Mobile Notizie Prove

Nuovo iPad: a un prezzo simile è difficile resistere

nuovo ipad

Con un prezzo di partenza di 409 euro il nuovo iPad è un tablet a dir poco appetibile. Qualche pecca qua e là, ma nel complesso non troverete niente di meglio a questo prezzo.

Pochi giorni fa, nella recensione del Galaxy Tab S3, scrivevamo che Samsung non aveva scelto proprio il periodo adatto per far uscire il suo nuovo tablet Android top di gamma, visto che negli stessi giorni Apple annunciava e portava sul mercato il nuovo iPad (detto anche iPad 2017) con prezzi a partire da 409 euro.

La cifra più bassa di sempre per portarsi a casa un iPad da 9.7’’ (escludendo quindi gli iPad mini), che se da un lato è inferiore al modello Pro dello scorso anno (e ci mancherebbe), dall’altro può essere visto come una continuazione della serie Air.

Design

nuovo ipad

A livello di design e di estetica questo nuovo iPad riserva davvero poche sorprese se non quella (non proprio positiva) dell’aumento dello spessore rispetto all’iPad Air 2. Per la precisione parliamo di 1,4mm di spessore in più e di un peso maggiore di 30 grammi, che ne fanno qualcosa di molto simile all’iPad Air del 2013.

Considerando comunque che stiamo parlando dell’iPad da 9,7’’ meno costoso di sempre, questo compromesso si può anche capire e in ogni caso simili differenze non pregiudicano affatto l’usabilità del nuovo tablet né come spessore, né come peso. Certo, i 6 mm dell’iPad Pro e dell’iPad Air 2 fanno sempre scena, ma nell’utilizzo quotidiano sfidiamo chiunque a rendersi conto della differenza e se non altro Apple ha potuto inserire nel nuovo iPad una batteria più grande, sfruttando proprio lo spessore più accentuato.

La batteria del nuovo iPad da 8827 mAh è infatti più capiente di quelle dell’iPad Air 2 e dell’iPad Pro da 9,7’’ (che si fermavano a 7300 mAh) e l’autonomia ne ha risentito in modo positivo. Un plus non da poco contando come gli iPad siano sempre stati tablet eccellenti su questo versante.

nuovo ipad

Display

Dove si nota maggiormente la differenza con gli ultimi iPad è invece nel display. Intendiamoci, Apple non ha mai fatto display mediocri e anche in questo caso, tra luminosità, risoluzione (l’ormai classica 2048 × 1536 pixel) e resa dei colori, siamo di fronte a uno schermo di tutto rispetto. Però, forse per abbassare i costi di produzione, il pannello LCD del nuovo iPad non è fuso nel vetro e manca anche di un rivestimento anti-riflesso.

Nel primo caso il risultato è una resa meno convincente a livello di contrasto e di pienezza dei colori, sebbene messo a confronto con un iPad Air 2 le differenze siano davvero poche. Si avverte però un rumore come di “vuoto” quando si tocca il display con un tap e, sempre rispetto all’iPad Air 2, si notano anche di più i segni delle impronte delle dita.

Più problematico il discorso relativo ai riflessi, a causa dei quali il tablet diventa quasi uno specchio non appena lo utilizziamo vicino a una fonte luminosa. Ad essere sinceri nemmeno l’iPad Air 2 era esente da questo difetto (e tutti i tablet, bene o male, ne soffrono), ma si tratta della differenza più marcata e fastidiosa che abbiamo avvertito provenendo dall’iPad Air 2. Abbiamo escluso dal confronto l’iPad Pro da 9,7’’, il cui display è francamente una spanna sopra tutti e che per questo avrebbe vinto la sfida a mani basse.

nuovo ipad

Prestazioni

Per fortuna le cose migliorano enormemente non appena si lanciano applicazioni o giochi. In termini di benchmark il nuovo iPad supera in modo significativo l’iPad Air, è a testa a testa con l’iPad Air 2 (in certi ambiti lo supera di un soffio) e non è certo una lumaca se confrontato con l’iPad Pro. Alla prova pratica il discorso diventa più soggettivo, ma una volta che si inizia a giocare o a utilizzare applicazioni di un certo peso non sembra davvero di avere di fronte un iPad a prezzo “budget”.

Come test abbiamo utilizzato l’app Korg Gadget e creato un loop con diversi suoni con il modulo Lexington, famoso per pesare notevolmente sul lavoro del processore. Il nuovo iPad non ha battuto ciglio, mentre eseguendo la stessa sequenza sull’iPad Air 2 il tablet è andato spesso in crisi fino a quando alcune tracce non si sono bloccate.

I giochi girano in modo pressoché identico all’iPad Air 2 e, in certi casi, guadagnano un pizzico di fluidità in più. Alla fine il processore A9 già visto su iPhone 6s e i 2 GB di RAM sono più che sufficienti a reggere qualsiasi app scaricabile dall’App Store e, anche in ottica futura, questo tablet saprà dare grandi soddisfazioni a differenza ad esempio dell’iPad 3, il cui hardware non era del tutto all’altezza a gestire il primo display Retina montato su un iPad.

nuovo ipad

Funzioni

Per il resto questo nuovo iPad è del tutto simile all’iPad Air 2. Troviamo quindi il jack da 3,5mm per le cuffie, il Touch ID (assente ad esempio nell’iPad Air), la porta Lightning e naturalmente lo slot opzionale per ospitare una nanoSIM se optate per la versione 4G/LTE.

Se invece il termine di paragone è l’iPad Pro da 9,7’’, le cose cambiano. L’iPad 2017 infatti non integra lo Smart Connector per il collegamento della tastiera fisica, ha solo due speaker ed è privo del supporto per l’Apple Pencil. Assenze comunque comprensibili (dopotutto l’iPad Pro costa 280 euro in più) e in ogni caso potete sempre optare per una tastiera Bluetooth o per un pennino compatibile.

Prezzi

Considerando che Apple ha tolto dal suo listino l’iPad Air 2 (se ne trovano comunque ancora molti tra l’usato o i ricondizionati della stessa Apple), l’iPad 2017 è l’unico tablet di Cupertino che si può acquistare sullo store online di Apple senza spendere i 689 euro di partenza dell’iPad Pro e se non ci si accontenta dell’iPad mini 4, comunque più costoso con i suoi 489 euro di partenza (ma ha già 128 GB di storage contro i 32 della versione base del nuovo iPad).

I 409 euro citati all’inizio sono quelli necessari per portarsi a casa la versione Wi-Fi con 32 GB di storage. Rimanendo sempre nella gamma solo Wi-Fi, il prezzo sale a 509 euro per la versione da 128 GB, mentre se si vuole la connettività 4G/LTE si va dai 569 euro del modello da 32 GB fino ai 669 euro per quello da 128 GB (il top di gamma insomma).

nuovo ipad

Verdetto

C’è poco da dire. Se volete un iPad che supporti l’Apple Pencil e abbia un display fenomenale e lo Smart Connector, c’è l’iPad Pro, mentre se vi accontentate di misure più ristrette c’è l’iPad mini 4. Questo nuovo iPad sta nel mezzo e, partendo da 409 euro, si può definire come il tablet di Apple per tutti.

Non è certo il miglior iPad disponibile e in alcuni aspetti (display soprattutto) si vede chiaramente che Apple ha dovuto risparmiare, ma considerando l’ottimo processore e l’eccellente autonomia il risultato finale non passa inosservato. Se avete ancora un iPad Air o un modello precedente, l’aggiornamento a questo nuovo iPad è caldamente consigliato, ma anche se dovete acquistare il vostro primo tablet non troverete niente di meglio a questo prezzo.

Pin It on Pinterest

Iscriviti alla newsletter di AF Digitale!

Ricevi le ultime notizie e gli aggiornamenti dalla redazione, fatti guidare nel mare magnum della tecnologia.

Iscrizione avvenuta con successo!