Entertainment Guida 4K/BD/DVD/UHD

I quattrocento colpi [BD]

Caposaldo della Nouvelle Vague, I quattrocento colpi è ora disponibile DVD+Blu-ray nella collana Il Collezionista di Eagle Pictures

Ne I quattrocento colpi siamo a Parigi verso la fine degli anni ’50, dove il dodicenne Antoine (Jean-Pierre Léaud) è un ribelle che non riesce ad adattarsi alla scuola e alle regole imposte da insegnanti e genitori. Scapestrato e introverso, ogni occasione è buona per marinare le lezioni col compagno di banco René (Patrick Auffay), ma anche quando manifesta intelletto appassionandosi agli scritti di Balzac viene travisato. Sempre più incompreso e maltrattato fisicamente e moralmente, Antoine vorrebbe fuggire lontano: deciderà di rubare una macchina da scrivere per pagarsi un viaggio per se e l’amico René e raggiungere il mare, che Antoine non ha mai visto.

Pietra miliare della Nouvelle Vague, amatissimo e durissimo racconto di formazione ambientato nei luoghi dell’infanzia del maestro francese. Lascia il segno la sublimazione attraverso lo straordinario sguardo del suo piccolo grande interprete di quel bisogno di libertà e leggerezza, sottratti a quelli che potevano essere gli anni più belli. Omaggio alla settima arte, dolorosamente autobiografico, consentì pressoché subito a Truffaut di imporsi tra i migliori registi emergenti del momento. Scelta caparbia quella di affrontare subito a muso duro temi universali con una sorprendente profondità d’animo.

I quattrocento colpi

Testimonianza in un livido bianco e nero della transizione dall’infanzia all’adolescenza, con quella punta di ribellione anarchica e spirito di sovversione attraverso cui molti potrebbero ritrovarsi. E pensare che inizialmente il film avrebbe dovuto essere un cortometraggio su un ragazzino che avendo saltato la scuola non ha il coraggio di tornare a casa, ritrovandosi a ciondolare per le strade parigine durante l’occupazione tedesca. L’esordiente Jean-Pierre Léaud nei panni di Antoine regala un personaggio tanto emblematico quanto realistico, candidato a ricevere un riconoscimento dalla critica britannica dell’epoca.


Girato 35 mm su pellicola bianco e nero di imprecisata sensibilità ASA, aspect ratio 2.35:1 (1920 x 1080/24p), codifica AVC/MPEG-4 su BD-25. Il film ha una qualità video molto buona, con un certo dettaglio degli elementi sia in primo che secondo piano e la proposta in alta definizione più che lodevole considerato l’anno di produzione 1959. C’è una certa scala di grigi, neri alti anche per scelte della fotografia con alcune transizioni slavate e poco o nulla profonde, per il resto lo spettacolo video non manca. Audio DTS-HD Master 2.0 dual mono sia per italiano che francese (sempre 24 bit), con una sostanziale differenza di dettaglio degli elementi sonori e una generale maggiore presenza anche del parlato per l’originale, dove i suoni della città si odono meno soffocati e più brillanti. Per gli extra: commento al film del critico francese Robert Lachenay, spezzone d’intervista televisiva al regista sui film dedicati al personaggio di Antoine, cortometraggio di 27′ minuti Antoine e Collette. Sottotitoli in italiano. Edizione DVD + Blu-ray che include il calendarietto 2021 Eagle Pictures. Link ad Amazon.

© 2020, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    • Motor Bike Expo 2022Motor Bike Expo 2022

      Una sensazione di desolazione Dopo la special edition del 2021 in primavera, Motor Bike Expo torna alla sua collocazione originaria… Leggi tutto »

    Pin It on Pinterest