Mobile Prove

Galaxy Tab S3: il tablet Android con una marcia in più

Galaxy tab s3

Display con supporto HDR, potenza da vendere, S Pen inclusa nel prezzo e connettività LTE. Al Samsung Galaxy Tab S3 non manca davvero nulla.

Volete un tablet? Comprate un iPad. È un po’ questo il tormentone che abbiamo sempre sentito da parecchi anni a questa parte, anche perché le alternative Android non sono mai state all’altezza del tablet di Apple. Il Galaxy Tab S3 di Samsung potrebbe però invertire questa preferenza quasi “bulgara” a favore dell’iPad.

Il produttore coreano, che non è certo nuovo a tablet di fascia alta, ha infatti preso alcuni degli elementi migliori dei suoi smartphone top di gamma e li ha trasportati su un dispositivo con un display più grande, senza dimenticare che le persone non usano i tablet solo come “macchine da Netflix”.

Nella confezione troviamo infatti anche una S Pen, ma volendo si può acquistare anche una tastiera fisica opzionale che facilita non poco la produttività. Aggiungiamo l’ultima versione di Android già installata (7.0 Nougat) e un display con supporto HDR ed ecco che abbiamo tra le mani il miglior tablet Android di sempre, che nonostante un prezzo di listino di 799 euro si può già trovare online a molto meno.

Purtroppo Samsung è stata sfortunata nel portare sul mercato il Galaxy Tab S3 proprio mentre Apple rilasciava il suo nuovo iPad a partire da 419 euro, ma questo poco toglie alla qualità di un dispositivo che ha davvero tutto per interessare sia l’utente pro, sia quello più consumer.

Design

Galaxy tab s3

Ce n’è voluto di tempo ma finalmente Samsung ha abbandonato la plastica dei suoi precedenti tablet e ha puntato dritto su metallo e vetro, proprio come si conviene a un device premium. E non c’è solo questo. Il Tab S3 è infatti un tablet sottilissimo (6 mm di spessore) e, per essere un device da 9,7’’, pesa appena 434 grammi.

Sul versante prettamente estetico siamo di fronte a un classico dispositivo Samsung, con il tasto fisico Home in basso che funziona anche da lettore di impronte. L’iPad Pro è certamente più elegante e si tiene in mano con più piacevolezza grazie ai suoi spigoli più arrotondati, ma a livello di spessore e di peso i due tablet sono estremamente simili, mentre il nuovo iPad 2017 è più spesso e pesante (e in effetti costa molto meno).

Display

Galaxy tab s3

Super AMOLED da 9,7’’ con risoluzione di 2048×1536 pixel. Così si presenta il display del Galaxy Tab S3 e bisogna ammettere che a livello di nero e contrasto siamo su livelli eccellenti come ci saremmo aspettati conoscendo bene i display che Samsung monta sui suoi smartphone migliori. Parliamo poi di un display “HDR Ready” e in effetti, se si alza la luminosità al massimo, il display diventa quasi fastidioso, pur rivelandosi ideale nell’utilizzo all’esterno sotto la luce diretta del sole.

È vero che ci sono tablet con una risoluzione maggiore sul mercato, ma è davvero difficile trovarne uno che abbia una luminosità simile e un mix così notevole tra contrasto, colori, angolo di visione e resa dei neri. L’unico rammarico è che per ora le app Android di Netflix e di Amazon Video non supportano l’HDR, ma quando ciò avverrà sarà davvero una bella esperienza godersi film e serie TV in HDR direttamente sul Galaxy Tab S3.

A livello audio troviamo un sistema realizzato in collaborazione con AKG e basato su quattro altoparlanti. Questi adattano automaticamente la propria resa a seconda di come si tiene in mano il tablet (portrait o landscape) per facilitare l’effetto stereofonico. Un sistema che funziona bene, sebbene in alcuni casi la divisione dei canali possa diventare un po’ troppo “aggressiva”. Nulla da ridire comunque sul volume e sulla qualità generale, decisamente più elevata della media.

Prestazioni

Galaxy tab s3

Se vi serve un tablet con potenza da vendere, il Galaxy Tab S3 saprà accontentarvi. E non poteva essere altrimenti tra SoC Snapdragon 820 (CPU quad-core e GPU Adreno 530), 4 GB di RAM e la fluidità tipica di Android 7.0 Nougat. È vero che lo Snapdragon 835 è più potente e che lo Snapdragon 821, montato sul LG G6 e sul Google Pixel, ha una marcia in più a livello di efficienza energetica, ma l’820 rimane un signor SoC e non c’è davvero nulla sul Google Play Store che possa impensierirlo a livello di prestazioni.

Come storage troviamo 32 GB che in effetti non è molto, ma è presente lo slot microSD (fino a 256 GB) e quindi si tratta di un problema relativo. Anche i giochi più pesanti a livello grafico come Asphalt 8 o Heartstone filano lisci che è un piacere e la Adreno 530 supporta le API Vulkan, cosa che aiuterà a ottenere qualche frame al secondo in più nei giochi che le supportano.

Tra l’altro Samsung è venuta incontro alle esigenze dei videogiocatori mobile con alcuni strumenti presenti per la prima volta su un tablet Galaxy. Troviamo infatti feature per silenziare le notifiche mentre giochiamo, per catturare schermate in-game, per bloccare i pulsanti hardware e per registrare video di gameplay.

Nessun problema nemmeno a livello di autonomia. La grande batteria da 6000 mAh assicura infatti dodici ore di funzionamento con luminosità al 50%, riproduzione di un video in loop e qualche partita a Heartstone. Grazie poi alla ricarica rapida tramite USB-C potete ricaricare il tablet da 0 a 100 in meno di tre ore. Da segnalare anche la connettività LTE e il Wi-Fi ac dual-band.

Fotocamere

Galaxy tab s3

È vero che in pochi sono interessati alle prestazioni fotografiche di un tablet, ma quelle offerte dal Galaxy Tab S3 sono più che sufficienti, contando il modulo posteriore da 13 Megapixel con apertura f/1.9, autofocus e flash LED. Si vede chiaramente che a livello di dettaglio e incisività le immagini ottenute anche in condizioni di luminosità ottimali non sono il massimo, ma ci si può accontentare. Lo stesso discorso vale per il modulo frontale da 5 Megapixel, utile se non altri per le chat video.

Software

Galaxy tab s3

E veniamo ora all’aspetto che più di tutti ha da sempre relegato i tablet Android al secondo posto rispetto agli iPad: il software. Qui troviamo sì una base Android Nougat, ma alla fine, almeno che non scegliate altri launcher, avrete a che fare con la vituperata TouchWiz di Samsung che però, a differenza del solito, è diventata meno invasiva e pesante.

A parte qualche ritocco estetico e la barra delle notifiche un po’ diversa, l’aggiunta più interessante del Galaxy Tab S3 a livello di interfaccia è il menu Air Command, un set di icone da utilizzare specificatamente con la S Pen (ed è davvero un bene che Samsung l’abbia inclusa nella confezione).

Il pennino in sé è più comodo da tenere in mano e dà più la sensazione di essere una vera e propria penna rispetto alle precedenti versioni un po’ più plasticose. Parliamo poi di uno stilo in grado di registrare 4096 livelli di pressione e privo di alimentazione (non dovrete mai ricaricarla insomma). L’unico rammarico, a differenza dei Galaxy Note, è che sul Galaxy Tab S3 non c’è una fessura in cui infilare la S Pen quando non la state utilizzando.

Tastiera

Galaxy tab s3

Una soluzione potrebbe essere la cover-tastiera che Samsung vende separatamente e che contiene proprio una piccola fondina per la S Pen, protegge il display e funge anche da stand per far rimanere in piedi il tablet quando dobbiamo scrivere o guardare qualcosa. La tastiera si collega al tablet tramite pin magnetici al posto del Bluetooth. In questo modo non ci si deve preoccupare di ricaricarla e la disposizione dei tasti è stata semplificata rispetto a quanto visto in altre soluzioni simili proposte in passato da Samsung, tanto che ora la ricerca dei tasti è molto più semplice e immediata.

Sfortunatamente non siamo riusciti a procurarcene una in tempo per il nostro test, ma avendola già provata allo stand Samsung durante il Mobile World Congress 2017 di Barcellona possiamo dire che non vi troverete a vostro agio nello scrivere documenti molto lunghi, a causa principalmente dei tasti troppo piccoli (se però avete mani minuscole, potreste non trovare particolari problemi).

Come tablet da lavoro serio il Galaxy Tab S3 si è rivelato ancora un po’ acerbo e questo per colpa di una gestione del multitasking da parte di Android che andrebbe ancora perfezionata. Inutile dire che se cercate al 90% la produttività e al 10% tutto il resto, vi conviene puntare direttamente su un Surface Pro 4 o su un altro ibrido con a bordo Windows 10 (anche iPad Pro su questo versante deve ancora migliorare).

Verdetto

Galaxy tab s3

Volete il miglior tablet Android sulla piazza? L’avete trovato. Il Galaxy Tab S3 è infatti potente, ha un display superlativo, un’ottima autonomia e viene venduto con la S Pen compresa nel prezzo (un plus da non sottovalutare se vi dilettate con applicazioni grafiche). Non è ancora il miglior tablet in assoluto (continuiamo a preferire l’iPad Pro da 9,7’’), ma se proprio iOS non vi piace e volete spendere un po’ meno, ecco il tablet che fa per voi.

© 2017, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di What HiFi? e Stuff dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

Pin It on Pinterest

Iscriviti alla newsletter di AF Digitale!

Ricevi le ultime notizie e gli aggiornamenti dalla redazione, fatti guidare nel mare magnum della tecnologia.

Iscrizione avvenuta con successo!