Entertainment Guida 4K/BD/DVD/UHD

The Elephant Man [UHD]

Inedito negli USA The Elephant Man arriva in UHD da Eagle Pictures per la collana 4Kult con incluso il Dolby Vision

The Elephant Man racconta la drammatica e breve esistenza di John Merrick (John Hurt), che nell’Inghilterra vittoriana della seconda metà dell’800 fu aiutato dal medico Frederick Treves (Anthony Hopkins). Mostruosamente deforme e sfruttato come fenomeno da baraccone, eppure uomo colto e raffinato che nonostante la sua terribile condizione fisica venne infine accolto in società diventando uno dei preferiti della Regina Vittoria. The Elephant Man è un film meravigliosamente diretto da David Lynch, subentrato alla regia dopo il rifiuto di Terrence Mallick. Entrato nella storia non solo per essere riusciti a tratteggiare in misura così profonda e coinvolgente la devastante inquietudine di vivere di quest’uomo sfortunato morto a soli ventisette anni, ma anche per le sette candidature agli Oscar nessuna delle quali concretizzatesi nel plauso dell’Academy.

Una devastante aberrazione fisica che celava un animo buono e dolce, contrapposta alla ben più volgare mostruosità dimostrata da alcuni tra coloro che ebbero a relazionarsi con John. Come il resto delle opere del maestro Lynch anche questa è stata adattata modificando la sceneggiatura di partenza, con una revisione tra fiction e realtà per una messa in scena cui il titolo di film horror sta davvero stretto. La mano del regista non manca, così come l’intensità di uno straniante bianco e nero con cui nel 1980 firmò la sua seconda opera per il grande schermo, dopo il fulminante esordio Eraserhead – La mente che cancella del 1977. Per evitare che gli spettatori travisassero la storia il produttore Mel Brooks non volle comparire in cartellone, convintosi che Lynch fosse l’uomo giusto solo dopo aver visto il suo primo film. Anche se parte del cast ne I cancelli del cielo, l’attore John Hurt (sofferente per il pesantissimo trucco imposto dal personaggio) poté interpretare Merrick in virtù delle lunghissime pause tra un ciak e l’altro che lo videro coinvolto sul set del film maledetto di Michael Cimino.

Elephan Man

Girato analogico su Eastman Plus-X 5231 a bassa sensibilità, il negativo ha recentemente beneficiato di recupero digitale giungendo a nuovo master 4K Studio Canal con la forza del Dolby Vision. Aspect ratio originale 2.35:1 (3840 x 2160/24p), codifica HEVC su BD-66. Inaspettatamente inedito negli Stati Uniti in tale formato, quella di Eagle Pictures si dimostra ancor più un atto d’amore nei confronti di questo gioiello della cinematografia lynchiana degli appassionati in attesa di produzioni UHD. La qualità delle immagini è quasi sempre eccellente, con qualche raro passaggio vagamente meno contrastato per evidenti scelte del cinematographer Freddie Francis, poi curatore della luce anche di Dune del 1984 dello stesso regista.

Attorno a 10′ minuti circa l’inquadratura di una via invasa dal fumo mostra alcuni lievi danni alla pellicola sul lato sinistro. Per il resto c’è una bellissima scala di grigi e un livello di nero spesso molto profondo, eccetto i primi minuti di ralenty e il prologo con gli elefanti. Doppia traccia DTS-HD Master Audio 2.0 italiano e inglese (16 bit) con dignitosa resa per il doppiaggio locale. Fortemente consigliato ascoltare l’originale per due ragioni: efficaci elementi stereofonici e l’audio in presa diretta seguendo le vere voci degli attori e lo stesso Hurt, biascicante per il trucco e la protesi dentaria. Extra: documentario di circa 20′ minuti sulla vera storia di Merrick. Sottotitoli in italiano. Inclusa cartolina numerata da collezione. Link Amazon.

© 2020, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest