Home cinema Notizie

Ultra HD Blu-ray: mai così tante vendite da quando è nato

Ultra HD Blu-ray

Negli USA la percentuale di vendite degli Ultra HD Blu-ray rispetto a DVD e Blu-ray non è mai stata così alta come nell’ultimo trimestre

Ottime notizie per chi ancora supporta fedelmente i supporti fisici, e in particolare gli Ultra HD Blu-ray. Certo, parliamo sempre di numeri di nicchia, ma il secondo del 2022 è stato il trimestre migliore per le vendite di dischi UHD Blu-ray da quanto il supporto è arrivato sul mercato oltre sei anni fa.

Dopo aver superato il traguardo del 10% alla fine del 2021, la quota di UHD Blu-ray nel mercato totale dei supporti fisici video negli Stati Uniti (quindi considerando anche DVD e Blu-ray) ha raggiunto l’11,9% nel primo trimestre del 2022 e il 13,4% nel secondo trimestre, stando ai dati raccolti da VideoScan e MediaPlayNews.

La percentuale aumenta notevolmente (e ovviamente) se si mettono insieme Blu-ray e Ultra HD Blu-ray, che insieme negli USA rappresentano ormai il 50% del mercato, con i DVD che stoicamente occupano la restante metà. Tra l’altro i dati di vendita del secondo trimestre dell’anno terminato a fine giugno mostrano come i Blu-ray UHD stiano aumentando la loro quota di mercato a spese dei Blu-ray, che rimangono comunque molto più venduti.


Dal grafico qui sopra possiamo vedere come la percentuale degli UHD Blu-ray sia passata dal 5,4% del primo trimestre del 2018 all’odierno 13,4%, con un crescendo pressoché costante nei vari trimestri ad eccezione dei cali fatti registrare nel quarto trimestre del 2019 e, soprattutto, nel primo trimestre del 2021, quando la percentuale scese addirittura sotto il 5%.

Un altro aspetto curioso che emerge dal grafico è anche la percentuale di market share dei DVD, che dal 2018 a oggi, pur se tra balzi in avanti e retrocessioni, non è cambiata quasi per nulla e si attesta ancora oggi a circa il 51% del mercato come nel primo trimestre di quattro anni fa. Il mercato totale dei supporti fisici video è però ancora in declino negli Stati Uniti (e a livello globale) e non sembra ancora in grado di riprendersi dopo la pandemia, che ha ritardato l’uscita di nuovi titoli per l’Home Video a causa del rinvio dei film nelle sale e del passaggio di alcuni importanti titoli direttamente sulle piattaforme streaming.

Negli Stati Uniti, secondo il Digital Entertainment Group (DEG), le revenue delle vendite di DVD, Blu-ray e UHD Blu-ray sono infatti diminuite da 3,29 miliardi di dollari nel 2019 a 2,45 miliardi di dollari nel 2020 (-25,5%), con un ulteriore -20% nel 2021 a 1,97 miliardi di dollari. Nel primo trimestre del 2022, le vendite sono poi diminuite del 19% anno su anno. Insomma, gli UHD Blu-ray cresceranno pure, ma di questo passo il supporto fisico è destinato a diventare sempre più una nicchia per pochi appassionati.

© 2022, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest