Home cinema Notizie

BenQ V7000i e V7050i: i proiettori smart a tiro ultra corto da battere

Eredi degli apprezzati V6000 e V6050, i nuovi proiettori 4K-HDR a tiro ultra corto BenQ V7000i e V7050i integrano Android TV e una nuova ruota colore

Con la crescita sempre più marcata del mercato dei proiettori a tiro ultra corto (UST) per ambienti luminosi (chiamati spesso anche Laser TV), BenQ ha aggiunto al proprio catalogo i proiettori 4K UHD V7000i/V7050i, disponibili entrambi nel corso del mese a 3799 euro. A differenziare i due modelli, che succedono ai precedenti V6000 e V6050 dello scorso anno, sono solo i colori (nero per il V7050i e argento per il V7000i), mentre per il resto i due proiettori sono del tutto identici.

Si tratta di proiettori vobulati dotati di chip DLP470TE di Texas Instruments con 1920 x 1080 microspecchi, che grazie alla tecnologia XPR (eXpanded Pixel Resolution) già vista a bordo dei modelli precedenti si spinge fino alla risoluzione 4K visualizzando quattro pixel per ciascun microspecchio.

Grazie all’ottica a tiro ultracorto e al rapporto di tiro pari a 0,252:1, si può creare un’immagine da 90” con il proiettore posto a 0,5 metri dallo schermo e, in generale, si parte dai 70 fino ai 120 pollici di diagonale. La novità più significativa rispetto ai due modelli precedente è la ruota colore 6 segmenti (RGBRGB) contro quella a 4 segmenti (RGBY) dei BenQ V6000 e V6050, mentre la luminosità massima è di 2.500 ANSI lumen.

BenQ V7000i

BenQ ha optato per la tecnologia CinematicColor, che permette di raggiungere il 98% dello spazio colore DCI-P3 e di offrire fino a 1,3 volte il volume del colore disponibile da proiettori simili su una dimensione dell’immagine superiore a 100 pollici. La tecnologia HDR-PRO sfrutta inoltre il supporto per l’alta gamma dinamica dei formati HDR10 e HLG, nonché la mappatura dinamica dei toni, per garantire che il contrasto dell’immagine e i livelli di luminosità siano ottimizzati al volo, in modo che le aree in ombra mantengano i dettagli senza sovraesporre le luci.

Gli appassionati di cinema saranno poi felici di sapere che la modalità Filmmaker di UHD Alliance (ne abbiamo parlato diffusamente qui) è inclusa nei V7000i e V7050i; di conseguenza i film vengono presentati senza ulteriori elaborazioni, in modo che lo spettatore li veda esattamente come previsto dal creatore. Una modalità a cui siamo ormai abituati in ambito TV, ma che non è così comune da trovare a bordo di un proiettore.

Come spesso capita con modelli simili, troviamo anche una configurazione piuttosto elaborata, che qui è rappresentata dal sistema treVolo già visto a bordo dei modelli precedenti. Dietro la griglia frontale troviamo così una una coppia di tweeter e woofer in configurazione stereo con una potenza pari a 5 W x 2 canali.

Secondo BenQ la tecnologia psicoacustica intelligente inclusa nel sistema offre un paesaggio sonoro coinvolgente creato dagli altoparlanti stereo attraverso l’uso del suono surround virtuale. Ovviamente si può sempre escludere il sistema audio integrato per utilizzarne uno esterno tramite le connessioni HDMI 2.0b e SPDIF disponibili sul retro dei proiettori.

Accogliamo poi con piacere l’inclusione di Android TV in modo da avere un sistema smart già pronto per l’uso. Un sensore automatico integrato e la parte superiore apribile garantiscono infine la sicurezza degli occhi, mentre la sorgente laser da 20.000 ore di durata assicura un divertimento duraturo in linea con altri proiettori di questo tipo.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest