Advertisement
Featured home Mobile Notizie

Motorola Edge – Tolto il “Plus” cosa resta?

Motorola Edge – Tolto il “Plus” cosa resta?

Motorola Edge è la versione ridotta del Motorola Edge Plus: hardware rivisto e prezzo dimezzato per un risultato ancora interessante?

Dopo lunga assenza dal podio degli smartphone alto di gamma proprio quest’anno è stato presentato il Motorola Edge Plus, recente dispositivo di punta dell’azienda che proprio per questo ha un prezzo poco abbordabile. Attualmente viaggia attorno ai 1.100 euro, macchinone 5G Android 10 con caratteristiche degne di nota come la camera 108 Megapixel, display Endless Edge 6.7″ pollici, Qualcomm Snapdragon Octa-Core SM8250, batteria 5000 mAH, memoria 12 / 256 GB. Uno smartphone tanto potente quanto bello, ma è possibile trovare un compromesso che mantenga il design, abbassi non troppo le prestazioni rendendolo più abbordabile?

La risposta nel Motorola Edge, con una serie di revisioni al ribasso che potrebbero comunque andare bene se non si esige a tutti i costi il flagship aziendale. Non cambia la forma ma le variazioni hardware sono diverse, come il numero di camere sul retro, struttura in alluminio e vetro di eccellente fattura, display sempre curvo ai lati (6.7″ pollici, OLED 1080 x 2340 pixel, 386 ppi) che lascia la sensazione di essere più interessante nello stile che nell’uso vero e proprio. Per rendere il prezzo più abbordabile si è dovuto agire su diverse aree progettuali riducendo le prestazioni, tutto dipende quanta importanza si vuole dare in primis al cambio di processore, che da Snapdragon 865 scende un gradino a Snapdragon 765 (GPU Adreno 620).

Motorola Edge – Tolto il “Plus” cosa resta?

Una riduzione del tutto accettabile considerando che al momento lo Snapdragon 765 è il secondo miglior processore di Qualcomm, per un uso anche intenso non dovrebbe complicare la vita  anche per importanti carichi di elaborazione sia per navigazione in rete, gestione file Office così come in presenza di game esigenti. Qui c’è il solo 5G sub-6 GHz e non la versione mmWave più veloce, scende anche la RAM che passa dai notevolissimi 12 Gigabyte a 6 Gigabyte. Qui il declassamento può diventare evidente con inferiore fluidità d’insieme quando più applicazioni sono aperte in contemporanea, se si pretendesse di gestirle tutte senza rinunciare a qualcosa. Condizione che allontanerebbe il purista incapace d’accettare qualche indecisione o scatto in più nelle immagini, e poi basta non tenere aperte troppe applicazioni per far passare la paura.

La batteria si abbassa a 4.500 mAh contro i 5.000 mAh del Motorola Edge Plus, ma non dovrebbe impattare in misura sensibile. L’azienda conferma i due giorni pieni d’uso, oltre al fatto che il processore Snapdragon 765 ha tanto di modem integrato aiutando a contenere l’eccessivo drenaggio di energia. Più impattante può essere la sezione foto/video, con la sostituzione del sensore da 108 Megapixel che passa a quello più comune da 64 Megapixel, ma restano importanti funzioni derivanti dal mondo della fotografia digitale. Si mantiene infatti il prezioso ‘pixel binning’, a quattro pixel, per produrre immagini a risoluzione inferiore (16 Megapixel) ma con colori più solidi e inferiore rumore video. Una soluzione che può arrivare a sorprendere per accuratezza d’insieme, anche se il grado di dettaglio resta comunque più basso rispetto a scatti da 64 Megapixel, che potrebbero essere meno efficaci. Si abbassa anche il teleobiettivo col solo zoom ottico 2x (non più 3x) oltre a essere assente la stabilizzazione ottica dell’immagine. Restano incluse le altre due camere, ovvero l’ultra grandangolare e macro da 16 Megapixel e la frontale da 8 Megapixel. Nessun supporto per la ricarica wireless. Link al sito Motorola. Link alla pagina Amazon.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest