App Notizie

MusicBuddy: la vostra collezione di CD e vinili in pochi tap

MusicBuddy

L’app MusicBuddy per iOS è un vero gioiellino se volete catalogare la vostra collezione di CD, vinili, musicassette o file audio

Ammetto di avere in qualche antro recondito di un vecchio Hard Disk un file Excel con l’elenco di tutti i miei CD e vinili (circa 3500 in totale) aggiornato però al 2010. Mi era costato tanta fatica e tante ore di immissione dati manuale, ma dopo 11 anni, anche se il ritmo di acquisto di album fisici è calato drasticamente dopo aver scoperto anni fa Tidal, ho voluto aggiornare quel catalogo. Anzi, già che c’ero ho voluto rifarlo proprio da zero, ma questa volta senza più immissione manuale di titolo, artista, formato e soprattutto… copertina.

Ho così cercato un’app per iOS che facilitasse il tutto e dopo qualche tentativo a vuoto, ho trovato MusicBuddy e me ne sono subito innamorato. Questa app, gratuita fino alla catalogazione di 50 album (per sbloccarla, servono solo 5,49 euro), offre davvero tutto quello che serve per catalogare la vostra collezione musicale, esportarla in formato CSV/TSV/PDF o HTML, segnare gli eventuali prestiti ad amici o parenti, condividere i vostri album con chi volete, sincronizzare la collezione su tutti i vostri dispositivi tramite iCloud o Dropbox e tante altre belle cose che qualsiasi collezionista di CD e vinili apprezzerebbe sicuramente.

Una delle feature più interessanti di questa app è la possibilità (finalmente) di inserire un album alla collezione in pochi secondi semplicemente scansionando il codice a barre con la fotocamera del vostro dispositivo iOS o effettuando una ricerca online; c’è ovviamente la possibilità di farlo a mano, ma a meno che non abbiate un album di una band underground islandese hard-prog-psych degli anni ’70 che ha venduto 10 copie, troverete tutto già con i primi due metodi.

Una volta che la scheda di un album è stata creata, avete a disposizione la copertina, la tracklist, il genere, l‘anno di pubblicazione (per gli album più conosciuti c’è anche l’elenco dei musicisti) e i collegamenti a eventuali video online delle tracce dell’album o alla scheda dell’album tratta dal portale discogs.com. Inoltre, potete applicare qualsiasi tag vogliate e inserire manualmente una marea di dati opzionali. Qualche esempio? Casa discografica, durata, prezzo di listino e prezzo di acquisto, voto su un massimo di cinque stelline, posizione fisica, conservazione della copertina, data e luogo di acquisto o qualsiasi nota vi venga in mente.

Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti e, escludendo il riconoscimento tramite codice a barre, potete inserire ovviamente a mano o con una ricerca online anche gli album della vostra collezione di MP3, FLAC o DSD che avete sul vostro Hard Disk. In oltre 10 giorni di utilizzo, e ovviamente dopo aver sbloccato la versione premium con una spesa davvero irrisoria per quella che è la qualità dell’app, non ho trovato un difetto che sia uno e d’altronde basta leggere i commenti sull’App Store per rendersene conto.

In più lo sviluppatore Kimiko, che ha realizzato un’app simile per i film (MovieBuddy), aggiorna l’app molto frequentemente (già 5 update da inizio anno) e risponde a tutte le richieste in pochissimo tempo. Purtroppo non ho trovato MusicBuddy sul Play Store di Android, anche se immagino non mancheranno alternative altrettanto valide che cercherò nei prossimi giorni per proporvi un nuovo speciale proprio in ambito Android.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest