Hi-Fi Notizie

Diffusori MoFi SourcePoint 10: la nuova magia di Andrew Jones

SourcePoint 10

I SourcePoint 10 di MoFi Electronics, disponibili da gennaio 2023 a 5499 euro la coppia, sono diffusori da stand dall’estetica vintage creati in collaborazione con Andrew Jones

MoFi Electronics, produttore americano conosciuto e apprezzato soprattutto per i suoi giradischi e le sue testine, ha annunciato nei giorni scorsi i suoi primi diffusori. I SourcePoint 10, disponibili da gennaio 2023 a 5499 euro la coppia, sono diffusori da stand dall’estetica vintage creati in collaborazione con Andrew Jones, che gli appassionati di Hi-Fi molto probabilmente conoscono già per i suoi trascorsi in Pioneer ed Elac.

A stupire è innanzitutto il prezzo (il più elevato di tutto il catalogo MoFi) e già questo ci fa capire come ai SourcePoint 10 sia stata riservata molta attenzione. Il driver concentrico  da 25 cm (10”) a due vie sviluppato da MoFi è stato ingegnerizzato in maniera decisamente innovativa, soprattutto se guardiamo alle creazioni passate di Jones.

Il diametro di 25 cm è stato scelto come dimensione ideale per ridurre al minimo il movimento del cono e produrre bassi profondi. MoFi ha inoltre utilizzato un composto di carta e cellulosa e ha sviluppato la forma del cono per ottimizzare il comportamento delle risonanze e i requisiti della guida d’onda del tweeter a cupola morbida da 3 cm (1,25”), che raggiunge i 30 kHz grazie anche alla bobina mobile di grande diametro. 


I SourcePoint 10, dal peso di 21 Kg ciascuno, includono inoltre un sistema magnetico chiamato Twin-Drive con magneti al neodimio ad alto flusso per il woofer e per il tweeter, il cui compito è ottimizzare gli spazi vuoti fra la bobina del woofer e la struttura del tweeter per garantire un flusso di segnale coerente fra i due driver.

SourcePoint 10

A livello estetico spiccano la finitura esterna realizzata in vero legno in noce satinato o frassino nero e il deflettore frontale sfaccettato con uno spessore di 5 cm (2”) e scolpito accuratamente per ridurre la diffrazione, oltre a un cabinet ispirato agli anni ’50 con pannelli in MDF dello spessore di 2,5 cm (per offrire maggior rigidezza interna, sono stati integrati due rinforzi aggiuntivi). Il volume interno di 50 litri favorisce l’estensione in gamma bassa (si scende fino a 42 Hz), mentre la sensibilità di 91 dB e l’impedenza di 8 ohm reali ne fanno diffusori più facili da pilotare di quanto ci aspettassimo.

“Il mio obiettivo per i SourcePoint 10 era semplice: creare un diffusore ispirato alle esigenze di studio mastering e in grado di riprodurre al meglio il suono che ho immaginato nei miei 40 anni di carriera, fornendo nel contempo un impatto dei bassi profondi e offrendo il massimo valore possibile agli ascoltatori. Il mio principale focus tecnico è stato quello di integrare un driver concentrico. Partendo dai miei progetti precedenti, ho usato un woofer di grande diametro per soddisfare le esigenze in gamma bassa, pur mantenendo tutti i vantaggi di un design concentrico. Questo approccio ha rappresentato sicuramente una sfida su cui ho trovato molto stimolante lavorare per quasi due anni”, ha dichiarato Jones a margine della presentazione.

© 2022, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

<strong>SCRIVICI</strong>


    MBEditore network

    Loading RSS Feed

    Pin It on Pinterest