra cui spiccavano due modelli di punta: il Mi 11 Pro, di cui per ora non è prevista distribuzione internazionale, e il flagship assoluto Xiaomi 11 Ultra. Ed è proprio l’Ultra ad aver colpito l’attenzione della platea per gli incredibili risultati raggiunti, dimensioni 74.6 x 164.3 x 8.38 mm (peso 234 grammi), display AMOLED (E4) curvo sui quattro lati, 6,81” pollici, risoluzione 3200 x 1440 pixel e refresh rate a 120 Hz (gestione Adaptive Sync 30, 60, 90, 120Hz), formato 20:9, 515 ppi di densità, luminosità picco 1.700 nit, contrasto 5.000.000:1. Tra le caratteristiche salienti la certifica IP68, che lo rende totalmente refrattario a polvere e liquidi, con sorprendente capacità di immersione.

Secondo tabella il Mi 11 Ultra, esattamente come il Mi 11 Pro, è certificato per resistere a una profondità di 1,5 metri per trenta minuti ma la dimostrazione che è stata mostrata è stata tutt’altra: all’interno della più profonda piscina al mondo un sommozzatore, privo di bombole, è sceso a 50 metri col telefono acceso in una mano e dopo aver raggiunto il fondo ha mostrato l’unità ancora accesa e funzionante.

11 Ultra

Si tratta certo di una estremizzazione ma anche la prova di resistenza di una scocca in ceramica con tanto di valvola a pressione che va molto al di là del dichiarato. Nonostante il Gorilla Glass 2X e i materiali di elevata qualità si è tenuto altrettanto chiaramente a ricordare che la tenuta stagna al 100% potrebbe venire compromessa in caso di caduta accidentale. Altra dote assoluta la presenza di un secondo display posteriore da 1,1” pollici principalmente per gestire i selfie ma anche cogliere al volo eventuali notifiche.

Altro traguardo progettuale lo speciale percorso di dissipazione del calore a camera di vapore e la presenza di materiale macromolecolare a variazione di fase che ha dimostrato una migliore performance. A tal proposito è stato testato un videogame che impegna tantissimo le risorse energetiche, restando al di sotto della temperatura raggiunta da importanti competitor.

Processore di ultima generazione Qualcomm Snapdragon 888 che nel recente passato lasciava immaginare un eccessivo drenaggio energetico e quindi di difficile impiego. La soluzione è stata trovata aumentando la batteria a 5.000 mAh a nano catodi di ossido di silicio di nuova concezione decuplicandone la longevità, per giunta con ricarica ultra veloce grazie al trasformatore da 67 Watt, possibile anche in modalità wireless. Altro record essere riusciti a risolvere la tempistica di carica senza fili, impiegando anche in questo caso sempre 36′ minuti per arrivare al 100%.

11 Ultra

Notevole la sezione fotografica capace di cogliere in notturna elementi con solo 0,02 lux, messa a fuoco laser (dToF) con mappa di profondità a 64 zone. Lente periscopica da 48 Megapixel con zoom ottico 5x – 10x ibrido ma in digitale si arriva a 120x, obbiettivo grandangolare 48 Megapixel da 128° gradi di Sony, mentre il sensore principale da 50 Megapixel è di Samsung.

Possibilità di effettuare riprese al ralenty da 1920 fps e sensore per il flickering, molto interessante la visione “Multicam”, che sul display mostra l’inquadratura suddivisa per obbiettivo dando con possibilità di scelta. Audio stereo by Narman Kardon, 3 tagli a seconda della capacità di memoria, disponibile nei colori Ceramic Black o Ceramic White, prezzi da 1.199 euro. Link a Xiaomi.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest