Advertisement
CES 2020 Featured home Notizie TV

CES 2020 – TCL TV e Mini-LED Vidrian

CES 2020 – TCL TV e Mini-LED Vidrian

Sfoggio di muscoli tecnologici dal colosso cinese TCL con importanti novità come l’imminente impiego dei Mini-LED Vidrian

La tecnologia Mini-LED Vidrian per la quale TCL ha dichiarato investimenti pari a 8 miliardi di dollari tra ricerca e impianti di produzione potrebbe rappresentare una delle rivoluzioni più importanti del 2020 nella marcia verso la resa qualitativa degli schermi OLED.

Mini-LED Vidrian fa riferimento alla retroilluminazione TV che per prima al mondo vede il pilotaggio della stessa attraverso specifici circuiti integrati che vanno a controllare decine di migliaia di mini-LED dalle dimensioni micrometriche direttamente inseriti nel substrato di vetro.

In tal modo sarebbe possibile un controllo ancor più preciso per l’illuminazione e quindi una resa appagante anche in ambienti luminosi, gestione zone scure e luminose, fedeltà cromatica e certo non ultime valgono le considerazioni in termini di consumo energetico e longevità tout-court del pannello anche in presenza di intensa attività gaming.

Tutto questo dovrebbe ripercuotersi positivamente nell’ambito degli schermi LCD, anche se in fase di partenza il coinvolgimento vedrà solo apparati a risoluzione nativa 8K e polliciaggio impegnativo a partire dai 65” pollici. Nulla di concretamente annunciato al momento, ma è facile immaginare che a fronte di investimenti così importanti non dovremmo aspettare poi molto per l’annuncio del primo sample su cui posare gli occhi e provare i risultati nel concreto.

CES 2020 – TCL TV e Mini-LED Vidrian

“Il lancio dello scorso anno della tecnologia di retroilluminazione mini-LED nei televisori TCL ha sconvolto il settore, ma di certo non ci fermiamo qui. TCL prosegue nell’offerta di migliorate prestazioni attraverso l’ulteriore innovazione mini-LED, tecnologia presente e disponibile nella gamma TCL di quest’anno.” – ha affermato Chris Larson, Senior Vice President TCL North America.

Entro fine 2020 TCL ha affermato che sarà possibile il variable refresh rate e supporto 4K 120 Hz, venendo incontro alle esigenze dei gamer grazie alla frequenza di aggiornamento variabile agganciando correttamente la frequenza dei fotogrammi della TV rispetto al gioco stesso evitando incompatibilità e problematiche come l’effetto tearing con perdita di uniformità dei frame. Aggiornamenti firmware per i modelli 2019 includeranno inoltre alcune funzionalità offerte dall’HDMI 2.1, tra cui il controllo migliorato eARC.

CES 2020 – TCL TV e Mini-LED Vidrian

L’aggiornamento è previsto per la prossima primavera anche se per ora solo sui schermi alto di gamma 2020 e alcuni modelli selezionati della serie TCL Roku 6 2019. Sempre maggiore importanza va quindi ad assumere l’ambito gaming per il televisore non più solo monitor dedicato. A tal proposito TCL ha comunicato la joint-venture con THX e una modalità di gioco certificata ad hoc, benché al momento non risultino specifici annunci in merito ma possiamo immaginare un’ulteriore finitura della resa complessiva del quadro visivo specie in presenza di segnali wide color gamut.

TCL prosegue inoltre l’offerta di apparati QLED attraverso tre nuove serie per il 2020. In testa il modello TCL X915 da 65” e 75” pollici 8K con supporto Dolby Vision e Dolby Atmos e integrazione diffusori Onkyo. Basato su Android TV certificati “IMAX Enhanced” e dove sono inoltre presenti telecamere che si ritraggono automaticamente. A partire da aprile 2020 ci saranno anche i modelli TCL C815 (tagli da 55”, 65” e 75” pollici) e C715 (tagli da 50”, 55” e 65” pollici) QLED, con la differenza relativamente sostanziale che il TCL C715 sarà privo di altoparlanti Onkyo. Entrambe le gamme supporteranno Dolby Vision e HDR10+.

Per ulteriori informazioni: link alla pagina TCL.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest