Mobile Notizie Tecnologie Tendenze

JPI mostra Full Active Flex, il primo schermo LCD flessibile

JPI è la prima azienda a produrre un LCD flessibile, caratteristica offerta, prima di questo annuncio, solo dai display OLED.

Sembra che produttori di dispositivi si siano messi d’accordo per passare ai display con tecnologia OLED che, a quanto si vede negli ultimi tempi, sempre di più si stanno affermando nelle TV e negli smartphone di ultima generazione. Anche Apple, che da sempre ha utilizzato pannelli LCD per i propri iPhone, pare che si sia convinta ad utilizzare i display OLED per il suo prossimo “melafonino”, o al massimo su quello che verrà annunciato nel 2019.

Se a livello di tecnologia sia gli LCD sia gli OLED hanno i loro pro e contro, vi è un settore in cui gli OLED risultano vincenti: la flessibilità. Questo, quanto meno, prima dell’annuncio della Japan Display Inc., più popolarmente conosciuta come JDI, che ha mostrato il suo nuovo pannello Full Active Flex che vanta una risoluzione di 1920 × 1080 pixel ma in un LCD flessibile.

jdi lcd flessibile 2

A causa della loro natura, gli OLED sono tradizionalmente considerati più flessibili rispetto ai loro omologhi LCD che di solito si basano su lastre di vetro. Come JDI sia riuscita ad ottenere un LCD flessibile non è ancora chiaro, e l’azienda giapponese ovviamente ben si guarda nel rivelare notizie in merito. L’unico rumor trapelato accenna all’utilizzo di strati di plastica per la superficie del pannello che racchiude i cristalli liquidi. Tecnologia già adottata con i P-OLED e forse, da questo, i nuovi LCD flessibili potrebbero chiamarsi P-LCD per distinguerli dai normali LCD.

Un LCD Flex anche per Apple?

I vantaggi di questo tipo di display LCD flessibile saranno molteplici per i produttori di smartphone che ancora non possono, per svariati motivi (in primis il costo dei pannelli) effettuare il passaggio ai display OLED. Anche Apple pare che si sia interessata ai display LCD Flex di JDI per un proprio dispositivo pieghevole che sarà lanciato in un prossimo futuro. JDI, con questa nuova tecnologia, potrebbe aver contribuito a salvare l’industria dei pannelli LCD per smartphone.

Lo schermo LCD flessibile mostrato da JPI ha una cornice davvero molto sottile e misura 5.5 pollici. La sua attuale limitazione riguarda la risoluzione: 1920×1080 Full HD. Quindi nessuna risoluzione QHD, tanto in voga in questo momento sugli LCD di ultima generazione. JDI, stando a quanto riportato, non ha intenzione di iniziare la produzione di massa nel 2018, in attesa di capire se i vari produttori saranno veramente interessati ad inserire LCD flessibili nei loro device.

Pin It on Pinterest

Iscriviti alla newsletter di AF Digitale!

Ricevi le ultime notizie e gli aggiornamenti dalla redazione, fatti guidare nel mare magnum della tecnologia.

Iscrizione avvenuta con successo!