Featured home Notizie Personal computing Pro

Il nuovo Mac Pro arriva nel 2019: cos’avrà in serbo Apple?

nuovo mac pro

Se già in autunno potrebbe esserci il primo annuncio, i nuovi Mac Pro arriveranno sul mercato solo il prossimo anno. Cosa dobbiamo aspettarci dal successore del modello del 2013?

Non si può certo dire che il Mac Pro del 2013 sia stato un grande successo per Apple, nonostante sia in listino ancora oggi con prezzi tra l’altro poco giustificabili in relazione all’hardware (si parte da 3449 euro). Non a caso sono almeno due anni che si vocifera di un nuovo Mac Pro (dal design sempre modulare) destinato a succedere al modello di cinque anni fa, nonostante il recente iMac Pro abbia fatto breccia tra i professionisti di produzione video (ma non solo) per le sue ottime prestazioni, per il display 5K di elevata qualità e per prezzi sì elevati ma molto più in linea con il mercato odierno rispetto a quelli del Mac Pro.

In un’intervista a TechCrunch il senior director del marketing dei prodotti Apple Tom Borger ha annunciato che il nuovo Mac Pro arriverà nel mercato il prossimo anno, smentendo così le voci che ne davano l’uscita entro il 2018 (in fondo poco credibili vista appunto la recente uscita dell’iMac Pro). Un annuncio potrebbe essere fatto già questo autunno per poi procedere con l’uscita vera e propria nel corso del 2019, ma per ora non c’è niente di certo.

nuovo mac pro

Tra l’altro si sa ancora davvero poco sul nuovo Mac Pro. Come già accennato, si tratterà di un desktop modulare per permettere agli utenti di sostituirne i componenti con il minimo sforzo (cosa che ad esempio non si può fare sull’iMac Pro), sebbene il design sarà sicuramente diverso da quello del modello del 2013 (definito scherzosamente da molti come un “cestino”).

Apple ha inoltre creato il team Pro Workflow Team che si occuperà di ottimizzare il software perché sfrutti appieno l’hardware del Mac Pro, cosa che in realtà avviene già oggi se pensiamo alle prestazioni missilistiche di un Final Cut Pro con hardware Apple rispetto ad esempio a un Premiere Pro.

Risulta invece improbabile la presenza a bordo del prossimo Mac Pro dei nuovi processori in-house ai quali Apple starebbe lavorando e che potrebbero arrivare a bordo dei prossimi MacBook e iMac già nel 2020 scalzando i SoC Intel. Improbabile sia perché le tempistiche non combacerebbero (il Mac Pro è infatti atteso già il prossimo anno), sia perché per una macchina pro difficilmente Apple avrebbe pronti processori proprietari in grado di competere già da subito con i potenti Intel Xeon.

© 2018, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest