Accessori App Notizie Smart home

Chromecast con Google TV – L’aggiornamento che risolve quasi tutto

Col nuovo firmware per Chromecast con Google TV risolti i pesanti problemi del recente passato, ma all’appello manca ancora qualcosa

Google Chromecast con Google TV, ovvero con l’innovativa interfaccia che mette in primo piano i contenuti disponibili, è certo uno dei dispositivi di streaming preferiti, anche se già all’epoca del lancio a settembre dell’ultima versione i problemi non sono mancati.

Furono in diversi ad aver riscontrato un problema con arresto anomalo e la schermata che segnalava l’impossibilità di caricare il sistema operativo, con indicazione di dati danneggiati.

Chromecast

A differenza delle precedenti versioni di Chromecast la nuova versione di Google TV funziona tramite sistema operativo basato su Android, il che ha significato numerosi vantaggi in termini pratici e di flessibilità d’uso, ma ha lasciato il dispositivo soggetto anche ad alcuni errori. Problema poi non così diffuso ma significativo, in cui il sistema operativo va in arresto anomalo e non è in grado di riavviarsi correttamente. Questione che ha investito Chromecast con Google TV, con segnalazioni che vanno da novembre dell’anno scorso sino ai primi del 2021, senza particolare differenza tra le varie versioni di software o produzione hardware. In ogni caso quando ciò accade il sistema visualizza una schermata di errore segnalando che il Chromecast con Google TV non può caricare il sistema Android.

Dongle peraltro ulteriormente migliorata rispetto alle precedenti produzioni, compatibile HDMI 2.1 con HDCP 2.2 e gestione dello streaming HDR. Unità che in virtù dell’evoluzione non è più possibile connettere a un eventuale terminale USB del TV, la cui porta USB-C va per forza inserita nell’alimentatore / trasformatore. Compatibile a pieno titolo con segnali video 4K anche HHDR-10+ e Dolby Vision, più in generale si tratta di un dispositivo dalle buone prestazioni che di tanto in tanto riserva qualche rallentamento nella navigazione dell’interfaccia. Al contrario la segnalazione di dati danneggiati in genere conduce al blocco dell’interazione coi vari menù, lo stesso telecomando cessa di funzionare. In tal caso occorre interagire tramite il pulsante fisico posto al di sotto del dongle (immagine sotto), dove con singola pressione ci si sposta tra le opzioni mentre tenendo premuto tre secondi si attiva la relativa selezione.

Chromecast

In sostanza la soluzione è spegnimento e riaccensione o ancora peggio il reset di fabbrica, con ripristino dei dati originali cancellando i propri. Dopo il riavvio è necessario riconfigurare da capo Chromecast con Google TV, ma considerando che la maggior parte dei dati è salvata sul proprio account Google, non si va oltre l’accesso e il download di alcune app.

Più recentemente è stato rilasciato l’aggiornamento firmware (quello denominato 200918.033), che in primis si prefigge di eliminare definitivamente la segnalazione di dati corrotti. Tra le novità il perfezionamento della gestione di segnali 4K e il transito in pass-through di tracce audio Dolby Digital Plus e ATMOS, quest’ultimo ora fruibile anche via Disney Plus che si aggiunge ai preesistenti Amazon Prime Video e Netflix. Rispetto alle novità annunciate dal nuovo software manca però Apple TV, di là da venire. Link a Google.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest