Notizie

Onkyo è fallita

Lo storico marchio giapponese non è riuscito a restare a galla

Onkyo (nata come Osaka Denki Onkyo KK) dal 1946 ha prodotto innumerevoli apparecchiature dedicate all’home cinema e audio. Oggi, però, i troppi debiti ne hanno causato la bancarotta. Lo scorso anno, il marchio per alcune categorie di prodotti fu ceduto ai gruppi Sharp e USA Voxx, cessione che però, a quanto pare, non è bastata ad evitare il fallimento della casa. Questi due gruppi potrebbero ancora utilizzare il marchio per produrre strumenti home video e audio, ma in un momento così delicato non è chiaro se ciò accadrà. Questo perché oggi il mercato del solo HiFi è diventato una nicchia, e le aziende che possono permettersi di innovare e produrre senza problemi sono impegnate anche su altri fronti a maggior redditività. A conferma di ciò, il giornale Nikkei Asia ha parlato di un fallimento dovuto a “cambiamenti di mercato”. Fondamentalmente, i prodotti che hanno mantenuto in piedi l’azienda oggi non sono più tanto richiesti. Discorso valido soprattutto per il settore audio, dominato da streaming e smartphone.

LE CAUSE DEL FALLIMENTO

Si ritiene che a decretare le sorti della casa sia stata l’incapacità di innovare e innovarsi, di proporre  dispositivi veramente nuovi e non semplici successori dei precedenti. Secondo alcune voci,  l’azienda ha provato negli anni a muoversi in tal senso. Ad esempio, si è provato a produrre cuffie e auricolari, o in generale dispositivi per l’ascolto di musica in mobilità. Nonostante gli sforzi, però, la fine è stata inevitabile.

Onkyo ha dichiarato bancarotta presso la Corte Distrettuale di Osaka, contando un passivo di circa 3,1 miliardi di yen, vale a dire 24 milioni di dollari. Tra l’altro, già un anno fa l’azienda era stata espulsa dalla borsa di Tokyo.


Poi, la pandemia ha dato il colpo di grazia. I componenti ancora oggi scarseggiano (e la situazione non migliorerà a breve), tanto che persino i colossi più importanti del mercato manifestano evidenti segni di difficoltà con ritardi nelle consegne e .

Noi che abbiamo amato il brand Onkyo ci auguriamo che nel futuro si possa sentire ancora il mitico nome, un augurio che speriamo Sharp e Voxx vogliamo accogliere.

© 2022, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest