AF Focus Featured home

Monclick: ancora grandi offerte ma i problemi non cambiano

Dopo quasi un anno torniamo a parlare di Monclick, e-commerce noto ai più per le sue “incredibili” e “vantaggiose” offerte su diverse categorie di prodotti elettronici. I problemi segnalati in passato non sembrano però risolti, è dunque opportuno approcciare questo portale con la massima attenzione

Torniamo a parlare di Monclick, e-commerce noto per le sue “formidabili” offerte su svariati prodotti elettronici. Lo scorso anno vi abbiamo proposto un’analisi del sito, nata da uno studio relativo sia alle offerte proposte che alle recensioni rilasciate dai clienti. Il risultato? Tanti clienti infuriati che lamentano prodotti mai spediti. In questi mesi abbiamo continuato a monitorare la situazione, confidando in un cambiamento.

Dal 2017 Monclick è di proprietà di Unieuro, in cosa consiste il loro legame?

Nel 2017 il gruppo Unieuro ha acquistato Monclick per la somma di 10 milioni di euro. Ma qual è la relazione effettiva fra i due marchi? Non possiamo esserne certi, ma, visto quanto segnalato dagli stessi utenti, può sorgere il sospetto che Unieuro utilizzi Monclick per sfoltire le rimanenze di magazzino che risultano più difficili da vendere. Questo sembra avvenire poiché nella maggioranza dei casi appaiono offerte a tempo apparentemente vantaggiose, che però non sono aggiornate con la quantità di prodotti disponibili.

Come vi abbiamo già raccontato nella prima analisi, infatti, moltissimi ordini vengono annullati da Monclick. Questo fa si che i clienti, oltre alla frustrazione di dover trovare un prodotto sostitutivo, vedono anche i propri soldi bloccati per giorni o settimane, in attesa di rimborso.

Le recensioni parlando di richieste di metodi di pagamento alternativi, di variazione nei dettagli dell’ordine e non solo…

Dando un rapido sguardo alle recensioni lasciate dagli utenti, si nota subito come le esperienze negative siano ancora oggi estremamente diffuse (la valutazione generale è di 2,5 su 5 su oltre 4000 recensioni). Tra queste, le più diffuse sono di gran lunga quelle relative ad ordini cancellati a causa di “indisponibilità del prodotto”. Gli stessi prodotti che, però, risultano ancora acquistabili sul sito. Ma i problemi non finiscono qui.

Vi è ad esempio un cliente che ha effettuato una transazione da quasi 4.000 Euro, pagando con carta di credito. Monclick decide di annullare il suo ordine, chiedendogli di rifarlo e di effettuare il pagamento tramite bonifico. Il problema? I medesimi prodotti sarebbero costati  oltre 1000 euro in più rispetto al primo ordine, costringendo di fatto il cliente (decisamente alterato) ad abbandonare l’acquisto.

Altri si lamentano invece di uno scarso servizio anche acquistando prodotti venduti da Monclick su Amazon. I problemi segnalati sono sempre i soliti: scarsa comunicazione, tempi di consegna estremamente dilatati rispetto a quanto pubblicizzato, ordini annullati e assistenza post-vendita disastrosa.

Per diventare player autorevoli del mercato non si possono trascurare certe situazioni. Un e-commerce affidabile, capace così di risultare gradito al grande pubblico, che è giudice unico del suo successo (o meno), non deve scivolare su “queste bucce di banana…”.

Dopo quasi un anno dunque la situazione non è cambiata, né risultano o abbiamo mai avuto comunicati o contatti di chiarimento, e il nostro consiglio rimane quello di approcciare Monclick con la massima attenzione, sperando (con un pò di fortuna n.d.r.) di aggiudicarsi una delle formidabili offerte.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest