Accessori AF Focus Home cinema Notizie Tecnologie

Speciale Soundbar – Migliora l’audio della tua televisione!

Speciale Soundbar – Migliora l'audio della tua televisione!

Volendo migliorare la resa audio del proprio tv e ottenere uno spettacolo coinvolgente si può considerare il mondo soundbar

Anche se il televisore non è di quelli monumentali può venir voglia di godersi maggiormente lo spettacolo preferito aggiungendo una soundbar, andando oltre il risultato tecnico spesso piuttosto modesto offerto dai diffusori integrati. Specie se si è grandi consumatori di film, telefilm, game, musica e concerti dal vivo disporre di un sistema tramite il quale non alzare semplicemente il volume per fare fracasso ma aumentare spazialità e dinamica è un plus di non poco conto.

Certo è opportuno commisurare dimensioni e potenza audio a quelle dello schermo, andando almeno in parte a bilanciare il fronte video, a partire da schermi da 32” pollici in su è possibile scegliere una soundbar tra le tante in commercio, che volendo (e vicini / moglie permettendo) si può felicemente accompagnare con un subwoofer. Va da sé che più le dimensioni dello schermo sono elevate e ulteriore attenzione va riposta nella scelta di una soundbar che regga il confronto con grandi immagini.

Speciale Soundbar – Migliora l'audio della tua televisione!

Rispetto ad anni passati c’è una vasta offerta di dispositivi che dialogano senza fili, in genere via Bluetooth ma non disdegnate la compatibilità Wi-Fi, e richiedono unicamente di venire connessi al cavo di alimentazione oltre a un altro cavo, in genere HDMI (sfruttando la connessione ARC/eARC del tv), che consenta di ricevere il segnale del tv. Le soundbar si sviluppano in larghezza e sono deputate a stare fronte schermo: è sempre opportuno verificare che la distanza che separa la cornice bassa del televisore dal piano d’appoggio sia sufficiente a ospitare il sistema multi-diffusore senza che ostruisca la visione.

La considerazione sulla posizione non è priva di ripercussioni estetiche, di ingombro e non di meno in ambito sonoro: cambia molto se si pensa per esempio a un fissaggio a muro piuttosto che all’interno di un mobile, ostruendone in parte la sezione superiore. Ricordate che sempre più soundbar di medio / alto livello dispongono di sezione ‘up firing’, dove una parte di diffusori è collocata in posizione semi verticale sfruttando il rimbalzo del suono a soffitto (vedi immagine sopra). Importante scegliere una soundbar da tre canali in su, evitate i due soli canali, con almeno tre si riesce a simulare il suono surround e l’esperienza potrebbe essere più gratificante.

Speciale Soundbar – Migliora l'audio della tua televisione!
Immagine ‘esplosa’ della monumentale AMBEO soundbar, notare i diffusori laterali e verticali

Perché la soundbar è fisicamente un pezzo unico, ma al suo interno sono presenti più altoparlanti, con diversa angolazione, pronti a ‘invadere’ l’intero locale con un suono più corposo e coinvolgente. Soundbar che può per esempio sopperire all’assenza di compatibilità audio per specifiche codifiche come per esempio il DTS, declinato nelle varie versioni come per esempio DTS-HD Master Audio, DTS:X e DTS-HD High Resolution, tenuto in disparte da alcuni produttori di tv (vedi per esempio LG e la serie CX 2020). Tra le doti tecniche sarebbe opportuno se la soundbar disponesse del terminale HDMI eARC e non solo ARC, in tal modo è possibile il transito di codifiche nobili come la suddetta DTS:X ma anche Dolby ATMOS. Salendo di prezzo è più probabile incrociare anche altre doti come la compatibilità con tracce audio Hi-Res, e la possibilità di ascolto di musica di qualità in streaming.

Se come immaginabile lo spazio fosse tiranno è sempre meglio affidarsi a soundbar ‘attive’, ovvero dotate di amplificazione integrata e dedicata, ciò consente di risparmiare sulla spesa di un eventuale sintoamplificatore. In alcuni casi i produttori hanno progettato sistemi modulari, dove partendo da una singola soundbar si possono aggiungere ulteriori diffusori per servire i canali laterali anteriori e posteriori e formare un vero e proprio sistema Home Theater. Partendo da costi piuttosto irrisori attorno alle cento euro si può salire di quota e superare anche i duemila euro.

Speciale Soundbar – Migliora l'audio della tua televisione!

Sennheiser AMBEO Soundbar – 2.400 euro

Tra i progetti più performanti che restituiscano risultati acustici di prestigio c’è AMBEO soundbar di Sennheiser. Tredici diffusori in configurazione 5.1.4 canali, 500 Watt (classe D) e gestione di pregiate e complesse codifiche audio che oltre a DTS:X e Dolby ATMOS include per esempio anche l’Auro 3D e la gestione di canali verticali virtuali con precisa posizione nello spazio (codifiche a “oggetti”). Sei woofer sensibili fino a 30 Hz, tecnologia di virtualizzazione AMBEO (sviluppata in collaborazione con l’istituto di ricerca Fraunhofer), calibrazione automatica della stanza per adattare la soundbar all’ambiente. Connettività avanzata tramite Google Chromecast, Bluetooth, HDMI eARC/CEC più altri tre ingressi HDMI, una porta audio ottica e un ingresso ausiliario tipo RCA. Gestione via app dedicata. Dimensioni (L x A x P): 126,5 × 13,5 × 17,1 cm e 18,5 Kg di peso.

Speciale Soundbar – Migliora l'audio della tua televisione!

Sony HT-ST5000 – 1.479 euro

Soundbar Dolby Atmos 7.1.2 canali con subwoofer wireless. Le tecnologie integrate emulano un campo sonoro più tridimensionale, andando a ‘rimbalzare’ i cosiddetti canali verticali (presenti in codifiche DTS:X e Dolby ATMOS) con l’ausilio della sola soundbar e l’aggiunta di un subwoofer. Lavora molto bene in ambienti anche di grandi dimensioni, richiede un po’ di tempo per la configurazione ma i risultati sono all’altezza del costo. Se avesse avuto un paio di satelliti per i canali posteriori per le codifiche a canali discreti, come nel caso della HT-ZF9, il risultato sarebbe stato più eclatante. La soundbar misura 1180 mm x 80 mm x 145 mm (L x A x P) e 9 Kg. di peso, mentre il subwoofer senza fili lo si può posizionare in qualsiasi angolo del locale e pesa circa 16 Kg. Compatibilità Dolby Atmos, DTS:X e Hi-Res Audio, 3 porte 4K HDMI, USB, NFC, Multi-room, connessione Wi-Fi e Bluetooth, Google Chromecast integrato e Spotify Connect.

Speciale Soundbar – Migliora l'audio della tua televisione!

Sonos ARC – 899 euro

Da questa soundbar si può partire per sviluppare un sistema Home Theater con l’aggiunta di ulteriori elementi come il subwoofer ma anche i satelliti Sonos One. Nessuna compatibilità per tracce DTS o PCM multicanale, il supporto resta legato a Dolby Atmos e tutte le possibili declinazioni fino al più basso Dolby Digital, così come PCM stereo e MAT. Il prezzo è equiparato alle prestazioni sonore, alla dinamica e capacità di restituire un palcoscenico ampio e coinvolgente, ma la mancata completezza in termini di codifiche audio potrebbe costringere a cercare altrove. Lo stesso dicasi per l’ingombro che si fa sentire e rende questa soundbar più adatta a grandi schermi: 114 cm x 11.57 cm x 8.70 cm (L x P x A) e poco meno di 7 Kg. di peso. Controllo via telecomando, app, vocale e Apple AirPlay 2. Connessione RJ45, presente una porta HDMI, di cui è incluso il cavo nella confezione. Se però il tv non fosse dotato di porta HDMI con audio di ritorno ARC/eARC si può sfruttare l’adattatore per cavo ottico digitale sempre presente tra gli accessori però attenzione, perché in tal mondo si perde l’uso del Dolby Atmos.

Speciale Soundbar – Migliora l'audio della tua televisione!

Yamaha YAS-107 Soundbar 120 W con subwoofer integrati – 248 euro

Fratello minore della YAS-207, configurazione 2.1 canali, dimensioni (L x A x P) 890 x 53 x 131 mm. Due mid-woofer da 55 mm, due tweeter da 25 mm, subwoofer integrato a doppio cono da 75 mm. 30 Watt x 2 e 60 Watt per il subwoofer, risposta in frequenza 60 Hz – 23 kHz. Buona qualità per chi ama il cinema, così come per la musica. A volumi molto alti i dialoghi rischiano di finire sottomessi dal resto del fronte audio. Compatibilità DTS, Dolby Digital, DTS Virtual:X. Gestione solo ARC per l’audio di ritorno dall’HDMI, terminale ottico, jack 3,5 mm, Bluetooth 4.0 e uscita per eventuale subwoofer.

Speciale Soundbar – Migliora l'audio della tua televisione!

Panasonic SC-HTB400EGK – 218 euro

Dimensioni 962 mm x 56 mm x 120 mm (L x A x P) e peso 3,5 Kg. Configurazione 2.1 canali, terminale HDMI compatibile ARC, la porta USB è solo per aggiornamento firmware. Compatibilità Bluetooth 4.2, due driver frontali da 40 Watt più subwoofer integrato da 80 Watt bass reflex. La parte anteriore dell’unità è inclinata di 7° gradi, mentre gli altoparlanti sono rivolti verso l’alto: in questo modo chi ascolta riceve il suono direttamente, sia con l’unità posta sotto al televisore sia con la soundbar montata a parete. C’è una certa distinzione anche se a tratti i dialoghi finiscono sovrastati dal resto dell’audio, specie quando entrano in scena bassi molto corposi. C’è pur sempre il preset “Clear Voice” e si può controllare l’esuberanza del sub, che se fosse stato separato avrebbe aiutato a offrire un risultato più bilanciato.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

    MBEditore network

    AF Theater, la tua location per test ed eventi. Clicca per info e costi


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest