Entertainment Featured home Guida 4K/BD/DVD/UHD

Killing Eve [BD] – Le prime due stagioni

Una segreta organizzazione criminale, uno killer psicopatico e un’agente dei servizi segreti inglesi nella serie di successo Killing Eve

Killing Eve racconta di Eve Polastri (Sandra Oh), in forza ai servizi segreti britannici MI-5. Intelligente e arguta benché diametralmente opposta agli operativi sul campo, è convinta che una serie di omicidi eccellenti in giro per il mondo siano riconducibili al medesimo individuo. In parte responsabile per l’incapacità di proteggere l’unica testimone che poteva svelare il volto dell’assassino, si ritrova licenziata ma presa immediatamente in carico all’MI-6, che si occupa di spionaggio al di fuori dell’Inghilterra.

A capo del team di ricerca del killer, incrocia le proprie informazioni con quelle di Carolyn (Fiona Shaw), diretta responsabile e veterana dei servizi segreti, assieme a un pugno di selezionati colleghi. La serrata caccia agli indizi conduce alla scoperta che il sicario è invero una donna, tale Villanelle (Jodie Comer) che opera al servizio di un misterioso individuo, a sua volta connesso con la segreta organizzazione de “I dodici”. Mentre prosegue inarrestabile la catena di delitti dentro e fuori il territorio inglese, tra Eve e Villanelle s’instaura una diversa connessione a distanza, ben al di là del semplice rapporto tra preda e cacciatrice.

Killing Eve

Le prime puntate della prima stagione di Killing Eve sono un’accozzaglia di poco accettabili e insulse situazioni di comodo pur di far decollare la serie, tra spy story e black comedy. Occorre valicare le prime ore di racconto costellato di umana stupidità, tra superficiali guardie del corpo, agenti inglesi disarmati e/o impreparati che a braccetto con altrettanto improbabili sicari passano da becero pressapochismo a ridicoli lampi di genio, scoprendo poi una più coerente e coinvolgente caccia all’uomo. Indigesto il farsesco omicidio di un agente britannico di lungo corso in una discoteca, peggio va al tentativo d’omicidio di un dirigente dell’MI-5 da parte di ben tre killer, che la sceneggiatura ridicolizza involontariamente oltre misura. A impedire l’avanti veloce la bravura del notevole cast, in primis l’eccellente Sandra Oh (Rabbit Hole / Defendor tra i tanti), attrice statunitense di origini canadesi che ha avuto occasione di mettere in luce tutto il suo talento. Si decolla attorno a metà della prima stagione, con un (più) credibile season finale che accompagna velocemente a una più riuscita seconda.

Da Koch Media la pubblicazione anche Blu-ray delle prime due stagioni di Killing Eve, di cui è già stata completata l’emissione tv delle successive due, serie attualmente ancora in produzione. Girato digitale Arri Alexa a presumibile risoluzione 4K, finalizzazione su tre BD-50 per la prima stagione e quattro per la seconda, aspect ratio originale 1.78:1 (1920 x 1080i/25 fps), video interlacciato e codec AVC/MPEG-4. La qualità delle immagini alterna momenti di eccellente resa ad altri in cui si ravvisa banding, limiti nelle sfumature colore in secondo piano e sui fondali. Neri dignitosi per uno spettacolo solo in parte disturbato da un risultato tecnico che anche in virtù della scelta 1080i era lecito aspettarsi almeno un gradino superiore.

Killing Eve

Per la natura stessa dell’opera le tracce DTS-HD Master audio 5.1 italiano e inglese (24 bit) offrono un panorama sonoro nella media, con qualche guizzo dinamico e perlopiù notevole parlato dal centrale. Raramente il subwoofer è sostanzialmente coinvolto. Extra brevi ma interessanti con immagini dietro le quinte, focus sui personaggi e loro psicologia, interventi di parte di cast e troupe, location, la genesi dell’opera letteraria e sua trasposizione. Sottotitoli in italiano. Link ad Amazon per la prima e seconda stagione.

© 2020, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest