Featured home Notizie Speciale AF Digitale

Scegliere correttamente i pannelli fonoassorbenti

Scegliere correttamente i pannelli fonoassorbenti

Tutto quello che devi sapere su come scegliere i pannelli per trattamento acustico senza commettere errori

Il trattamento acustico di una stanza è uno degli aspetti più delicati e importanti nell’home recording e nella produzione musicale in generale. Il trattamento di una stanza permette di registrare tracce vocali e mixare brani in neutralità, ovvero senza l’interferenza causata da vibrazioni indesiderate.

A tal fine, tra i tanti modi per trattare acusticamente una stanza (costruzione, forma e disposizione degli oggetti) c’è l’utilizzo dei pannelli fonoassorbenti. Si tratta, per l’ appunto, di pannelli costruiti in un particolare materiale che consente di assorbire i suoni e isolare il produttore/sound engineer. Da precisare che tali pannelli hanno una duplice funzione: isolano chi lavora in studio dall’ambiente esterno ma al contempo permettono di non disturbare gli occupanti delle stanze affiancate allo studio di registrazione. Esiste una precisa normativa per l’inquinamento acustico, e chi opera nel settore la conosce bene.

COME SCEGLIERE I PANNELLI

Sul mercato è presente una vastità di prodotti per assorbire il suono, ed un utente inesperto potrebbe pensare che uno vale l’altro. In realtà, siccome i pannelli vengono generalmente acquistati in gran quantità (dipende dalle dimensioni della stanza da isolare) la cosa migliore è identificare il grado di assorbimento prima dell’installazione. Questo è possibile grazie ad un parametro chiamato coefficiente di fonoassorbimento. Questo valore varia da 0,15 (assorbimento basso) a 1 (massimo assorbimento). Qui sotto due esempi di coefficienti di fonoassorbimento in base alle diverse tipologie di materiale.


Prima di scegliere un pannello, quindi, è buona prassi informarsi sui livelli di assorbimento che offre, così da installare un prodotto che serve al nostro specifico intento.

SPESSORE DEI PANNELLI

Lo spessore dei pannelli riveste un ruolo chiave. Uno spessore minore o maggiore assorbirà in maniera differente in base alle diverse frequenze. Per i medi e gli alti, generalmente si usano pannelli poco spessi, perché queste frequenze sono caratterizzate da un’onda sonora piccola e quindi assorbibile più facilmente. L’esatto contrario accade con le frequenze basse. Queste hanno un’onda molto più grande che richiederà uno spessore maggiore per essere assorbita. Ecco il motivo per cui ci sono pannelli adatti all’assorbimento di specifiche frequenze. Si pensi ai bass traps: essi sono utilizzati proprio per i bassi, e vengono piazzati agli angoli della stanza, dove le frequenze basse hanno un impatto maggiore. Questi ultimi sono quindi utilissimi, anzi indispensabili per un trattamento acustico adeguato: senza di essi, sarebbe difficilissimo riconoscere alcune frequenze basse e fare un mix, ad esempio.

CERTIFICAZIONE DI ASSORBIMENTO

In base al livello di assorbimento, distinguiamo le seguenti categorie, indicando con α il coefficiente di assorbimento: Classe A (0,90 < α < 1), Classe B (0,80 < α < 0,90), Classe C (0,60 < α <0,80), Classe D (0,30 < α < 0,60) ed infine Classe E (0,15 < α <0,30).

Questa classificazione ci permette di scegliere i pannelli in base a ciò che serve a noi.

E questo è anche il motivo per cui gli esperti consigliano di non acquistare pannelli di dubbia provenienza a prezzi troppo bassi. Senza la certificazione non siamo sicuri del prodotto che stiamo installando e potremmo avere tra le mani un pannello che non assorbe praticamente nulla! Se non è presente alcuna certificazione, infatti, il materiale potrebbe non assorbire ed essere definito fonoisolante.

ALCUNI ESEMPI

Di seguito, vediamo alcuni pannelli fonoassorbenti di buona qualità.

PANNELLI PIRAMIDALI

Questa è la tipologia più utilizzata, soprattutto nei piccoli studi. Sono morbidi e di dimensioni non molto grandi. Vengono venduti in pacchetti in base alle dimensioni della stanza da ricoprire. Il modello in questione ha dimensioni 50×50 e spessore 2cm (che arrivano a 6cm con la piramide), ed è costruito in poliuretano. Disponibili su Amazon a 65 euro (pack da 20).

 

BASS TRAPS

Questi pannelli sono invece dedicati all’assorbimento delle frequenze basse, e sono estremamente consigliati in un home studio. In questo caso abbiamo un pannello in poliuretano con dimensioni 25x25cm e altezza 100cm. Disponibili su Amazon a 75 euro (pacco da 4).

PANNELLO FONOASSORBENTE STANDARD

Esteticamente i più eleganti e discreti, si adattano a qualunque studio. In questo caso abbiamo dimensioni di 100x50x11 cm, con un peso di 6,5kg. Installazione semplice, il set è incluso nel prezzo. Su Amazon a 80 euro.

© 2022, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest