Entertainment Streaming

Hot streaming – Rub & Tug – Tre ragazze indiavolate

Tre ragazze indiavolate, un centro massaggi e tanta voglia di…svoltare in questa commedia sexy canadese, ma c’è un’alternativa

Tre ragazze indiavolate vede le suddette lavorare per un centro massaggi a Toronto, in Canada.  Lea (Lindy Booth), Betty (Tara Spencer-Nairn) e Cindy (Kira Clavell) sono adorabili e ciascuna fa il possibile per guardare al futuro con un po’ più di serenità, o quanto meno evitare di compromettere il presente. Cindy è asiatica e troppo ingenua, ha bisogno di sposare qualcuno velocemente per rimanere in Canada, è la più disperata delle tre dato che le resta circa una settimana di tempo prima dell’espatrio.

Lea non ha trovato migliore occupazione e proprio per questo fa il possibile per tenere nascosto al suo ragazzo la vera natura del suo lavoro. Infine Betty, la più sofisticata del trio, punta in alto e tramite il suo avvocato tenta un colpaccio finanziario per svoltare. Nel bene e nel male tre ragazze in affari che oltre ai propri problemi si ritrovano ad avere a che fare con Conrad (Don McKellar), nuovo manager senza esperienza e con poco carattere, incaricato di tenerle sotto controllo, evitando che le massaggiatrici se ne approfittino scucendo più soldi ai clienti in cambio di prestazioni particolari.

Tre ragazze indiavolate è il film d’esordio del misconosciuto regista Soo Lyu, e farà principalmente piacere ai ragazzi carichi di ormoni. Non mancano momenti divertenti all’interno di una commedia sexy che avrebbe funzionato meglio attraverso una sceneggiatura meno raffazzonata. Considerando il soggetto hot e le tante situazioni che avrebbero potuto scaturire con un minimo sforzo in più di fantasia il risultato finale lascia piuttosto a desiderare. Il regista Soo Lyu si accontenta di permettere al film di andare avanti quasi col pilota automatico, senza mai introdurre una vera trama capace di divertire se stesso prima ancora che lo spettatore.

La cosa migliore che Tre ragazze indiavolate ha da offrire sono di fatto gli attori, con un minimo di personalità in particolare per le attrici, costrette a barcamenarsi per una narrazione piena di vuoti. Lo script mostra un minimo spessore proprio sul finale, quando tenta di giocare la carta dell’inaspettato. Se non si fosse in cerca di pretese artistiche la visione passa via veloce, con un intrattenimento dove gli ingredienti piccanti avrebbero potuto essere ben altri.

L’alternativa? Potrebbe essere Ragazze da sballo, film di Christian Forte del 2009, dove quanto meno la trama ha maggiore corpo in tutti i sensi. Con un cast più convinto che vanta un Chris Pratt ancora in erba (lo Star Lord dei Guardiani della Galassia), è la storia di Lester, single senza speranza che lavora in un negozio di liquori e spende tutto il suo stipendio in porno. Dopo l’ennesimo momento di eccessi e bevute, assieme all’amico di sempre si ritrova in una dimensione parallela dove tutti si comportano come se fossero in un film hard.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest