AF Focus Featured home I consigli di AF Digitale Notizie Tecnologie Tendenze TV

TV LCD 2023: il meglio del meglio a meno di 500, 1000 e 2000 euro

ces 8k

In attesa della presentazione dei modelli 2024, ecco tre dei migliori TV LCD di quest’anno divisi per tre fasce di prezzo: meno di 500 euro, 500-1000 euro e 1000-2000 euro

Il 2023 sta ormai per volgere al termine e tra poche settimane al CES 2024 buona parte dei produttori di TV annuncerà i nuovi modelli per il 2024. Approfittiamo di quest’ultima parte dell’anno per segnalare quelli che a nostro avviso sono stati tra i migliori TV LCD usciti sul mercato da gennaio a oggi, prendendo in esame un taglio considerato ormai medio come quello da 55 pollici e tre fasce di prezzo: sotto i 500 euro, dai 500 ai 1000 euro e dai 1000 ai 2000 euro.

Hisense 55E63KT

Spendere poco e vivere felici? Con una serie come l’Hisense E63 si può fare, a patto ovviamente di scendere a compromessi quando si parla di qualità audiovisiva. Questa serie 2023 del produttore cinese è disponibile in ben sei tagli (43, 50, 55, 58, 65 e 75 pollici), con prezzi che online vanno da 299 a 799 euro. Avrete già capito che si tratta di TV di fascia bassa e, restando al di sotto dei 500 euro, il modello da 55 pollici costa 429 euro.

Trattandosi di un TV economico, non troviamo alcune caratteristiche in ambito gaming che i modelli di fascia più alta di Hisense possiedono, come gli ingressi HDMI 2.1 e un pannello a 120 Hz (qui ci si ferma a 60 Hz), ma in cambio il TV supporta il VRR e in modalità Gaming ha un input davvero bassissimo. Il sistema operativo VIDAA U6, il supporto per Alexa tramite il microfono nel telecomando e la compatibilità con Dolby Vision e HDR10+ sono altri elementi da non sottovalutare, con in più un pannello VA di qualità discreta.


Siamo rimasti colpiti particolarmente dal contrasto (non ce lo aspettavamo così efficace), mentre come luminosità in HDR c’è sicuramente di meglio (ma anche di più costoso) sul mercato e lo stesso dicasi per l’angolo di visione decisamente limitato e per una gestione del movimento tutt’altro che impeccabile. Nel complesso ci aspettavamo comunque di peggio e la stessa calibrazione di fabbrica è risultata migliore del previsto. Se poi il budget (e lo spazio in casa) ve lo permette, il modello da 75 pollici a 799 euro è un’altra ghiotta occasione.

TCL 55QM8B

Un TV LCD QLED Mini LED da 55’’ a 799 euro? Non capita spesso di vedere questo prezzo per un modello con queste caratteristiche, alle quali si aggiungono ingressi HDMI 2.1, refresh massimo a 144Hz (nativo a 120 Hz), funzione Game Accelerator per i 240Hz in Full HD, Google TV, poco meno di 500 zone di local dimming, picco di luminosità di 1300 nit in HDR, VRR (FreeSync Premium Pro), supporto HDR totale (anche Dolby Vision IQ grazie ai sensori di luminosità integrati), copertura colore DCI-P3 del 97% e BT.2020 del 76%.

Troviamo perfino la certificazione Imax Enhanced e per migliorare l’upscaling, TCL è ricorsa a un nuovo processore IA che funziona meglio del previsto. La sezione audio non fa miracoli, ma con 30W di potenza, speaker Onkyo e virtualizzazione Atmos (va beh, è giusto per dire!) ci si può ritenere soddisfatti. Se poi aggiungiamo un design piuttosto curato, il pacchetto complessivo è davvero notevole come rapporto qualità-prezzo, anche se bisogna scendere a qualche compromesso sia nella gestione del moto, sia nell’angolo di visualizzazione, non limitato come quello del TV Hisense ma nemmeno alla pari dei modelli top di gamma.

Samsung QN95C

Ed eccoci il top di gamma assoluto di quest’anno in ambito LCD. Già la serie QN95B dello scorso anno era stata accolta benissimo, ma Samsung l’ha migliorata ulteriormente e questo TV Mini LED da 55’’ è quanto di meglio la tecnologia LCD possa offrire oggi, anche se l’assenza del Dolby Vision continua a pesare quando si parla di Samsung. Il tutto però ha un prezzo. Restando nella fascia tra i 1000 e i 2000 euro, questo modello si può trovare online a poco più di 1800 euro (contro i 2499 euro di listino).

Non pochi considerando che con 200 euro in meno si può trovare senza problemi un OLED LG G3 o un QD-OLED S95C sempre di Samsung, ma chi non vuole rinunciare alle prerogative degli LCD (più che altro per la luminosità massima e senza la “paura” del burn-in), il QN95C è il TV da avere. Rispetto alla corrispettiva serie dell’anno scorso, si perde la One Connect Box esterna, ma in cambio Samsung ha aumentato non di poco le zone di local dimming e incrementato leggermente il picco di luminosità, che in HDR raggiunge quasi i 2000 nit.

La retroilluminazione Full LED Array con local Dimming e Mini LED è sempre un bel vedere, ma anche le tecnologie Quantum Matrix Pro, Shape Adaptive Light Control e il Neural Quantum Processor 4K rappresentano un mix vincente nell’ottenere neri profondi, un eccellente contrasto e un upscaling di assoluta qualità.

Gli appassionati di gaming possono contare sul supporto per segnali video fino a 144 Hz grazie al Motion Xcelerator Turbo Pro, su quattro ingressi HDMI 2.1 a banda piena e sulle specifiche HGiG per il gaming in HDR (e non dimentichiamo l’HDR10+ Gaming, che consente di ottimizzare in tempo reale l’immagine HDR generata dai videogiochi tramite la comunicazione diretta tra sorgente e TV). La sezione Gaming Hub offre l’accesso ad un ampio catalogo di giochi in streaming grazie al supporto ai principali servizi di cloud gaming come Xbox Cloud Gaming e NVIDIA GeForce Now, mentre sul versante audio troviamo un sistema integrato a 4.2.2 canali con Dolby Atmos e tecnologia OTS+.

© 2023, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Loading RSS Feed


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest