Featured home In evidenza Inchieste

IMPORTATORI E SINERGIA

L’abbiamo vista nell’impianto audio, poi nel negozio, ora analizziamo la Sinergia nell’attività dell’importatore di audio domestico

Dai primi anni 80, ho frequentato regolarmente il CES di Las Vegas, come negoziante, come importatore, come consulente e come giornalista, circa 30 volte.

Durante quelle visite, ho potuto osservare come gli importatori si comportavano al CES, che era (ora non più per il mercato HiFi, il car e l’Information Technology in generale ha preso il sopravvento) il punto di incontro di tutti i produttori mondiali, da Oriente a Occidente e con l’Europa nel mezzo.

IMPORTATORI E SINERGIA

C’erano importanti fiere in quegl’anni, il Festival du Son a Parigi, Heathrow in Inghilterra e Kempinsky e poi Monaco HiEnd in Germania, Tokyo, ma erano comunque meno importanti del Ces.

Qui si presentavano (inizio Gennaio) tutte le novità e soprattutto si vedevano per la prima volta aziende emergenti (penso a Krell o PSAudio per citarne alcuni).

In occasione del Ces dunque c’era la “corsa” da parte dei distributori italiani per accaparrarsi prima degli altri un marchio nuovo o cercare di “sottrarre” un produttore ad un collega italiano.

Il mercato era ricettivo ma ben presto si è saturato, troppi marchi, anche poco affidabili che duravano una stagione soltanto.

A questo fenomeno contribuivano molto le riviste USA Absoute Sound e Stereophile, che presentavano “il prodotto fenomeno di oggi”!

Immediatamente compariva sul nostro mercato.

Piccolo particolare, il mese dopo c’era un altro prodotto del mese!

Risultato, marchi che nascevano e morivano, perdita di valore di prodotti ancora validi e confusione nel mercato.

Non c’è quindi da meravigliarsi delle cicliche crisi di mercato, che regolarmente si presentavano.

E la Sinergia cosa c’entra?

E’ chiaro che questo sistema di importare fine a se stesso non ha più ragione di esistere. Ecco che interviene la necessità della Sinergia all’interno di un catalogo di ogni distributore.

Ritengo che il discorso fatto per il negozio possa essere esteso agli importatori.

Occorre un catalogo di prodotti che sia omogeneo e dimostri una precisa filosofia di mercato.

In altre parole a quali clienti finali ci si vuole rivolgere.

In realtà, questo “aggiustamento” è già in atto a livello di produttori (v. mie articoli su distribuzione).

Sono nati grandi gruppi che comprano aziende del nostro mercato secondo una logica di Sinergia nel proprio catalogo. Posso citare il gruppo WOM (McIntosh, Sonus Faber ecc.) oppure Sound United (Marantz, Denon, Polk Audio ecc.).

Proprio quest’ultimo gruppo ha deciso di non acquistare Pioneer ed Onkyo che erano disponibili, perché non erano in Sinergia con il loro catalogo, hanno acquistato invece Bower & Wilkins da associare alla già acquisita Classe Audio.

IMPORTATORI E SINERGIA

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

    AF Theater, la tua location per test ed eventi. Clicca per info e costi


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest