Featured home Notizie

Nikon Z 50 – La prima mirrorless formato DX

Debutto a Milano della Nikon Z 50, prima fotocamera mirrorless in formato DX della serie Z. Le nostre prime impressioni d’uso

La Nikon Z 50 è accompagnata da 2 obiettivi zoom NIKKOR Z in formato DX: il NIKKOR Z DX 16-50mm f/3.5-6.3 VR e il NIKKOR Z DX 50-250mm f/4.5-6.3 VR. La Z 50 è leggera (circa 395 grammi solo corpo macchina), presa salda con tutti i comandi a portata di dito. Tutto il corpo macchina è realizzato in magnesio e strutturato in modo ergonomico, dall’impugnatura alla posizione dei comandi con flash a sollevamento pronto all’uso quando necessita.

Le dimensioni sono fondamentali (la Z 50 misura 126,5 x 93,5 x 60 mm) in quanto oltre a una già citata maneggevolezza, avremo tutti i vantaggi in termini di ottica dello stra-conosciuto sistema mirrorless Nikon in un corpo macchina formato DX, il che si traduce in compattezza e resistenza. La Z 50 monta un sensore formato DX da 20,9 MegaPixel affiancato da un avanzato processore d’immagine EXPEED 6, questa combinazione permette di scattare fotografie con notevole dettaglio e qualità.

Z 50

Per gestire lo scatto si può scegliere se affidarsi all’inquadratura di un mirino elettronico da 2.360.000 punti che come prima impressione ci è parso davvero molto nitido, oppure se inquadrare la scena sullo schermo LCD da 3,2” a 1.040.000 pixel, completamente reclinabile verso il basso della fotocamera fino a potersi ribaltare completamente di 180° in caso di selfie. Utilizzando lo schermo LCD si potrà anche gestire scatto e i vari menu tramite interfaccia touch. A detta di Nikon uno dei punti di forza della Z 50 è l’autofocus Hybrid-AF, con 209 punti AF sul sensore che coprono circa il 90% dell’inquadratura sia in orizzontale che in verticale, comparabile al mirino di una reflex.

Inoltre, in caso di bisogno, possiamo sfruttare la funzionalità Eye-Detection AF per messa a fuoco automatica degli occhi del soggetto, sia ripreso singolarmente che in mezzo alla folla. Purtroppo non abbiamo avuto l’occasione di sperimentarlo seriamente sul campo ma la sensazione è stata molto positiva. A livello video la Z 50 permette di girare in qualità 4K/UHD a 25/30p con riprese al rallentatore Full HD senza le limitazioni legate al fattore di ritaglio “crop”, oltre a consentire sequenze accelerate 4K/UHD direttamente on-camera. Possibile anche effettuare una rapida ripresa in sequenza fino a 11 fps con autofocus AF ed esposizione automatica AE.

Z 50

In condizioni di scarsa illuminazione viene in aiuto il grande intervallo di sensibilità ISO, che viaggia tra 100 a 51.200, con autofocus fino a -4 EV: con queste specifiche scattare di sera non sarà sicuramente un problema. Per abbellire gli scatti sono disponibili 20 effetti incorporati e pronti all’uso, sia per le foto che per i video, in aggiunta si può anche regolare l’intensità durante la visualizzazione dell’anteprima di ogni effetto.

La Z 50 è davvero super-connessa, è possibile collegarla via Wi-Fi o Bluetooth, sfruttando l’app Nikon SnapBridge che facilita il trasferimento di foto e filmati verso qualsiasi dispositivo, per un’archiviazione o condivisione su cloud e social facile e veloce. Compatibilità con l’adattatore a baionetta FTZ e gli accessori del sistema reflex Nikon, compresi quelli per il comando a distanza della fotocamera, lampeggiatori flash, microfoni.

Z 50

Gli obiettivi

La Nikon Z 50 viene lanciata con due obiettivi: il NIKKOR Z DX 16-50mm f/3.5-6.3 VR e il NIKKOR Z DX 50-250mm f/4.5-6.3 VR. Per quanto riguarda il primo si tratta di un grandangolare zoom mirrorless ultra-portatile con messa a fuoco rapida e lunghezza focale 16-50mm per riprese da grandangolari a normali (equivalente a 24-75mm nel formato FX/35mm). Può mettere a fuoco a una distanza minima di solamente 0,2 mm e integra un anello di controllo dedicato alle funzioni principali come messa a fuoco manuale, controllo dell’apertura diaframma e compensazione dell’esposizione.

Il sistema di stabilizzazione ottica VR integrato consente di riprendere con un tempo di posa fino a 4,5 stop più lento rispetto al normale, garantendo immagini ottimamente illuminate anche quando la luce naturale scarseggia. L’obiettivo pesa 135 grammi e una volta retratto abbiamo visto che occupa uno spazio davvero esiguo. Il secondo invece è un teleobiettivo zoom compatto con messa a fuoco rapida e lunghezza focale di 50-250mm per riprese da teleobiettivo a normali (equivalente a 75-375mm nel formato FX/35mm).

Z 50

Mette a fuoco a una distanza minima di 0,5 m e la stabilizzazione permette di effettuare riprese con tempi di posa fino a 5 stop più lenti rispetto al normale. Monta il medesimo anello per le funzioni principali e pesa circa 405 grammi.

Teoria a parte a un primo approccio abbiamo scoperto una più che interessante fotocamera mirrorless. Già disponibile, qui di seguito l’offerta a seconda dell’obiettivo associato:

Corpo macchina con NIKKOR Z DX 16-50mm VR: 1.119 Euro
Corpo macchina con NIKKOR Z DX 16-50mm VR e FTZ: 1.269 Euro
Corpo macchina con NIKKOR Z DX 16-50mm VR e NIKKOR Z DX 50-250mm: 1.390 Euro

Per ulteriori informazioni: link diretto al sito Nikon per la Z 50.

© 2019, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest