Accessori App Notizie Wearable

Speciale Smartwatch marzo 2021 – Scopri la scelta giusta

Tra lavoro, sport e tempo libero, lo smartwatch alleggerisce l’uso dello smartphone aiutando nella vita di tutti i giorni

Lo smartwatch è un orologio ad alto contenuto tecnologico che va oltre le tipiche doti di un braccialetto fitness o smartband. La scelta di uno smartwatch è legata a forma e contenuto, con un design del tutto simile a quello di un orologio analogico, ma invece di essere legato esclusivamente a fitness e attività fisica si propone quale complemento dello smartphone.

Tra molteplici notifiche, chat, social, mail, impegni quotidiani e perché no anche la necessità di sapere l’ora esatta, lo smartwatch consente di relegare l’essenziale allo smartphone, agendo in misura più rapida col terminale al polso.

Design a parte la scelta sulla forma può essere dettata dalla necessità di una lettura facilitata del testo, per cui il quadrante circolare potrebbe rendere meno immediata la visibilità degli elementi, contro un display quadrato. La tecnologia di cui è composto lo schermo va ponderata in base all’uso specifico: sarebbe meglio orientarsi su LCD o e-Paper per migliorare la lettura anche quando la luce del sole è diretta, mentre per una resa d’immagine assoluta ci sono gli schermi AMOLED o OLED.

Il sistema operativo è pressoché uno spartiacque tra Android e Apple iOS, ma non sono gli unici, mentre la dotazione di cui tenere conto su uno smartwatch varia a seconda della necessità: se ci fosse una SIM virtuale ci sarebbe la connessione indipendente dallo smartphone, almeno il Wi-Fi rende tutto più immediato. Sempre più ampia la compatibilità con smartphone iOS e Android.

Ci sono orologi smart che si appoggiano allo smartphone sfruttandone parte delle funzioni, quando però si pratica attività sportiva non essere zavorrati dal telefono è buona cosa. Peraltro ci sono funzioni che restano operative anche quando i due dispositivi sono separati. Il processore veloce e la giusta memoria sono la giusta base, il GPS col rilevamento della posizione è un altro must per registrare i percorsi o seguire un itinerario.

La memoria interna consente l’archiviazione dei file, in genere audio, mentre il resto della memoria RAM è quella riservata al dispositivo per gestire più applicazioni aperte. La resistenza a immersione, schizzi d’acqua e quindi sudore è un altro elemento da valutare specie per gli sportivi, così come l’autonomia dove si può andare comodamente anche oltre la settimana d’uso senza necessità di connessione.

Peraltro la velocità di ricarica è sempre più efficace, e in genere potrebbero bastare 10-20 minuti al giorno per avere sempre la batteria a piena carica. Ci sono funzioni speciali come l’NFC per i pagamenti mobili o l’assistente vocale. I sensori più comuni in dotazione misurano la saturazione di ossigeno nel sangue, la frequenza cardiaca, contapassi così come il livello di sonno e di stress.

Non vanno presi alla lettera, ma possono indicare una situazione di difficoltà che necessiti approfondimento. Vediamo qualche interessante proposta in questo periodo in cui, nonostante le limitazioni per la pandemia, si ha comunque l’opportunità di svolgere attività sportiva purché da soli.

smartwatch

Amazfit GTR 2e – 129€
Con i molti pregi delle linee principali GTS 2 e GTR il GTR 2e è una versione meno articolata e ricca di Amazfit, grazie a questo con un prezzo ancora più aggressivo. GPS incluso, con qualche incertezza nel rilevare la posizione, display OLED circolare da 1,39” pollici e risoluzione 454 × 454 pixel di eccellente qualità.

Ottimo per il fitness e l’uso quotidiano senza particolari esigenze, la gestione notifiche non consente la risposta, niente NFC per pagamenti veloci o assistente vocale. Bio-tracker per misurare frequenza cardiaca, SpO2, qualità del sonno e livello di stress. Bluetooth 5.0, 24 giorni di autonomia massima, impermeabile 5 atmosfere, 90 modalità sportive integrate.

smartwatch

Samsung Galaxy Watch Active 2 – 235€
Sistema operativo proprietario Tizen OS 4.0 rapido ed efficace. Display Super AMOLED disponibile in due versioni: 1,2” pollici (40mm) oppure 1,4” pollici (44mm), risoluzione 360 x 360 pixel. Processore Exynos 9110 dual-core a 1,15 GHz, memoria 768 Megabyte RAM e 4 Gigabyte ROM di cui 1,5 Gigabyte liberi. Dispone di accelerometro, barometro, sensore HR, giroscopio e sensore luminosità.

Connessioni Bluetooth 5.0, Wi-Fi 2,4GHz, GPS, Glonass, Beidu, Galileo, NFC per pagamenti mobile. Tante funzioni a disposizione per l’attività sportiva come Myfitnesspal o Swim.com, dispone di micro altoparlante per ascolto file audio e chiamate. Tra le poche debolezze l’impossibilità di ricarica tramite accessori terzi e l’autonomia della batteria che non va oltre la singola giornata.

smartwatch

Honor MagicWatch 2 – 149€
Sistema operativo proprietario, display AMOLED da 1,39” pollici e risoluzione 454 x 454 pixel nella versione da 46 mm, scendendo a 1,22” pollici e 390 x 390 pixel in quella da 42 mm. Processore Kirin A1, connettività Bluetooth e Bluetooth LE 5.1, dual GPS con Glonass, sensore per il rilevamento del battito cardiaco. Autonomia non oltre i 10 giorni anche se si potrebbe arrivare a 14.

Attenzione come sempre all’abbattimento dell’energia quando è attivo il GPS, dove non si va oltre le 30 ore per il 46 mm e 15 ore per il 42 mm. Resistenza all’acqua fino a 5 atmosfere, gestione 15 attività sportive, test da sforzo ed esercizi di respirazione, misurazione livelli di saturazione di ossigeno nel sangue, cardio anche durante il nuoto, stress e qualità del sonno. Microfono e altoparlante per gestione chiamate, assenza NFC per pagamenti rapidi.

smartwatch

Ticwatch E2 – 159€
Sistema operativo Wear OS, schermo Super AMOLED da 1,2” pollici e risoluzione 400 × 400 pixel. Processore Qualcomm Snapdragon Wear 2100 dual core 1.15 Ghz, memoria 768 Megabyte di RAM e 4 Gigabyte di storage, impermeabilità fino a 50 metri di profondità. A tal proposito per i nuotatori sono presenti le funzioni: riconoscimento dello stile, conteggio delle vasche, conteggio delle bracciate e SWOLF (parametro legato all’efficienza della nuotata, importante per gli atleti del Triathlon), durata e velocità. A questo si aggiungono corsa, camminata, ciclismo e allenamento libero.

Connessioni Bluetooth 4.1 e Wi-Fi 4, GPS integrato + Glonass. Rispetto al suo predecessore Ticwatch E ha lo schermo più grande, batteria più longeva che avrebbe potuto dare di più se solo fosse stato integrato il sensore di luminosità, mentre qui non si va oltre i 2 giorni d’uso. Per lo sport l’unità si appoggia a Google Fit ma c’è anche il sistema nativo di Mobvoi, tramite il quale si visualizzano distanza, passi, cardio, calorie, tempo di allenamento. Assistente vocale Google.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest