AF Focus Audio portatile Featured home I consigli di AF Digitale Notizie Tecnologie Tendenze

È tempo di estate… e di speaker wireless da spiaggia – Parte 2

Dopo gli speaker wireless estivi ultracompatti, ecco tre dei migliori modelli più grandi, potenti e ricchi di feature per allietare le vostre giornate estive

Se la settimana scorsa ci siamo concentrati sui migliori speaker wireless da spiaggia caratterizzati da dimensioni ultracompatte e da soluzioni e funzioni essenziali, in questo secondo speciale vogliamo proporvi tre dei migliori speaker wireless (e smart) che invece puntano più su potenza (e quindi su dimensioni più generose), ricchezza di feature e cura dei dettagli.

Sonos Roam 

speaker wireless

Il Sonos Roam è uno smart speaker portatile da 199 euro (il secondo per il produttore americano dopo il Move del 2019), prezzo che lo rende anche il secondo speaker Sonos più economico dopo il successivo Roam SL privo della connettività Wi-Fi.

Lungo appena 16cm e dal peso di 430 grammi, il Sonos Roam ha una batteria interna che assicura 10 ore di autonomia con una carica (o 10 giorni in sleep mode) e certificazione IP67, che lo rende resistente a polvere, sabbia e acqua (fino a un metro di profondità per 30 minuti) e quindi adatte a essere vissuto pienamente anche in estate. La porta USB-C assicura una ricarica piuttosto rapida, ma è integrato anche il supporto per ricarica wireless Qi e Sonos offre anche un’apposita base di ricarica magnetica a circa 50 euro.


Il Sonos Roam integra connettività Bluetooth 5.0 e Wi-Fi. In questo modo lo si può collegare a smartphpone o ad altri dispositivi dotati di Bluetooth, ma lo si può sfruttare anche per accedere ai vari servizi in streaming tramite l’app Sonos (Spotify, Amazon Music, Tidal e altri) e per il controllo vocale tramite Alexa o Google Assistant, magari sfruttando il Wi-Fi dello stabilimento balneare. Non manca inoltre AirPlay 2 per chi preferisce streammare dal proprio dispositivo iOS o macOS. Ovviamente il Roam può essere integrato in un sistema multiroom Sonos già esistente, mentre l’unica limitazione è che non può fungere da diffusore surround da abbinare alle soundbar Arc e Beam.

Tra le feature più interessanti troviamo lo switch automatico da Bluetooth a Wi-Fi; in questo modo quando ad esempio si esce di casa e non si ha più la copertura Wi-Fi, lo speaker passa automaticamente al Bluetooth e si connette al dispositivo più vicino. Troviamo poi anche la funzionalità Auto TruePlay, ovvero il processo di calibrazione automatica dell’audio a seconda dell’ambiente di ascolto che sfrutta i microfoni far-field integrati nello speaker. Una feature che già conosciamo e apprezziamo, ma che con il Roam (così come per il Move) può avvenire anche con copertura Bluetooth e non solo Wi-Fi.

Ovviamente tutto ciò conta fino a un certo punto, visto che la cosa fondamentale di uno speaker rimane la sua qualità audio. Su questo versante Sonos non ha deluso, anche grazie alla configurazione interna dei driver affidata a un mid-woofer e a un tweeter alimentati da altrettanti amplificatori in classe H (e c’è anche un equalizzatore software tramite l’app Sonos). Uno speaker quindi molto completo e ben suonante e anche se la concorrenza è davvero agguerrita tra i vari JBL Flip 5 e Ultimate Ears Boom 3, Sonos può vantare sempre quel qualcosa in più a livello di funzioni, ecosistema e “nome” che fa sempre la differenza.

Audio Pro A15 

Qui si sale di prezzo (e non poco), ma abbiamo sempre ritenuto gli speaker wireless e smart di Audio Pro secondi a pochi, a conferma di come il produttore svedese abbia sempre offerto modelli ben suonanti e ricchi di funzioni senza calcare troppo sui prezzi. L’ultima novità per gli amanti della musica in libertà è lo speaker wireless A15, disponibile in Italia a 400 euro.

Si tratta di un modello portatile che vanta innanzitutto un grado di protezione IPX2 per renderlo resistente alla pioggia. Ciò, in piena assonanza estiva, permette di tenere l’Audio Pro A15 anche all’esterno (magari in giardino o sul terrazzo di casa), cosa che lo accomuna a un diretto rivale (anche nel prezzo) come il Sonos Move. A livello estetico l’A15 sposa alla perfezione la tradizione minimalista (e inevitabilmente nordica) di Audio Pro ed è curioso il fatto che la maniglia per il trasporto sia formata dalla porta dei bassi posteriore.

L’Audio Pro A15 è avvolto nello stesso tessuto di alcuni degli altri speaker del brand svedese come gli A26 e A36 e, come questi, sfrutta il Wi-Fi per creare un sistema multi-room. Inoltre, grazie ad AirPlay 2, Google Cast e al sistema multi-room di Audio Pro, è possibile aggiungere speaker compatibili di altri produttori. La batteria dell’A15 assicura un’autonomia di 11 ore a metà volume (altra somiglianza con il Sonos Move), mentre alzandolo al massimo si scende a poco più di 8 ore di riproduzione.

Passando alle specifiche tecniche, l’A15 ospita al suo interno un tweeter con cupola in tessuto da 1’’ e un woofer da 4,5’’ per un totale di 40W di amplificazione in classe D. Oltre al Bluetooth 4.2, l’altro input consiste in un ingresso AUX da 3,5mm e c’è anche un’uscita RCA per il collegamento a un subwoofer esterno. Audio Pro dichiara una risposta in frequenza di 45-22000 Hz e, tra i vari formati audio supportati, ci sono anche FLAC e AAC.

I 400 euro richiesti di Audio Pro non sono pochi e, in effetti, un prezzo più aggressivo avrebbe potuto rendere l’A15 più appetibile nei confronti del Sonos Move, che pur mancando di connessioni fisiche, offre in più la calibrazione tramite TruePlay, la resistenza alle cadute e i controlli vocali tramite Google Assistant o Alexa.

Sony SRSXP700 

speaker wireless

Ed ecco lo speaker più festaiolo (e costoso) di questa carrellata, con tanto di sistema di illuminazione perfetto per serate in spiaggia e all’aria aperta e una potenza ideale per divertirsi anche in grandi ambienti. Il Sony XP700 è il modello più grande dei tre della serie SRS e include il sistema proprietario X-Balanced Speaker, caratterizzato da un diaframma non circolare che offre una pressione sonora maggiore e riduce le distorsioni, estendendo al massimo l’area dello speaker e assicurando così una resa più nitida e intensa a ogni brano (e non manca la funzione MEGA BASS per enfatizzare i bassi).

Il Sony XP700 è dotato di tre High-Efficiency Tweeter frontali e un High-Efficiency Tweeter posteriore e offre la tecnologia Omnidirectional Party Sound per un suono a 360 gradi perfetto per coinvolgere amici e familiari nelle vostre scorribande sonore. L’illuminazione integrata offre la possibilità di scegliere tra diversi pattern luminosi e lo speaker può essere usato in posizioni diverse e orientato sia in orizzontale sia in verticale, con in più un sensore che ottimizza il suono in base al posizionamento scelto per offrire un risultato superiore.

speaker wireless

Presenti all’appello anche il Bluetooth e la funzione Party Connect, che permette di collegare fino a 100 speaker compatibili sincronizzando musica e luci. Grazie alle opzioni di riproduzione e ricarica via USB, si possono ascoltare i file audio da una chiavetta o caricare smartphone e tablet anche senza accedere a una presa elettrica.

L’autonomia è di circa 25 ore con una carica e si hanno tre ore di riproduzione dopo soli 10 minuti di ricarica rapida. Il Sony XPP700 è anche impermeabile (classificazione IPX4), ha una comoda maniglia che permette di spostarlo facilmente ovunque e offre anche due ingressi a cui collegare due microfoni oppure utilizzare il secondo ingresso per la chitarra e usare lo speaker come amplificatore per divertenti sessioni di karaoke. Non costa poco (online lo trovate a poco meno di 500 euro) ed è anche piuttosto ingombrante (è alto quasi 70 cm), ma con la sua potenza di quasi 80W e i suoi giochi luminosi è il perfetto compagno musicale per qualsiasi party estivo.

© 2022, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest