Notizie

Fujifilm GFX 100 IR – Mirrorless LF a infrarossi

Fujifilm ha annunciato la versione infrarossi della fotocamera digitale mirrorless LF GFX 100, ma la disponibilità non sarà per tutti

Pensata per creare immagini a infrarossi la Large Format Fujifilm GFX 100 IR è ideale per specifiche applicazioni come quelle forensi, scientifiche e di conservazione culturale. Le immagini a infrarossi possono ora essere realizzate a 100 Mpixel e anche a 400 Mpixel, tramite la nuova funzione Pixel Shift Multi-Shot di GFX 100, così da rilevare anche i più fini dettagli di un soggetto o di una scena che normalmente possono essere visti solo attraverso lo spettro infrarosso.

Le immagini di un soggetto scattate all’interno dello spettro infrarosso possono rivelare dettagli che sarebbero invisibili a una normale fotocamera digitale o ad occhio nudo. Per esempio nel campo della scientifica questo può essere uno strumento importante per aiutare a identificare i documenti contraffatti. Per le persone che lavorano nella conservazione culturale GFX100 IR può invece venire impiegata per analizzare pigmenti in opere d’arte e manufatti storici, anche se si sono degradati nel tempo. Utilizzando la funzione Pixel Shift Multi-Shot di GFX100 IR è inoltre possibile creare immagini da 400 Mpixel con dettagli incredibili e “color fringing” ridotto al minimo. Nello specifico il purple fringing o blue fringing è un alone viola o blu che si forma attorno a zone dell’immagine a elevato contrasto e in prossimità di fonti di illuminazione molto intense, difetto dell’ottica che è sempre difficile correggere rispetto alle aberrazioni cromatiche.

GFX 100

L’utilizzo di GFX 100 IR con la funzione Pixel Shift Multi-Shot è vantaggioso per la ricerca culturale perché la revisione delle immagini a infrarosso di un soggetto potrebbe potenzialmente portare a svelare indicibili segreti di alcuni dei manufatti più preziosi della storia. Può anche essere uno strumento incredibilmente potente per i ricercatori che utilizzano le immagini per valutare opere d’arte o per la ricerca di tracce che costituiscano elementi di prova.

Inoltre quando la fotocamera è installata su di una posizione fissa e abbinata a Capture One, o ad altra applicazione software compatibile con la funzione di acquisizione tethered, gli utenti possono creare immagini con lo stesso angolo di visualizzazione e mantenere un flusso di lavoro semplice per la massima efficienza. Capture One Express per Fujifilm è il programma gratuito di foto ritocco studiato per migliorare istantaneamente le immagini scattate con questa fotocamera. Fujifilm GFX 100 IR è progettata per applicazioni di tipo forense, scientifico e di conservazione culturale e non sarà di facile acquisizione. Le vendite della Large Format GFX 100 IR potranno essere finalizzate solo se accompagnate da un contratto con l’utente che definisce i termini di utilizzo della fotocamera. Giusto per farsi un’idea la versione normale GFX 100 al lancio nel 2019 aveva un costo sopra gli undicimila euro. La IR sarà disponibile da inizio dicembre. Link a Fujifilm.

© 2020, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest