Featured home Mobile Notizie

Google Pixel 4: confermati Soli e Motion Sense

pixel_4_soli 1

Nuove rivelazioni direttamente da Google parlano del sistema di sblocca facciale Soli e della funzione Motion Sense in arrivo su Pixel 4

Il Pixel 4 dovrebbe arrivare tra pochi mesi, ma Google stranamente non riesce a smettere di parlare in anteprima delle funzionalità di punta di Android e di confermare l’hardware nuovo e innovativo che contraddistinguerà il nuovo smartphone. Alcune recenti indiscrezioni si sono concentrate sulla possibilità che Google includa la sua tecnologia di rilevamento del movimento Soli nel Pixel 4 e, proprio come ha fatto con altre specifiche già consegnate ai posteri, Google ha ora confermato che sarà effettivamente integrata, alimentando, di fatto, anche la funzione Motion Sense.

Soli ad abilitare Motion Sense

Soli è il risultato del team Advanced Technology and Projects (ATAP) di Google, nato per concentrarsi sulla  sulla preparazione di nuovi gadget e design innovativi che un giorno potrebbero farsi strada nei dispositivi mobile. Nel caso specifico di Soli, si basa su un radar, impacchettato in un fattore di forma abbastanza piccolo per poter essere inserito in uno smartphone e persino a un dispositivo indossabile.

Google Pixel 4: confermati Soli e Motion Sense

Per Pixel 4, Soli sarà responsabile di Motion Sense. Il sensore sarà integrato nella cornice superiore dello smartphone, monitorando i movimenti attorno al portatile. Questo significa che si potrà cambiare una canzone semplicemente agitando una mano, posporre gli allarmi e mettere a tacere le chiamate in arrivo. “Queste funzionalità sono solo l’inizio”, afferma Brandon Barbello, product manager di Pixel, “e proprio come gli smartphone Pixel miglioreranno nel tempo, anche Motion Sense si evolverà”.

Soli, lo sblocco facciale 2.0

Non è l’unica caratteristica di Pixel 4 che Google ha confermato di recente. Ci sarà anche lo sblocco del dispositivo tramite riconoscimento facciale, qualcosa che Google ammette è già proposto in diversi smartphone sul mercato, ma Barbello afferma che “Pixel 4 lo  farà diversamente. Altri smartphone richiedono di sollevare completamente il dispositivo a livello degli occhi, posizionarlo in un certo modo, attendere che si sblocchi e quindi scorrere il dito sul display per accedere alla schermata iniziale”, sottolinea il product manager. “Pixel 4 fa tutto questo in un modo molto più snello.”

Quindi, Soli verrà utilizzato per tracciare i movimenti quando si sta per utilizzare il Pixel 4. Questo consentirà di attivare in modo proattivo i sensori di sblocco del viso che sono anche integrati nella cornice superiore. Soli quindi ridurrà i tempi di attivazione del sistema, anziché fare affidamento sull’accelerometro per sapere quando lo smartphone si sta muovendo fisicamente.

Google Pixel 4: confermati Soli e Motion Sense

La promessa è che lo sblocco dello smartphone tramite riconoscimento del viso offerto da Pixel 4 si attiverà appena si solleva lo smartphone, senza alcuna pausa per attendere che ciò avvenga. Funzionerà anche indipendentemente dall’angolazione in cui si tiene in mano il Pixel 4 e quindi anche se questo viene impugnato al contrario.

Dati in locale e non in cloud

Google consentirà inoltre ad Android di utilizzare lo sblocco facciale per pagamenti sicuri e autenticazione delle app. La tecnologia di riconoscimento facciale memorizza i suoi dati sul solo smartphone, anziché nel cloud, utilizzando il chip di sicurezza Titan M. I dati di Soli vengono inoltre elaborati sul dispositivo, anziché essere salvati sul cloud o condivisi con altri servizi Google.

Il rilevamento dei gesti negli smartphone non è di certo una novità: in effetti, abbiamo visto LG provare qualcosa del genere all’inizio dell’anno, con G8 ThinQ. Il difetto spesso rilevato è in genere da affibbiare alla precisione dei sensori, che di solito si basano semplicemente sulla fotocamera, o meglio sul cosiddetto sensore del tempo di volo (ToF). Spesso questa soluzione è stata deludente, costringendo gli utenti a compiere movimenti esagerati e poco naturali pare fare in modo che lo smartphone capisse i gesti. La palla ora passa a Soli per capire se finalmente risolverà questo problema. Lo si saprà più avanti nel corso dell’anno, tenendo presente che Pixel 4 dovrebbe debuttare a ottobre 2019.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

    MBEditore network

    AF Theater, la tua location per test ed eventi. Clicca per info e costi


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest